12°

Teatro

Gifuni: «Le parole di Pasolini così urticanti da creare vitalità»

L'attore interpreta il poeta: il tema del doppio in «’Na specie di cadavere lunghissimo»

Fabrizio Gifuni

Fabrizio Gifuni

0

 

Mara Pedrabissi
Saluterà l'anno nuovo nelle sale cinematografiche con accento brianzolo, esigenze di copione. Fabrizio Gifuni, da sempre nel girone degli attori «belliebravi», è nel cast stellato (Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Luigi Lo Cascio) del nuovo film di Paolo Virzì, «Il capitale umano», primo approdo al thriller del regista toscano, in uscita il 9 gennaio. L'attore romano, intanto, macina chilometri sulle assi dei palcoscenici italiani: fino a domani sarà alla Pergola di Firenze per arrivare poi, venerdì e sabato prossimi, al Teatro al Parco di Parma, con un classico della contemporaneità, «’Na specie di cadavere lunghissimo», nato nel 2004 per la regia del nostro Giuseppe Bertolucci, in cui dà voce all’ultimo Pasolini. Un monologo composto da due scene, un dialogo a distanza tra figure antinomiche, padre e figlio, vittima e carnefice.
Partiamo da qui, Fabrizio Gifuni, come è nato questo spettacolo?
«Da una doppia spinta. Da un lato sentivo il disagio, il malessere dei tempi in cui eravamo precipitati; dall'altro c'era la forza propositiva del mio amore verso Pasolini che mi aveva portato a concentrarmi su alcuni testi non teatrali, gli "Scritti corsari", le "Lettere luterane", "Siamo tutti in pericolo", "La nuova forma della meglio gioventù", "Abbozzo di sceneggiatura per un film su San Paolo" oltre a quel formidabile poemetto che è “Il Pecora” in cui Giorgio Somalvico, immagina il delirio di chi ha tolto la vita a Pasolini».
Due spinte contrapposte...
«Sì. Chi meglio di Pasolini incarna il senso di opposto, di contrario? Tutta la sua opera è giocata sul doppio e il doppio è il tema dello spettacolo»
Lei gode di un osservatorio privilegiato: come è cambiato il pubblico?
«Ogni spettacolo è di per sé un organismo mobile, vivente. Si fa ogni sera insieme agli sguardi, ai pensieri, ai corpi, ai campi magnetici del pubblico che è un campione della comunità. Ecco, ho la sensazione che in 10 anni questo Paese si sia incattivito molto, che si sia acuita una frattura tra due fronti contrapposti, ora tre perché è montato anche il fronte della protesta. Avverto una minore capacità di ascolto rispetto alle parole di Pasolini. Certe parole creano un pavloviano riflesso di irrigidimento»
Quali parole fanno irrigidire?
«Fascismo, Democrazia Cristiana, piccolo borghese... C'è chi sta da una parte o dall'altra. Immediatamente. Poi nel corso dello spettacolo si arriva alla distensione. Le parole urticanti di Pasolini continuano a produrre - ed è questo il bello - una disperata vitalità»
Lei frequenta e conosce da tempo il pubblico di Parma. Come lo trova?
«E' un pubblico che ha un rapporto molto vivo con il teatro. Qui ci sono storicamente realtà consolidate, nella lirica e nella musica, nella prosa, nella ricerca. Teatro al Parco e Teatro Due sono un patrimonio»
L'abbiamo lasciato in fondo, meritando un posto speciale: Giuseppe Bertolucci
«E' stato l'artista più libero che abbia mai conosciuto. Ho avuto la fortuna di lavorare con lui per 10 anni indimenticabili fatti di gioia, serenità, passione, con l'unico obiettivo di fare bene le cose insieme»
Quando parla, sceglie accuratamente le parole. E' morto Nelson Mandela: quali parole gli dedicherebbe?
«Coraggio, pazienza, luce negli occhi».
Biglietti. Intero: 13 euro, ridotto: 11, under 18: 6 euro, in vendita da domani alla Feltrinelli di via Farini. Al Teatro al Parco da martedì a venerdì dalle 10.30 alle 14.30, il giovedì dalle 10.30 alle 17, online sul sito www.solaresdellearti.it/teatrodellebriciole. Tel 0521 989430.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen Give Teen A Guitar Lesson On Stage

australia

15enne suona sul palco con Springsteen, con tanto di lezione Video

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

11commenti

enti

Allarma Provincia: "Rischiamo di non chiudere il bilancio" Video

Parma

Trasporto pubblico, gara a Busitalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

12commenti

anteprima

Pomeriggio di paura a Collecchio Video

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

lega pro

Piovani: "Il Parma? Un po' Fortana, un po' Malvasia" Video

crocetta

Crocetta, il mistero dell'auto bruciata

autobus

Via Farini, da domani modifica temporanea del percorso del 15

parma calcio

Trasferta di Salò: ecco la prevendita dei biglietti

Boys e Coordinamento organizzano i pullman (tutte le info)

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

2commenti

Parma

Mattinata di incidenti: quattro feriti in poche ore Foto

Gazzareporter

Parma e Torrechiara: scatti invernali

Foto della lettrice Simona

tg parma

Il pugile Fragomeni dona 25mila euro all'Ospedale dei Bambini Video

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

4commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

Novara

Auto sui binari travolta da un treno: salvo il conducente 

Cremona

Napalm artigianale per incendiare la discoteca "rivale": denunciati due giovani

1commento

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

IL CINEFILO

Ecco due film "Molto belli" Video

SPORT

presidente samb

Fedeli: "Parma più simpatico, proveremo a fermare il Venezia"

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti