-6°

Spettacoli

Angelo Ravasini: «Noi, ragazzi di strada»

Angelo Ravasini: «Noi, ragazzi di strada»
0

di Vincenzo Raffaele Segreto
Un tributo, un ricordo verso amici che non ci sono più, ma per i più giovani la possibilità di scoprire un mondo e un tempo ormai lontani, vista la velocità con la quale tutto si consuma oggi. Ma gli anni '60 (i favolosi anni '60, come sembra non si possa fare a meno di dire) anche se sono spesso (forse troppo) tirati in ballo, certo sono stati un punto di svolta epocale (osiamo la parola?), e non solo in musica. Ecco dunque che questo omaggio a Gimmi e Billo (Gimmi Ferrari e Fabrizio «Billo» Levati, due Corvi che purtroppo sono già volati via) diretto da Egidio Tibaldi nella volontà «di ricordare loro e altri musicisti che sono venuti a mancare», assume diverse valenze. Di questi vecchi amici e compagni di strada, e non solo, abbiamo parlato con Angelo Ravasini, voce e chitarra ancora oggi inconfondibili e attive di quei Corvi, un complesso che certo si distingueva un bel po' dai complessi beat un po' pettinati e fighetti di quei tempi. Più strani a vedersi (per i mantelloni neri, ad ala di corvo, appunto, e per il corvo, vero, appollaiato sul basso di Gimmi) ma ancor di più a sentirsi, per la scelta di canzoni che erano cover di artisti e complessi decisamente «eversivi»: Donovan, gli Electric Prunes, i Brogues (che saranno poi i Quicksilver Messenger Service) di «I ain't no miracle worker», l’intramontabile «Sono un ragazzo di strada». «Beh, sai che lunedì sera a X Factor c'era un complesso, non avevano la mia età in tre, che ha cantato proprio quella?»: la voce graffiante di Angelo Ravasini ride divertita nel raccontare di quest’ennesima testimonianza della vitalità della «loro» canzone.
«Quei tempi non sono passati, e il legame e lo spirito che ci univano sono ancora presenti: e al mio richiamo hanno risposto in tanti vecchi amici, anche più di quelli che mi sarei aspettato».
Cosa c'era di diverso allora, a marcare la differenza con l’oggi?
«La gente, la voglia di fare, la volontà, la certezza, di sapersi conquistare un futuro: che oggi non esistono più, perché un po' il benessere, un po' quest’atmosfera, che è più una cappa, di insicurezza, hanno ‘addomesticato’i giovani».
In cosa si distinguevano I Corvi, rispetto agli altri complessi?
«E' che eravamo dieci anni avanti agli altri! Non voglio dire che fossimo trasgressivi, ma certo anticonformisti lo eravamo di sicuro! Eravamo dei cani sciolti, non c'era l’organizzazione che c'è oggi, ma per me era meglio. Oggi gli artisti sono creati a tavolino, e appaiono e scompaiono a seconda del mercato!».
E la musica di oggi?
«Per me c'è un appiattimento generale che non mi piace. E’ difficile veder emergere delle personalità grosse, e per cercare quelle bisogna voltarsi un po' indietro, e pensare a gente come Battisti, o Vasco...»
Una parola, in fine, per il concerto di domani alle 21 al Palasport.
«E' per me una serata importantissima, ma non tanto e non solo per far rivivere questi ricordi, quel tempo, quegli amici: questi sono un mezzo, lo scopo è la finalità benefica del concerto, dedicato ai piccoli del Reparto di Oncologia Pediatrica del nostro Ospedale. Un concerto destinato ad un pubblico dai dieci ai cento anni: e voglio che siate in tanti!». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video