19°

29°

musica

Battiato incanta il Teatro Regio con la sua "essenza del reale"

Crescendo di emozioni tra brani nuovi e capolavori della tradizione arabo-andalusa

Battiato incanta il Teatro Regio con la sua "essenza del reale"
Ricevi gratis le news
0

 

ucia Brighenti
«I viandanti vanno in cerca di ospitalità / nei villaggi assolati / e nei bassifondi dell’immensità / e si addormentano sopra i guanciali della terra». L’esilio, la fuga, la ricerca di un luogo, non proprio geografico, sono temi che ricorrono nell’opera di Franco Battiato e che si ritrovano in «Diwan – l’essenza del reale», attraverso le parole del poeta arabo Ibn Hamdis. Andato in scena ieri sera al Teatro Regio di Parma, lo spettacolo del cantautore siciliano riscopre la scuola poetica araba fiorita in Sicilia nel medioevo, soprattutto attraverso la raccolta di poesie in persiano di Ibn Hamdis, che dall’isola invasa dai Normanni dovette fuggire nella Spagna che per lui divenne, secondo Battiato, «come una madre cosmica». Il viaggio, la nostalgia, l’abbandono sono quindi al centro di queste poesie, insieme con l’erotismo e l’osservazione della natura. Temi che lo legano al cantautore insieme all’amore per la Sicilia, terra che diventa un punto di contatto tra Oriente e Occidente, rapporto che da sempre permea le canzoni di Battiato. Un contatto sottolineato tanto da sovrapporre la lingua araba al dialetto siciliano, come in «Un solo bacio», cantato da una bravissima Etta Scollo con il cantautore in cui il testo si sovrapponeva alla recitazione in arabo, parole diverse ma entrambe permeate dallo stesso ritmo, già musica nella parola. 
Lo spettacolo univa brani scritti appositamente per questo progetto come «Aurora» sul testo di Ibn Hamdis (tradotto da Nabil Salameh) con la musica dello stesso Battiato, la ripresa di lavori già fatti sui poeti arabi siciliani, come «Corro con te», tratta dall’album «Il fiore splendente» del 2008 con il testo di Ibn Hamdis e la musica di Etta Scollo; nuovi arrangiamenti di celebri canzoni come le «Sacre Sinfonie del Tempo», una canzone dei Radiodervish come «Al Maya», ed esecuzioni di capolavori della tradizione medievale arabo-andalusa. Un crescendo di emozione, dai momenti più meditativi come con «Haiku», alla struggente nostalgia di «Sicilia mia» in cui Ibd Hamdis ricorda la sua isola. E ancora «Veni l’autunnu», «Hat Ya Saki», «L’ombra della luce», «Lode all’inviolato», «Niente è come sembra», «Strade dell’est», «Hbibi», «Lontano», «Personalità empirica», «Arabian song» hanno intessuto un programma terminato, almeno nella sua parte «ufficiale» con «Foghin Nakhal», canto tradizionale Sufi realizzato da tutti i musicisti al gran completo.
 Battiato è stato infatti accompagnato in questo viaggio affascinante da un ensemble multietnico di musicisti di prima qualità: Nabil Salameh dei Radiodervish (voce), Sakina Al Azami (voce) il tastierista e collaboratore di Battiato Carlo Guaitoli, Gianluca Ruggeri della PMCE (percussioni), Jamal Ouassini (violino), Alfred Hajjar (Nay) e Ramzi Aburedwan fondatore degli Al Kamandjti (Bouzuo e viola).?«Il programma sarebbe finito» ha annunciato Battiato al termine, ma un pubblico foltissimo ha protestato a gran voce, ottenendo alcuni titoli attesissimi come «Magic Shop», «La Cura» (e qui dal pubblico gli urlano «sei la forza di Dio» e Battiato, che concede qualche concisa battuta qua e là, risponde «Nun t’allargà») poi ancora con il cantautore intona «Stranizza d’amuri» e, per finire, «Voglio vederti danzare» preso alla lettera dal pubblico che è corso a ballare sotto il palcoscenico.
Eri al concerto?
Manda un commento
L
Lucia Brighenti

 

«I viandanti vanno in cerca di ospitalità / nei villaggi assolati / e nei bassifondi dell’immensità / e si addormentano sopra i guanciali della terra». 

L’esilio, la fuga, la ricerca di un luogo, non proprio geografico, sono temi che ricorrono nell’opera di Franco Battiato e che si ritrovano in «Diwan – l’essenza del reale», attraverso le parole del poeta arabo Ibn Hamdis. Andato in scena ieri sera al Teatro Regio di Parma, lo spettacolo del cantautore siciliano riscopre la scuola poetica araba fiorita in Sicilia nel medioevo, soprattutto attraverso la raccolta di poesie in persiano di Ibn Hamdis......................................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

Eri al concerto? Manda un commento

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti