21°

Teatro alla Scala

Tcherniakov: "Violetta ossessionata dall'amore"

Il regista firma "La Traviata" che sabato inaugura la stagione lirica milanese. Messa in scena "Ne è venuto fuori un linguaggio simile a quello di Ingmar Bergman".

Dmitri Tcherniakov e il soprano Diana Damrau.

Dmitri Tcherniakov e il soprano Diana Damrau.

0

 

Francesco Brancati
Una «Violetta» vista con gli occhi, e col cuore, del pubblico degli anni Duemila, ma rappresentata in un ambiente borghese di metà Ottocento con costumi più moderni, perchè racconta una vicenda d’amore universale, che può accadere oggi come allora. Questa è, molto in sintesi, «La Traviata» di Verdi, così come andrà in scena alla Scala sabato, secondo il suo regista, Dmitri Tcherniakov.
«Un’opera lirica come La Traviata – spiega il regista russo - è stata vista da un pubblico sempre diverso durante i 160 anni che ci dividono dalla prima assoluta a Venezia. E ogni pubblico l'ha vista con i suoi occhi. Ad esempio la prima fece scandalo perchè la protagonista era una cortigiana, e perchè l’azione si svolgeva nell’epoca contemporanea, mentre il melodramma portava sempre in scena epoche più antiche». Oggi certe remore nel pubblico non esistono più e Tcherniakov ha sentito il bisogno di «definire il tema dello spettacolo» in base al sentire dello spettatore di oggi. «Ne è venuto fuori un linguaggio scenico – dice – simile a quello di Ingmar Bergman, che non si perde in spazi aperti ma entro pareti chiuse. Così abbiamo guardato dentro ogni personaggio, mettendone in luce soprattutto i rapporti di tutti noi col sentimento dell’amore». E per coinvolgere di più il pubblico, ha cercato di portare la scenografia più avanti possibile, facendola cominciare alla fine della buca dell’orchestra. Poi, ha scavato nell’anima dei personaggi, parlandone tantissimo con i cantanti durante le prove, chiedendo loro di comprendere il perchè di ogni parola, di ogni movimento sulla scena, come si fa nel teatro di prosa. Quanto a Violetta, la lettura che ne dà Tcherniakov non giudica la vita che fa e non rileva le sue responsabilità morali. Ma guarda al suo sentimento di donna e alla sua particolare vicenda d’amore. «Nei tre atti – dice il regista - vediamo tre donne diverse: nel primo è una donna bellissima, intelligente, libera, che sa bene come trattare con gli uomini e come farsi corteggiare. E Alfredo ci prova. Nel secondo atto, in campagna, è come se Violetta volesse mettere alla prova l’amore di Alfredo». Tcherniakov ammette pure di essersi inventato qualcosa rispetto al libretto, pur di far apparire più vera la sua analisi del personaggio: «Quando papà Germont chiede a Violetta di lasciarlo, lei, che ha appena ricevuto la lettera con l'invito a casa di Flora – racconta il regista – lascia apposta il biglietto aperto sulla scrivania, affinchè Alfredo lo veda e sappia qual è la sua intenzione, lasciandogli quindi un’occasione per scegliere cosa fare». Alla fine Violetta muore, «ma la causa della morte - conclude Tcherniakov – non è tanto la malattia, quanto la sua ossessione dell’amore».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

3commenti

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

1commento

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Il candidato

Laura Cavandoli: Il centrodestra si divide

1commento

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

5commenti

TRAFFICO

Baganzola, accesso alle fiere al rallentatore. Code per chi arriva dall'A1

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

19commenti

gazzareporter

Fontanini o.... Corcagnano?

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

2commenti

WEEKEND

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

Formula 1

La prima pole è firmata Hamilton

Mondiali

l'Italia batte l'Albania (2-0)

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery