19°

Spettacoli

Angelo Ravasini: «Noi, ragazzi di strada»

Angelo Ravasini: «Noi, ragazzi di strada»
0

di Vincenzo Raffaele Segreto
Un tributo, un ricordo verso amici che non ci sono più, ma per i più giovani la possibilità di scoprire un mondo e un tempo ormai lontani, vista la velocità con la quale tutto si consuma oggi. Ma gli anni '60 (i favolosi anni '60, come sembra non si possa fare a meno di dire) anche se sono spesso (forse troppo) tirati in ballo, certo sono stati un punto di svolta epocale (osiamo la parola?), e non solo in musica. Ecco dunque che questo omaggio a Gimmi e Billo (Gimmi Ferrari e Fabrizio «Billo» Levati, due Corvi che purtroppo sono già volati via) diretto da Egidio Tibaldi nella volontà «di ricordare loro e altri musicisti che sono venuti a mancare», assume diverse valenze. Di questi vecchi amici e compagni di strada, e non solo, abbiamo parlato con Angelo Ravasini, voce e chitarra ancora oggi inconfondibili e attive di quei Corvi, un complesso che certo si distingueva un bel po' dai complessi beat un po' pettinati e fighetti di quei tempi. Più strani a vedersi (per i mantelloni neri, ad ala di corvo, appunto, e per il corvo, vero, appollaiato sul basso di Gimmi) ma ancor di più a sentirsi, per la scelta di canzoni che erano cover di artisti e complessi decisamente «eversivi»: Donovan, gli Electric Prunes, i Brogues (che saranno poi i Quicksilver Messenger Service) di «I ain't no miracle worker», l’intramontabile «Sono un ragazzo di strada». «Beh, sai che lunedì sera a X Factor c'era un complesso, non avevano la mia età in tre, che ha cantato proprio quella?»: la voce graffiante di Angelo Ravasini ride divertita nel raccontare di quest’ennesima testimonianza della vitalità della «loro» canzone.
«Quei tempi non sono passati, e il legame e lo spirito che ci univano sono ancora presenti: e al mio richiamo hanno risposto in tanti vecchi amici, anche più di quelli che mi sarei aspettato».
Cosa c'era di diverso allora, a marcare la differenza con l’oggi?
«La gente, la voglia di fare, la volontà, la certezza, di sapersi conquistare un futuro: che oggi non esistono più, perché un po' il benessere, un po' quest’atmosfera, che è più una cappa, di insicurezza, hanno ‘addomesticato’i giovani».
In cosa si distinguevano I Corvi, rispetto agli altri complessi?
«E' che eravamo dieci anni avanti agli altri! Non voglio dire che fossimo trasgressivi, ma certo anticonformisti lo eravamo di sicuro! Eravamo dei cani sciolti, non c'era l’organizzazione che c'è oggi, ma per me era meglio. Oggi gli artisti sono creati a tavolino, e appaiono e scompaiono a seconda del mercato!».
E la musica di oggi?
«Per me c'è un appiattimento generale che non mi piace. E’ difficile veder emergere delle personalità grosse, e per cercare quelle bisogna voltarsi un po' indietro, e pensare a gente come Battisti, o Vasco...»
Una parola, in fine, per il concerto di domani alle 21 al Palasport.
«E' per me una serata importantissima, ma non tanto e non solo per far rivivere questi ricordi, quel tempo, quegli amici: questi sono un mezzo, lo scopo è la finalità benefica del concerto, dedicato ai piccoli del Reparto di Oncologia Pediatrica del nostro Ospedale. Un concerto destinato ad un pubblico dai dieci ai cento anni: e voglio che siate in tanti!». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

4commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

LONDRA

Ventottenne bolognese ferita ma già dimessa

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano