17°

PRIME TEATRO

Storie di donne e della loro triste fine: ogni riferimento non era casuale

Storie di donne e della loro triste fine: ogni riferimento non era casuale
0

Valeria Ottolenghi

 

Applausi a scena aperta per ogni storia/ personaggio, e poi ancora molto lunghi e sentiti, carichi di calda partecipazione, al termine di «Ferite a morte» di Serena Dandini: tanto pubblico al Teatro Regio per questi ricordi vissuti per i quali, si legge in apertura del programma di sala, «ogni riferimento a fatti e persone realmente esistenti non è affatto casuale». Perché è purtroppo la realtà a offrire materia per questi racconti di morti violente, che in scena sono solo un piccolo esempio: in uno degli schermi, utilizzati in varie forme, anche con belle immagini di volti femminili, scorreranno poi tanti nomi di donne uccise dalla violenta brutalità degli uomini. «Avevamo il mostro in casa e non ce ne eravamo accorte»: inizia così Lella Costa/ Teresa che aveva accettato ogni cosa pur di fingere la quiete familiare, anche un’altra donna in casa. Il suo ultimo bambino morto insieme a lei prima di poter venire alla luce, lei che si dice grata al marito per averle dato una vangata in testa prima di bruciarla viva. Ritorna questa sorta di «umorismo nero», un delirio di dipendenza, anche con altre figure femminili: ad interpretarle, oltre a Lella Costa, spigliate, abili nel mutare ruolo, anche Orsetta de’ Rossi, Giorgia Cardaci e Rita Pelusio. Diverse le nazionalità, le regioni italiani di provenienza, le età. Mutano il ceto sociale, l’ideologia politica, il livello culturale, il grado di libertà e di autonomia. Sembra non esista un particolare ambito sociologico indenne dal rischio morte in famiglia. Bisognerebbe imparare a difendersi presto dall’uomo geloso, possessivo, violento, incapace di vivere in condizione di parità con la donna, ossessionato dall’idea di essere abbandonato. Giustamente si parla di «Spoon River» del femminicidio: si ascoltano più voci, diversi accenti, ogni figura il proprio racconto, storie che terminano spesso con una speciale malinconia. La donna iraniana lapidata per adulterio; l’economista che era arrivata a guadagnare più del marito; la giovane sposa, picchiata già in viaggio di nozze, in fondo morta sin da allora; Amina, sgozzata dal padre e dal fratello perché voleva stare con l’uomo scelto da lei. E così via: strozzate, accoltellate, gettate dalla finestra...la casistica varia anche per le forme d’assassinio. Le attrici, abiti neri e scarpe rosse, sono quasi sempre in scena una alla volta. Ma poi anche tutte e quattro insieme per storie affini, con il persecutore che manda messaggi, si rifiuta di credere di essere stato abbandonato - e chiede un ultimo appuntamento: quello fatale!

FERITE A MORTE
di Serena Dandini (collaborazione ai testi di Maura Misiti)
REGIA: Serena Dandini
CON: Lella Costa, Orsetta de’ Rossi, Giorgia Cardaci, Rita Pelusio
PRODUZIONE: Mismaonda srl – La Contemporanea srl, con il patrocinio del Ministero degli Esteri. Partner ENI
GIUDIZIO: *****

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo "Zoo" di  105,  è morto Leone Di Lernia

spettacoli

Lo "Zoo" di 105, è morto Leone Di Lernia - VIDEO

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia