13°

31°

Spettacoli

Cinema recensioni - The reader

Cinema recensioni - The reader
0

di Lisa Oppici
Pare che il ruolo di Hanna, la protagonista di questo mélo sulla Germania che fa i conti con il suo lato oscuro, travagliata «storia d’amore» che attraversa il Novecento tedesco dal '58 agli anni Novanta, fosse stato destinato in prima battuta a Nicole Kidman. L’ex signora Cruise sarebbe stata costretta a rifiutare «causa gravidanza», lasciando così il campo a Kate Winslet: che qui mette a segno un’altra interpretazione delle sue piazzando un uno-due da ko (l'avete vista in «Revolutionary Road»?). Curioso, questo incrocio casuale tra due attrici che per certi versi sono davvero l’una l’opposto dell’altra: un gran talento sperperato in scelte spesso sbagliate la Kidman, una maturità raggiunta anche a suon di scelte giuste la Winslet, che non si è mai buttata via in film fatti tanto per fare. Qui, con questa interpretazione intessuta insieme di durezza e di fragilità (capace di far parlare lo sguardo, le movenze e anche i più piccoli gesti del suo personaggio, sesta candidatura all'Oscar), Kate Winslet si conferma una delle più grandi attrici di oggi. In questo «The reader» è una 35enne che nella Germania del 1958 intreccia una relazione con un adolescente (Michael) che ha meno della metà dei suoi anni. Il loro è un rapporto profondamente fisico (una vera e propria educazione sessual-sentimentale del ragazzo) che dura un’estate: s'interrompe all’improvviso quando la donna sparisce. Michael se la ritroverà davanti anni dopo, quando da giovane studente di Legge la vedrà imputata in un processo per crimini nazisti: lì inizia per lui un’altra vita, nella quale Hanna, pur «in assenza», rimarrà comunque una costante.

Al centro di questo nuovo lavoro di Stephen Daldry (che dopo «The hours» torna a confrontarsi con un romanzo) c'è la questione della colpa, della Germania che fa i conti con se stessa e si mette sotto processo. Colpa e colpe. Colpe individuali, colpa collettiva: certamente dei singoli che si sono macchiati di atrocità che nessuno potrà mai dimenticare, ma quanto anche di una collettività che - dice uno dei compagni di corso di Michael - non poteva non sapere? Un tema grosso come una casa, difficile, affrontato da Daldry con coraggio, anche se forse (gli era già accaduto con «The hours», che aveva dietro lo splendido libro di Cunningham) volando più basso di quanto avrebbe potuto, non sfruttando appieno la profondità di riflessione che il tema stesso suggeriva. Luci e ombre, dunque. Bella tutta la prima parte, quella dell’iniziazione sessuale del ragazzo, e bella anche la parte relativa al processo, efficacemente intensa quando questo raggiunge il suo culmine drammatico. Più sfilacciato tutto ciò che viene dopo, quando i tempi si dilatano troppo, il film sbanda e anche le scelte registiche appaiono meno felici; il finale, poi è una «chiusura del cerchio» quasi elementare, da compitino buttato giù senza sforzo. Della Winslet (che in scena passa dai 35 ai settant'anni) s'è detto: bravissima (anche se il suo film dell’anno è «Revolutionary Road»). Accanto a lei un Ralph Fiennes abbastanza monocorde (meglio Michael ragazzo: David Kross) e, in un piccolo doppio ruolo, una Lena Olin sorprendente. Da premio il trucco. Giudizio 3/5

LA SCHEDA
 
REGIA: STEPHEN DALDRY
SCENEGGIATURA: DAVID HARE (dal romanzo «Der Vorslere» di Bernhard Schlink)
INTERPRETI: KATE WINSLET, RALPH FIENNES, DAVID KROSS, BRUNO GANZ, LENA OLIN
FOTOGRAFIA: CHRIS MENGES, ROGER DEAKINS
GENERE: DRAMMATICO
USA/Germania 2008, colore, 2 h e 4'
DOVE:  CINECITY
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

1commento

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Ruspe al lavoro nel laghetto del Ducale (1995)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«+50 no limits» Idee e proposte per i migliori anni

INIZIATIVE

«+50 no limits»: idee e proposte per i migliori anni

Lealtrenotizie

Una lettrice: "Un uomo nudo nel piazzale della stazione"

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

11commenti

PARMA

Secondo caso di tubercolosi al Rondani: studente ricoverato al Maggiore

Il ragazzo, minorenne, è in buone condizioni di salute

1commento

Parma

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave Foto

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

8commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

Carabinieri

Spaccio a domicilio: arrestato 30enne a Sorbolo

CASALTONE

Auto esce di strada e si ribalta: ferita una ragazza

Sorbolo

Cassaforte smurata, ladri a colpo sicuro

Furti

Vicofertile, gli abitanti vogliono i vigilantes

INCIDENTE

Scooter contro auto nel Piacentino: morto 29enne portato al Maggiore

Lega Pro

Lucca? Parla Longobardi

Satira

Elezioni: i candidati nel mirino

3commenti

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

L'EVENTO

Cantine aperte: il vino di Parma protagonista

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MONZA

Ragazza violentata per anni e sequestrata per punizione: 24enne in manette

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

Gazzareporter

"En passant", crepuscolo parmigiano

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

1commento

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover