12°

In solitario

Nell'oceano delle mille contraddizioni di oggi

In Francia è stato un successo

Nell'oceano delle mille contraddizioni di oggi
Ricevi gratis le news
0

 

In Francia è andato a gonfie vele, sorprendendo più della rimonta di Oracle: forse perché nell’oceano delle mille contraddizioni del presente, le onde del destino sono schiaffi capaci anche di risvegliare la coscienza. O forse perché, più semplicemente, tra una virata e l’altra, l’avventura umana prevale sull'epica sportiva e   il vento soffia sulle ali del volemose bene. 
E’ roba da lupi di mare, ma è anche, allo stesso tempo, un prodotto accattivante per il grande pubblico, «In solitario», successone in Francia (dietro le quinte ci sono i re Mida di «Quasi amici»...) in cui non è solo per dire che siamo tutti sulla stessa barca. Che poi è quella di Yann, burbero velista che fa rotta sulla Vendée Globe, estenuante regata intorno al mondo. Una sfida che deve affrontare da solo: se non che un giorno Yann si ritrova sulla barca un giovane clandestino della Mauritania, spaventato e affamato... Spettacolare nelle sequenze in mare aperto (cinetiche e concitate: con tanto di citazione del salvataggio da parte di Soldini della Autissier), ma nazional-popolare (tra canzoni «furbe» e marinai brava gente) per il resto, «In solitario», opera prima di Christophe Offenstein, è un film virile sulla scoperta dell’altro che va oltre lo sport movie (di cui comunque conosce la sintassi) costringendo un «eroe per caso» a fare i conti con l’individualismo proprio e di un’epoca, nel solco di un’attualità dove tutti siamo naufraghi. Un po' troppo frettoloso nel lavoro preparatorio (e a volte «facile» nel modo in cui scioglie i nodi), il debutto di Offenstein, nonostante un valido Francois Cluzet, non è però né «Welcome» né «All is lost» (il film con Redford che uscirà l’anno prossimo): ma ha comunque le carte (non solo quelle nautiche) in regola per piacere a tanti. F. Mol.
QQQQQ
IN SOLITARIO (En solitaire)
REGIA: CHRISTOPHE OFFENSTEIN
SCENEGGIATURA: CHRISTOPHE OFFENSTEIN e JEAN COTTIN DA UN'IDEA DI FRÉDÉRIC PETITJEAN
INTERPRETI:  FRANCOIS CLUZET, SAMY SEGHIR, VIRGINIE EFIRA, GUILLAUME CANET, KARINE VENASSE 
Francia 2013, colore, 1 h e 37'
GENERE: DRAMMATICO
DOVE: THE SPACE BARILLA CENTER, THE SPACE CAMPUS
In Francia è andato a gonfie vele, sorprendendo più della rimonta di Oracle: forse perché nell’oceano delle mille contraddizioni del presente, le onde del destino sono schiaffi capaci anche di risvegliare la coscienza. O forse perché, più semplicemente, tra una virata e l’altra, l’avventura umana prevale sull'epica sportiva e   il vento soffia sulle ali del volemose bene. E’ roba da lupi di mare, ma è anche, allo stesso tempo, un prodotto accattivante per il grande pubblico, «In solitario», successone in Francia (dietro le quinte ci sono i re Mida di «Quasi amici»...) in cui non è solo per dire che siamo tutti sulla stessa barca. Che poi è quella di Yann, burbero velista che fa rotta sulla Vendée Globe, estenuante regata intorno al mondo. Una sfida che deve affrontare da solo: se non che un giorno Yann si ritrova sulla barca un giovane clandestino della Mauritania, spaventato e affamato... Spettacolare nelle sequenze in mare aperto (cinetiche e concitate: con tanto di citazione del salvataggio da parte di Soldini della Autissier), ma nazional-popolare (tra canzoni «furbe» e marinai brava gente) per il resto, «In solitario», opera prima di Christophe Offenstein, è un film virile sulla scoperta dell’altro che va oltre lo sport movie (di cui comunque conosce la sintassi) costringendo un «eroe per caso» a fare i conti con l’individualismo proprio e di un’epoca, nel solco di un’attualità dove tutti siamo naufraghi. Un po' troppo frettoloso nel lavoro preparatorio (e a volte «facile» nel modo in cui scioglie i nodi), il debutto di Offenstein, nonostante un valido Francois Cluzet, non è però né «Welcome» né «All is lost» (il film con Redford che uscirà l’anno prossimo): ma ha comunque le carte (non solo quelle nautiche) in regola per piacere a tanti.

 

 F. Mol.

GIUDIZIO **
I

IN SOLITARIO (En solitaire)

REGIA: CHRISTOPHE OFFENSTEIN

SCENEGGIATURA: CHRISTOPHE OFFENSTEIN e JEAN COTTIN DA UN'IDEA DI FRÉDÉRIC PETITJEAN

INTERPRETI:  FRANCOIS CLUZET, SAMY SEGHIR, VIRGINIE EFIRA, GUILLAUME CANET, KARINE VENASSE 

Francia 2013, colore, 1 h e 37'

GENERE: DRAMMATICO

DOVE: THE SPACE BARILLA CENTER, THE SPACE CAMPUS





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I regali di Natale per lui

PGN

I regali di Natale per lui

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

2commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

carabinieri

Traffico rifiuti a Livorno, sei arresti. Intercettazioni choc: "I bambini? Che muoiano"

1commento

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260