22°

34°

cinema

Addio a Joan Fontaine, la gran lady di Hollywood

Musa di Hitchcock, aveva 96 anni. Fu sempre rivale della sorella Olivia De Havilland

Joan Fontaine

Joan Fontaine

0

 

Giorgio Gosetti

ROMA - Nel suo vero nome – Joan de Beauvoir de Havilland – il destino aveva riassunto l’arco di tutta la vita personale e professionale di Joan Fontaine, spentasi nella sua villa in California, a 96 anni.
«Rispetto a mia sorella maggiore Olivia – disse una volta - mi sono sposata per prima, ho vinto l’Oscar per prima, certo se mi toccasse di morire per prima avrei la soddisfazione di vederla livida di rabbia». In effetti, la vita di Joan Fontaine all’ombra di una delle due star di «Via col vento» non fu mai facile, come del resto testimoniano una carriera concentrata nella bruciante luminosità di appena due decenni e una vita privata scandita da quattro matrimoni e altrettanti divorzi.
Figlia di un avvocato inglese e di un’attrice (Lilian Ruse Fontaine) a cui rubò il nome d’arte, la bionda Joan era nata a Tokyo il 27 ottobre 1917, ma fin dalla primissima età aveva vissuto con la madre a Saratoga, in California, ritrovando il padre in Giappone solo nella tarda adolescenza. Con il tirannico mito della madre e l’ossessiva competizione della sorella, Joan deve fare i conti fin da quando muove i primi passi sul palcoscenico (a Broadway) e sullo schermo (a Hollywood). Allieva di Max Reinhardt, ha la fortuna di finire sotto contratto per la Rko già nel 1935, dopo un film di George Stevens amato solo dagli storici del cinema: «La magnifica avventura». Nei cinque anni di contratto interpreta una dozzina di titoli ma di fatto non sfonda e rischia la cacciata dagli studios.
La sua fortuna è di cenare una sera con David O'Selznick, che ben conosce sua sorella ma si fa stregare dalla prima parte del cognome di Joan, perchè proprio in quei giorni sta leggendo il copione di «Rebecca la prima moglie», scritto da Simone de Beauvoir. Accade così che proponga a Joan un incontro con Alfred Hitchcock, e che questi appena sbarcato in America venga folgorato dall’elegante, aristocratica, biondissima lady inglese trapiantata come lui Oltreoceano. Il successo di 'Rebeccà le fa sfiorare l’Oscar, che avrà un anno più tardi (1942) per «Il sospetto», unico film di Hitchcock ad essere premiato nella storia dell’Academy. Nella rosa delle attrici finaliste, quell'anno, c'è anche Olivia de Havilland, con «La porta d’oro», ma le due sorelle praticamente non si parlano per tutta la sera e il malanimo rimarrà così profondo che alla morte della madre (nel '75) interromperanno per sempre ogni comunicazione.
Gli anni '40 di Joan Fontaine sono ricchi di titoli importanti. Nel 1948 Joan Fontaine diventa la musa di Max Ophuls per «Lettera da uno sconosciuto», balla per Billy Wilder ne «Il valzer dell’imperatore», si riscopre dark lady in «Per te ho ucciso» di Norman Foster. Negli anni '50 il matrimonio tra qualità e successo rimane pressochè inalterato con titoli come «Ivanhoe» di Richard Thorpe (1952), «La grande nebbia» in cui la dirige Ida Lupino (1953), «L'alibi era perfetto» di Fritz Lang (1956), «Quattro donne aspettano» di Robert Wise (1957). Ma la gloria così come era arrivata, si sarebbe spenta troppo in fretta. Dopo l’insuccesso di «Tenera è la notte» (1962), sul tavolo di Joan Fontaine le proposte si diradano. Tenta la via della tv (aiutata ancora una volta da Hitchcock), prova a prodursi da sola ma di fatto dalla metà del decennio si ritira dal grande schermo. In tv tornerà sporadicamente fino alla metà degli anni '80 ma la sua ultima apparizione regale avverrà nel 1982, quando il Festival di Berlino la chiama per presiedere la giuria. Da allora, soprattutto malinconia, dolore e rimpianto come ben si legge nella sua autobiografia «Non è un letto di rose».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso (degrado) ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Ferrara rovente: temperatura percepita 48 gradi

Non s'attenua l'allerta caldo

Meteo

Ferrara rovente: temperatura percepita 49°. Parma (da podio) non scherza, 41°

La città emiliana è la più calda d'Italia

METEO

La Protezione civile E-R: "Allerta temporali per domenica"

Previsti forti precipitazioni su pianura, fascia collinare, e rilievi occidentali

ballottaggio

Parma al voto per decidere il nuovo sindaco Video: le info

corniglio

Signatico: si ribalta con la Jeep, grave un ottantenne

calcio

Il Parma si tuffa nel mercato: Faggiano punta Bianco e Piccolo. Cassano spera Video

arresto

Taccheggiatore picchia l'addetto alla sicurezza dell'Ovs per scappare

2commenti

FURTI

Ladri in azione in un'azienda di via Borsari: rubati 400kg di barre d'acciaio

fidenza

Catena di soccorsi e affetto salva un capriolo investito

traffico intenso

Autocisa: dopo una mattinata difficile, coda esaurita

Al Campus

Ladri in azione a Biologia e Fisica

3commenti

L'AGENDA

Il primo sabato d'estate da vivere nel Parmense

DUE FOSCARI

Busseto piange il ristoratore Roberto Morsia

Langhirano

I 5 stelle contro il fuoriuscito: proteste in consiglio

Fidenza

Ballotta, un restyling da 200mila euro

Suore

Due vietnamite diventano Orsoline

Lutto

Colorno piange Cadmo Padovani

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Accoglienza senza limiti. Un rischio per tutti

di Francesco Bandini

1commento

ITALIA/MONDO

Ramiseto

Ciclista muore dopo una caduta nel Reggiano

Pil

Cgia: cresce il divario Nord-Sud. Nel Meridione, uno su due a rischio povertà

2commenti

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

paura

Spaventoso incidente per Baldassari in Moto2: il pilota è cosciente Video

FORMULA 1

A Baku la Mercedes torna super. Le Ferrari inseguono

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse