Spettacoli

"Tanti saluti": la morte (e la vita) sul palco del Teatro Due

"Tanti saluti": la morte (e la vita) sul palco del Teatro Due
0

Accanimento terapeutico, rifiuto della morte. Temi che incrociano una vicenda, quella di Eluana Englaro, che ha diviso l’Italia di queste settimane, e che sono al centro di "Tanti saluti", il nuovo lavoro dell’attrice veneta Giuliana Musso, applaudita dal pubblico del Teatro al Parco con Sexmachine due anni fa e che andrà in scena sabato 28 febbraio alle 21 al Teatro al Parco nella stagione di teatro contemporaneo organizzata dal Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti.

Tanti saluti è una produzione La Corte Ospitale, con Beatrice Schiros, Gianluigi Meggiorin, Giuliana Musso, regia di Massimo Somaglino, direzione clown Maril Van Den Broek, ricerca e drammaturgia di Giuliana Musso. Uno spettacolo che racconta, con la forza del riso e dell’acuta analisi sociale, come si muore in Italia oggi. Un progetto che diventa oggi tremendamente attuale, ma non nasce sull’onda emotiva delle recenti vicende di cronaca. Perché ciò che rende originali tutti i suoi lavori è che la Musso arriva al palcoscenico dopo un’indagine profonda, un percorso che ha affinità col lavoro d’inchiesta giornalistica d’alto livello. Non a caso il suo spettacolo Nati in casa è stato trasmesso da Milena Gabanelli in una puntata di Report. Il nascere e il morire: mentre in quello spettacolo era il nascere il centro dell’attenzione sensibile dell’attrice, Tanti saluti racconta le paure, gli smarrimenti e le soluzioni paradossali che mettiamo in atto di fronte alla morte.

“Tanti saluti - spiega Giuliana Musso - vuole esplorare, attraverso una ricerca di stampo sociologico, il tema del morire ai nostri tempi. Abbiamo raccolto testimonianze e racconti dai principali protagonisti dell’evento: medici, infermieri, familiari e morenti. Abbiamo visitato i teatri del morire: ospizi,  ospedali, hospice, case. Indagato le sue nuove declinazioni: cure palliative, accanimento terapeutico, protocolli di rianimazione, eutanasia”.

A raccontare la morte saranno tre clown. “Chi ci può condurre attraverso le sabbie mobili di queste contraddizioni e paradossi se non un clown? – spiega la Musso -. Chi può rappresentare le nostre paure senza terrorizzarci e proporci un sano “memento mori” senza trasformarci tutti in monaci trappisti? Ridere di questi argomenti è necessario, utile, illuminante. Non è forse ridicola fino alle lacrime la nostra stupida pretesa d’immortalità? Si ride del pannolone per incontinenti per sopportarne meglio l’idea, si ride della morte per non finire nella trappola del horror vacui che ci può paralizzare a tal punto da non riuscire più a vivere. Ridere per sdrammatizzare, per riconoscerci e fare banda, per stemperare il nichilista “tanto si deve morire” che toglie senso alla vita stessa. E poi abbracciare il pensiero della nostra fine con un sorriso ci  può aiutare ad infondere alla nostra esperienza di vita e di morte una leggerezza densa e liberatrice. Infine: ridere perché l’opera artistica possa, di fronte alla morte, balbettare senza vergogna”.
 
Biglietteria: dal martedì a venerdì dalle 10.30 alle 14.30 al Teatro al Parco. Tel 0521 993818- Biglietteria online: www.briciole.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

4commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

referendum

seggi

Referendum, urne aperte e discreta affluenza. Istruzioni per l'uso

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

1commento

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

5commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

10commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

COMMENTO

Un post per i posteri

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti