13°

31°

Spettacoli

Cinema recensioni - Iago

Cinema recensioni - Iago
0

di Lisa Oppici
Sorpresa: Iago è buono, e se diventa «cattivo» è solo per difendersi, per vendicarsi, perché gli hanno rubato tutto: la donna e l’arte. Il vero cattivo è Otello, il moro, che arriva a Venezia da Parigi per far scintille e si ritrova con un pugno di mosche. Desdemona... beh, Desdemona è ambiziosa e potenzialmente «trasgressiva», ed è il vertice del triangolo.
Eccola qui, la «rivoluzione» di Volfango De Biasi: che porta Shakespeare nel 2009 e riscrive l’Otello a modo suo in questo film «liberamente ispirato» (così nei titoli di coda) all’opera del Bardo.
Il risultato? Un disastro. Un delirio (in senso pieno, etimologico). Altro che rivoltarsi nella tomba: il povero William l’avrà disintegrata per la rabbia, la tomba.

Ecco, appunto: dimenticate Shakespeare; quello classico, senz'altro, ma anche le trasposizioni più ardite e più apparentemente lontane, come il «Romeo + Juliet» di Baz Luhrmann. Qui siamo davvero su un altro pianeta: un brutto pianeta.
Dunque: Iago è un giovanotto squattrinato e di modesta estrazione ma pieno di talento, studia architettura a Venezia ed è il più bravo del suo corso. Il suo cuore batte per Desdemona, la figlia del rettore Brabanzio, la quale sembra ricambiare ma che invece lo molla su due piedi quando in città compare Otello, figlio di un architetto strafamoso e compare d’intrallazzi di Brabanzio.
Ovvio che le preferenze del rettore vadano proprio a Otello, e che a lui sia affidato il coordinamento di un progetto per la Biennale che Iago pensava di avere in tasca.

Defraudato dell’arte e dell’amore, Iago cerca vendetta e comincia a tramare, aiutato da Emilia e Roderigo, per demolire Otello e la sua faccia tosta, e alla fine riconquistare Desdemona.
Se l’opera prima di De Biasi («Come tu mi vuoi», otto milioni di euro al botteghino) era l’ennesimo lavorino generazionale, un film che è generoso definire modesto, qui andiamo ancora più in là. Siamo di fronte a un autentico pasticcio, un pateracchio dall’inizio alla fine.

Scritto male, con dialoghi terrificanti e personaggi improponibili (il playboy Cassio su tutti), recitato peggio (l'unico che se la cava, forse, è Gabriele Lavia; Vaporidis non convince praticamente mai), volgare come solo certe scollacciate commedie italiane degli anni Settanta hanno saputo essere, questo «Iago» riesce nell’impresa di disintegrare Shakespeare non arrivando a restituirne alcuna scintilla: nessuna profondità, nessuna capacità di «graffiare», banalità a bizzeffe, un’analisi sociale tagliata con l’accetta, frasi da carta dei cioccolatini. Inutile girarci intorno: è un film debolissimo, quasi imbarazzante.
Giudizio: 1/5

SCHEDA
REGIA: VOLFANGO DE BIASI
SCENEGGIATURA: VOLFANGO DE BIASI, FELICE DI BASILIO
INTERPRETI: NICOLAS VAPORIDIS, LAURA CHIATTI, GABRIELE LAVIA, AURELIEN GAYA, LORENZO GLEIJESES
FOTOGRAFIA: ENRICO LUCIDI
MONTAGGIO: STEFANO CHIERCHIÉ
SCENOGRAFIA: GIULIANO PANNUTI
COSTUMI: MONICA CELESTE
GENERE: DRAMMATICO
Italia, colore, 1 h e 40'
DOVE: CAPITOL, CINECITY, WARNER, CRISTALLO FIDENZA

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

1commento

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington

Sport

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Les Caves

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

Lealtrenotizie

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave

Parma

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave Foto

CASALTONE

Auto esce di strada e si ribalta: ferita una ragazza

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

3commenti

Parma

Una lettrice: "Un uomo nudo nel piazzale della stazione"

Sorbolo

Cassaforte smurata, ladri a colpo sicuro

Furti

Vicofertile, gli abitanti vogliono i vigilantes

Criminalità

Salso, anziana rapinata: le rubano catenina e orologio d'oro

Lega Pro

Lucca? Parla Longobardi

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

INCIDENTE

Scooter contro auto nel Piacentino: morto 29enne portato al Maggiore

L'EVENTO

Cantine aperte: il vino di Parma protagonista

Satira

Elezioni: i candidati nel mirino

1commento

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

MILANO

Al via l'assemblea di Parmalat, Chersicla rinuncia a presiedere

PARMA

A fuoco deposito di carta e campana del vetro: due incendi in viale Fratti e via Trieste

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

URBINO

Bimbo morto di otite: indagati il medico e i genitori, donati gli organi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover