Teatro al Parco

"Vivere spettinata": donne e disabilità vanno in scena

Spettacolo ad ingresso gratuito, nell'ambito della Giornata mondiale delle persone con disabilità

"Vivere spettinata: donne e disabilità"

Un momento dello spettacolo "Vivere spettinata"

0

 

La giornata mondiale delle persone con disabilità a teatro. L’appuntamento è per martedì 3 dicembre al Teatro al Parco (parco Ducale 1), dove a partire dalle 21 andrà in scena “Vivere spettinata. Donne e disabilità”. Lo spettacolo, di e con Virginia Canali, Alessandra Cinque, Giuliana Costanzo, Annalisa Dall’Asta, Fernanda Esposito, Elisa Longeri e Franca Tragni, è curato da Franca Tragni, è promosso dalla Provincia di Parma e realizzato da Europa Teatri. L’ingresso è gratuito.
“Vivere spettinata. Donne e disabilità” rappresenta il momento conclusivo di un lungo confronto sulla disabilità intrapreso da un gruppo di lavoro organizzato dalla Provincia e formato da ragazze disabili. Al termine del percorso, il gruppo ha individuato nello spettacolo teatrale la modalità giusta per dare voce alle proprie riflessioni: per questo le ragazze hanno deciso di partecipare, insieme a ragazze non disabili, al laboratorio teatrale “Genere e disabilità”, curato da Franca Tragni, che le ha condotte, insieme alla Tragni, a scrivere il testo e a creare la messa in scena della pièce.
Sulla scena di “Vivere spettinata” si riflette su cosa significa, in questo preciso momento storico, sociale e culturale, essere donna e disabile, e cioè in una condizione doppiamente difficile da affrontare. Si riflette, però, senza ricorrere a facili pietismi o al tono drammatico a tutti i costi, ma utilizzando le potenti armi del comico, dell'ironia e dell'autoironia, che più di ogni altra cosa sono in grado di smontare pregiudizi e luoghi comuni. 
Da un muro di immagini patinate - in cui sembra rinchiuso l'intero universo femminile standardizzato in canoni di bellezza che paiono irrinunciabili - emergono donne vere, che affrontano con le proprie parole e il proprio corpo argomenti come amore, indipendenza, sessualità, paure e desideri.
Lo spettacolo si snoda in un'atmosfera che alterna il registro delle confidenze e dei pettegolezzi fra amiche, anche con un po' di liberatoria malignità, a momenti di riflessione più lirica e profonda: gli stereotipi su genere e disabilità cadono l'uno dopo l'altro, di fronte alla sincerità di sette donne pronte ad affrontare con coraggio e passione ogni tema scomodo, e a spettinarsi di fronte a un mondo che chiede ogni giorno di essere impeccabili  e perfette: una piccola, semplice ribellione che può portare molto lontano.
La giornata mondiale delle persone con disabilità a teatro. L’appuntamento è per martedì 3 dicembre al Teatro al Parco (parco Ducale 1), dove a partire dalle 21 andrà in scena “Vivere spettinata. Donne e disabilità”. Lo spettacolo, di e con Virginia Canali, Alessandra Cinque, Giuliana Costanzo, Annalisa Dall’Asta, Fernanda Esposito, Elisa Longeri e Franca Tragni, è curato da Franca Tragni, è promosso dalla Provincia di Parma e realizzato da Europa Teatri. L’ingresso è gratuito.
“Vivere spettinata. Donne e disabilità” rappresenta il momento conclusivo di un lungo confronto sulla disabilità intrapreso da un gruppo di lavoro organizzato dalla Provincia e formato da ragazze disabili. Al termine del percorso, il gruppo ha individuato nello spettacolo teatrale la modalità giusta per dare voce alle proprie riflessioni: per questo le ragazze hanno deciso di partecipare, insieme a ragazze non disabili, al laboratorio teatrale “Genere e disabilità”, curato da Franca Tragni, che le ha condotte, insieme alla Tragni, a scrivere il testo e a creare la messa in scena della pièce.Sulla scena di “Vivere spettinata” si riflette su cosa significa, in questo preciso momento storico, sociale e culturale, essere donna e disabile, e cioè in una condizione doppiamente difficile da affrontare. Si riflette, però, senza ricorrere a facili pietismi o al tono drammatico a tutti i costi, ma utilizzando le potenti armi del comico, dell'ironia e dell'autoironia, che più di ogni altra cosa sono in grado di smontare pregiudizi e luoghi comuni. Da un muro di immagini patinate - in cui sembra rinchiuso l'intero universo femminile standardizzato in canoni di bellezza che paiono irrinunciabili - emergono donne vere, che affrontano con le proprie parole e il proprio corpo argomenti come amore, indipendenza, sessualità, paure e desideri.Lo spettacolo si snoda in un'atmosfera che alterna il registro delle confidenze e dei pettegolezzi fra amiche, anche con un po' di liberatoria malignità, a momenti di riflessione più lirica e profonda: gli stereotipi su genere e disabilità cadono l'uno dopo l'altro, di fronte alla sincerità di sette donne pronte ad affrontare con coraggio e passione ogni tema scomodo, e a spettinarsi di fronte a un mondo che chiede ogni giorno di essere impeccabili  e perfette: una piccola, semplice ribellione che può portare molto lontano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

ROGO

Fidenza, scoppia un incendio:

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti