-4°

Spettacoli

Cinema recensioni - Benicio Del Toro, hasta la victoria

Cinema recensioni - Benicio Del Toro, hasta la victoria
0

di Filiberto Molossi

Hasta siempre: il Che va all'attacco. Storia del guerrigliero che non credeva in Dio ma nell'uomo e che preferiva affrontare un soldato piuttosto che un giornalista: a quasi un anno dalla presentazione in pompa magna a Cannes, ecco il film che Steven Soderbergh ha dedicato all'icona della rivoluzione cubana, il prima e il dopo di un mito finito stampato persino sulle t-shirt. Più importante che bello, eppure girato con grande proprietà di linguaggio, il «Che» di Steven Soderbergh (ma in origine l'avrebbe dovuto dirigere Terrence Malick) mira al grande affresco rischiando anche il «santino», sfuggendo però, con intelligenza, alle trappole del biopic più convenzionale, trovando tra fiction e (falso) documentario una dimensione e un taglio anche molto personali. Primo atto di un dittico disuguale (la seconda e meno avvincente parte, «Che-Guerriglia», uscirà il 30 aprile), «Che-L'argentino» ripercorre il percorso umano e storico di Ernesto - Che - Guevara, medico idealista che si unisce a Fidel Castro nella lotta per rovesciare il dittatore cubano Batista: dai sogni di rivoluzione alla presa del potere, dal rigore romantico di chi vuole cambiare tutto al discorso alle Nazioni Unite, Soderbergh dipinge con serietà non commerciale il ritratto di un leader «involontario» e malinconico. Potente ma anche verboso, stilisticamente affascinante in quel suo muoversi con scioltezza su più dimensioni (dal bianco e nero sgranato del viaggio a New York alle realistiche sequenze degli scontri a fuoco, dalle immagini di repertorio a quelle che sembrano - ma non sono - rubate), «Che» parte benissimo, sostenuto da un efficace montaggio del pensiero con l'azione, Girato in spagnolo, dopo una ricerca di sette anni sul personaggio Guevara - interpretato con la massima aderenza possibile da un bravissimo Benicio Del Toro che nel ruolo della vita ha vinto il premio come migliore attore al Festival di Cannes -, quello di Soderbergh è un film anti epico che vive i suoi momenti migliori quando coglie la quotidianità della rivoluzione, nonché l'umanità non esibita di un intellettuale in trincea che, tra un assalto e l'altro, insegnava ai suoi soldati a leggere e scrivere. Scandito dalle stesse parole del comandante che al primo posto metteva l'amore (per la giustizia, per la verità...), il kolossal «intimista» del regista di «Ocean's eleven» e «Traffic» arriva a tratti, quando resta lontano da lungaggini e ripetizioni, a toccare davvero il cuore di un uomo che la Storia prima del cinema ha trasformato in un simbolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Gli amici: Filippo persona speciale

Il ritratto

Gli amici: Filippo persona speciale

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

17commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

3commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

12commenti

lega pro

Febbre Venezia-Parma: iniziata la prevendita

Classifica

Gli stipendi più alti: Parma al quinto posto in Italia

furti

Quartiere Lubiana, la razzia dei fanali delle Audi

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

13commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Tajani eletto presidente del Parlamento europeo

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video