In solitario

Nell'oceano delle mille contraddizioni di oggi

In Francia è stato un successo

Nell'oceano delle mille contraddizioni di oggi
0

 

In Francia è andato a gonfie vele, sorprendendo più della rimonta di Oracle: forse perché nell’oceano delle mille contraddizioni del presente, le onde del destino sono schiaffi capaci anche di risvegliare la coscienza. O forse perché, più semplicemente, tra una virata e l’altra, l’avventura umana prevale sull'epica sportiva e   il vento soffia sulle ali del volemose bene. 
E’ roba da lupi di mare, ma è anche, allo stesso tempo, un prodotto accattivante per il grande pubblico, «In solitario», successone in Francia (dietro le quinte ci sono i re Mida di «Quasi amici»...) in cui non è solo per dire che siamo tutti sulla stessa barca. Che poi è quella di Yann, burbero velista che fa rotta sulla Vendée Globe, estenuante regata intorno al mondo. Una sfida che deve affrontare da solo: se non che un giorno Yann si ritrova sulla barca un giovane clandestino della Mauritania, spaventato e affamato... Spettacolare nelle sequenze in mare aperto (cinetiche e concitate: con tanto di citazione del salvataggio da parte di Soldini della Autissier), ma nazional-popolare (tra canzoni «furbe» e marinai brava gente) per il resto, «In solitario», opera prima di Christophe Offenstein, è un film virile sulla scoperta dell’altro che va oltre lo sport movie (di cui comunque conosce la sintassi) costringendo un «eroe per caso» a fare i conti con l’individualismo proprio e di un’epoca, nel solco di un’attualità dove tutti siamo naufraghi. Un po' troppo frettoloso nel lavoro preparatorio (e a volte «facile» nel modo in cui scioglie i nodi), il debutto di Offenstein, nonostante un valido Francois Cluzet, non è però né «Welcome» né «All is lost» (il film con Redford che uscirà l’anno prossimo): ma ha comunque le carte (non solo quelle nautiche) in regola per piacere a tanti. F. Mol.
QQQQQ
IN SOLITARIO (En solitaire)
REGIA: CHRISTOPHE OFFENSTEIN
SCENEGGIATURA: CHRISTOPHE OFFENSTEIN e JEAN COTTIN DA UN'IDEA DI FRÉDÉRIC PETITJEAN
INTERPRETI:  FRANCOIS CLUZET, SAMY SEGHIR, VIRGINIE EFIRA, GUILLAUME CANET, KARINE VENASSE 
Francia 2013, colore, 1 h e 37'
GENERE: DRAMMATICO
DOVE: THE SPACE BARILLA CENTER, THE SPACE CAMPUS
In Francia è andato a gonfie vele, sorprendendo più della rimonta di Oracle: forse perché nell’oceano delle mille contraddizioni del presente, le onde del destino sono schiaffi capaci anche di risvegliare la coscienza. O forse perché, più semplicemente, tra una virata e l’altra, l’avventura umana prevale sull'epica sportiva e   il vento soffia sulle ali del volemose bene. E’ roba da lupi di mare, ma è anche, allo stesso tempo, un prodotto accattivante per il grande pubblico, «In solitario», successone in Francia (dietro le quinte ci sono i re Mida di «Quasi amici»...) in cui non è solo per dire che siamo tutti sulla stessa barca. Che poi è quella di Yann, burbero velista che fa rotta sulla Vendée Globe, estenuante regata intorno al mondo. Una sfida che deve affrontare da solo: se non che un giorno Yann si ritrova sulla barca un giovane clandestino della Mauritania, spaventato e affamato... Spettacolare nelle sequenze in mare aperto (cinetiche e concitate: con tanto di citazione del salvataggio da parte di Soldini della Autissier), ma nazional-popolare (tra canzoni «furbe» e marinai brava gente) per il resto, «In solitario», opera prima di Christophe Offenstein, è un film virile sulla scoperta dell’altro che va oltre lo sport movie (di cui comunque conosce la sintassi) costringendo un «eroe per caso» a fare i conti con l’individualismo proprio e di un’epoca, nel solco di un’attualità dove tutti siamo naufraghi. Un po' troppo frettoloso nel lavoro preparatorio (e a volte «facile» nel modo in cui scioglie i nodi), il debutto di Offenstein, nonostante un valido Francois Cluzet, non è però né «Welcome» né «All is lost» (il film con Redford che uscirà l’anno prossimo): ma ha comunque le carte (non solo quelle nautiche) in regola per piacere a tanti.

 

 F. Mol.

GIUDIZIO **
I

IN SOLITARIO (En solitaire)

REGIA: CHRISTOPHE OFFENSTEIN

SCENEGGIATURA: CHRISTOPHE OFFENSTEIN e JEAN COTTIN DA UN'IDEA DI FRÉDÉRIC PETITJEAN

INTERPRETI:  FRANCOIS CLUZET, SAMY SEGHIR, VIRGINIE EFIRA, GUILLAUME CANET, KARINE VENASSE 

Francia 2013, colore, 1 h e 37'

GENERE: DRAMMATICO

DOVE: THE SPACE BARILLA CENTER, THE SPACE CAMPUS





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una patente

Una patente di guida

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

1commento

anteprima gazzetta

Il caso di via D'Azeglio: "Il supermercato non deve chiudere" Video

Allarme povertà, la comunità di Sant'Egidio raddoppia il pranzo di Natale

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

Comune

Bilancio: tutti gli interventi previsti nel 2017 assessorato per assessorato

1commento

REGALI DI NATALE 2016

Scopri il regalo giusto per il tuo lui

Calciomercato

Il Parma voleva Castagnetti. Ma era legato a Vagnati

Il mancato arrivo in casa crociata del direttore sportivo della Spal si collega anche a un retroscena di mercato.

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

1commento

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti