19°

30°

musica

Battiato incanta il Teatro Regio con la sua "essenza del reale"

Crescendo di emozioni tra brani nuovi e capolavori della tradizione arabo-andalusa

Battiato incanta il Teatro Regio con la sua "essenza del reale"
0

 

ucia Brighenti
«I viandanti vanno in cerca di ospitalità / nei villaggi assolati / e nei bassifondi dell’immensità / e si addormentano sopra i guanciali della terra». L’esilio, la fuga, la ricerca di un luogo, non proprio geografico, sono temi che ricorrono nell’opera di Franco Battiato e che si ritrovano in «Diwan – l’essenza del reale», attraverso le parole del poeta arabo Ibn Hamdis. Andato in scena ieri sera al Teatro Regio di Parma, lo spettacolo del cantautore siciliano riscopre la scuola poetica araba fiorita in Sicilia nel medioevo, soprattutto attraverso la raccolta di poesie in persiano di Ibn Hamdis, che dall’isola invasa dai Normanni dovette fuggire nella Spagna che per lui divenne, secondo Battiato, «come una madre cosmica». Il viaggio, la nostalgia, l’abbandono sono quindi al centro di queste poesie, insieme con l’erotismo e l’osservazione della natura. Temi che lo legano al cantautore insieme all’amore per la Sicilia, terra che diventa un punto di contatto tra Oriente e Occidente, rapporto che da sempre permea le canzoni di Battiato. Un contatto sottolineato tanto da sovrapporre la lingua araba al dialetto siciliano, come in «Un solo bacio», cantato da una bravissima Etta Scollo con il cantautore in cui il testo si sovrapponeva alla recitazione in arabo, parole diverse ma entrambe permeate dallo stesso ritmo, già musica nella parola. 
Lo spettacolo univa brani scritti appositamente per questo progetto come «Aurora» sul testo di Ibn Hamdis (tradotto da Nabil Salameh) con la musica dello stesso Battiato, la ripresa di lavori già fatti sui poeti arabi siciliani, come «Corro con te», tratta dall’album «Il fiore splendente» del 2008 con il testo di Ibn Hamdis e la musica di Etta Scollo; nuovi arrangiamenti di celebri canzoni come le «Sacre Sinfonie del Tempo», una canzone dei Radiodervish come «Al Maya», ed esecuzioni di capolavori della tradizione medievale arabo-andalusa. Un crescendo di emozione, dai momenti più meditativi come con «Haiku», alla struggente nostalgia di «Sicilia mia» in cui Ibd Hamdis ricorda la sua isola. E ancora «Veni l’autunnu», «Hat Ya Saki», «L’ombra della luce», «Lode all’inviolato», «Niente è come sembra», «Strade dell’est», «Hbibi», «Lontano», «Personalità empirica», «Arabian song» hanno intessuto un programma terminato, almeno nella sua parte «ufficiale» con «Foghin Nakhal», canto tradizionale Sufi realizzato da tutti i musicisti al gran completo.
 Battiato è stato infatti accompagnato in questo viaggio affascinante da un ensemble multietnico di musicisti di prima qualità: Nabil Salameh dei Radiodervish (voce), Sakina Al Azami (voce) il tastierista e collaboratore di Battiato Carlo Guaitoli, Gianluca Ruggeri della PMCE (percussioni), Jamal Ouassini (violino), Alfred Hajjar (Nay) e Ramzi Aburedwan fondatore degli Al Kamandjti (Bouzuo e viola).?«Il programma sarebbe finito» ha annunciato Battiato al termine, ma un pubblico foltissimo ha protestato a gran voce, ottenendo alcuni titoli attesissimi come «Magic Shop», «La Cura» (e qui dal pubblico gli urlano «sei la forza di Dio» e Battiato, che concede qualche concisa battuta qua e là, risponde «Nun t’allargà») poi ancora con il cantautore intona «Stranizza d’amuri» e, per finire, «Voglio vederti danzare» preso alla lettera dal pubblico che è corso a ballare sotto il palcoscenico.
Eri al concerto?
Manda un commento
L
Lucia Brighenti

 

«I viandanti vanno in cerca di ospitalità / nei villaggi assolati / e nei bassifondi dell’immensità / e si addormentano sopra i guanciali della terra». 

L’esilio, la fuga, la ricerca di un luogo, non proprio geografico, sono temi che ricorrono nell’opera di Franco Battiato e che si ritrovano in «Diwan – l’essenza del reale», attraverso le parole del poeta arabo Ibn Hamdis. Andato in scena ieri sera al Teatro Regio di Parma, lo spettacolo del cantautore siciliano riscopre la scuola poetica araba fiorita in Sicilia nel medioevo, soprattutto attraverso la raccolta di poesie in persiano di Ibn Hamdis......................................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

Eri al concerto? Manda un commento

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Naufragio

colombia

La nave barcolla poi affonda: 6 morti

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Furto ai danni delle strutture sportive presso la sede del Campus Universitario

polizia

Blitz dei ladri nella notte al Palacampus

Elezioni 2017

Federico Pizzarotti rieletto sindaco con il 57,87% dei voti La festa (foto)

Ecco come sarà il nuovo Consiglio

19commenti

parma

Furto da "Amor di Patata", all'ombra del duomo: è sparita la cassa

Il caso

Casaltone, un paese diviso in due

1commento

scuola

Maturità: oggi la terza e ultima prova scritta

Asessuali

Vivere in astinenza: il documentario della parmigiana Soresini

1commento

Serie B

Le avversarie del Parma ai raggi X

industriali

Upi, oggi l'assemblea al Regio con il ministro Delrio. Diretta Tv Parma (16:45)

Poggio di Sant'Ilario

Dà fuoco alla stanza e ustiona moglie e figlia

Lutto

Laurano dice addio a «Ester» la centenaria

Fidenza

Piazza Grandi, operazione recupero archeologico

Integrazione

Fine del Ramadan, una festa condivisa

1commento

Promozione

Apolloni: «Felice per questa B»

BALLOTTAGGIO

"Effetto Parma" festeggia. Pizzarotti: "Altri cinque anni entusiasmanti" Video

L'intervista di TvParma: "Penso che per questa vittoria abbiano pesato la nostra concretezza e i nostri contenuti"

9commenti

elezioni 2017

Lavagetto (Pd): "Ora riflessione ma possiamo imparare dalle cose fatte bene" Video

1commento

elezioni 2017

Ballottaggio, affluenza al 45,17%

Calo in tutti i Comuni dell'Emilia-Romagna 

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

2commenti

ITALIA/MONDO

elezioni 2017

Il trionfo-ritorno del centrodestra: 16 capoluoghi, presa Genova. Crollo del Pd

Boretto

La villetta va a fuoco, famiglia salvata dal gatto

SOCIETA'

televisione

Rissa al Grande Fratello UK: interviene la security Video

elezioni 2017

Genova: elettore al seggio con cane al seguito Foto

SPORT

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

SERIE A

Donnarumma inneggia a Raiola, poi si scusa con i tifosi. Dopo l'Europeo incontro con il Milan

MOTORI

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande