18°

Spettacoli

3 febbraio 1959: con Buddy Holly "morì la musica"

3 febbraio 1959: con Buddy Holly "morì la musica"
0

Paolo Grossi
«Il rock and roll è andato in malora da quando è morto Buddy Holly» dice John Milner, personaggio di «American Graffiti» spegnendo schifato l’autoradio nel sentire un brano dei Beach Boys. Il celeberrimo film di George Lucas è ambientato nei primi anni '60, Buddy Holly era morto il 3 febbraio 1959.
 Sono cinquant'anni domani, e il rocker di Lubbock, Texas, ha cantato davvero per appena un anno e mezzo, lasciando però un segno indelebile sul ciclone musicale chiamato rock. E' stato un incidente aereo a spezzare la vita di Buddy Holly, e assieme a lui di Ritchie Valens e Big Bopper, oltre che del pilota Roger Peterson. Una commissione d’inchiesta appurò all’epoca che la causa dell’incidente fu l’imperizia del pilota 21enne che non era abituato a condurre un aereo in condizioni difficili come quelle (vento e nevischio) che quella sera gravano su Mason City, Iowa.
Attorno alla caduta di quel quadriposto sono fiorite molte leggende, versioni fantasiose. Ma il rapporto del coroner, nella sua dettagliata freddezza, è invece spietato. Quattro cadaveri pieni di fratture e lacerazioni, quattro giovani morti sul colpo in un piccolo velivolo schiantatosi a 270 km all’ora in un campo destinato alla coltivazione di mais. Buddy Holly era impegnato nel Winter Dance Party Tour che portava lui e altri artisti emergenti in una fitta serie di località del Mid West. Si viaggiava su un pullman scassato, su cui si era rotto il riscaldamento e a qualcuno erano venuti i geloni. Il ritmo serrato, la stanchezza, la nostalgia di casa dove Holly aveva lasciato la moglie appena sposata e incinta di poche settimane gli suggerirono di noleggiare un aereo per raggiungere in anticipo, potersi riposare e anche far lavare un po' di biancheria, la tappa successiva del tour, che sarebbe stata Moorhead, Minnesota. L’aereo li avrebbe portati fino a Fargo, North Dakota. Sul quadriposto sarebbero dovuti salire i due musicisti che accompagnavano Holly, ma davanti alle loro insistenze, Waylon Jennings e Tommy Alsup, quest’ultimo perdendo un testa o croce, cedettero il posto a Big Bopper («Chantilly Lace» il suo hit) e Ritchie Valens («La Bamba»), due delle stelle del tour. L’aereo cadde pochi minuti dopo il decollo, ed era già passata mezzanotte dopo l’ultimo concerto a Clear Lake, Iowa. I rottami e i corpi furono rintracciati solo la mattina dopo. Il 3 febbraio del '59 fu definito «il giorno in cui morì la musica»
Holly aveva 22 anni, aveva iniziato a incidere dischi sotto l’influsso dell’Elvis Presley prima maniera ma a differenza di «the King», mero esecutore, scriveva anche i suoi testi e la sua musica. Era un grande sperimentatore, stakanovista degli studi di incisione (per almeno dieci anni i suoi produttori hanno pubblicato dischi recuperando quasi dalla spazzatura perfino le registrazioni fatte in casa). Se Elvis Presley seppe far apprezzare dai bianchi i tratti della musica nera, in un concerto all’Apollo di New York del 1958 Buddy Holly e i suoi Crickets seppero farsi applaudire da un pubblico di tutti neri. Tanti big degli anni successivi hanno ammesso l’influsso di Holly sul loro lavoro: Bruce Springsteen, Elvis Costello (che agli inizi ne sembrava un sosia) Bob Dylan e Paul McCartney sono stati i più convinti. L'ex Beatle addirittura si è assicurato i diritti di riproduzione dell’intero catalogo di Holly e ha prodotto un documentario sulla sua vita.
 Morire giovane ti aiuta a diventare una leggenda, certo, ma nel caso di Holly c'è la sua musica a giustificare un rispetto e un’ammirazione che dureranno ancora a lungo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47 Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

gazzareporter

Barriera Repubblica, l'orologio non si è aggiornato con l'ora legale

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

L'INTERVISTA

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Il 31 marzo il comico sarà al Paganini

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

1commento

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: oggi si visita l'Università

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

2commenti

ITALIA/MONDO

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

14commenti

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa