14°

27°

CINEMA

Petrolini: «Sono l'artigiano in crisi che ha licenziato il padre di Pupi»

L'attore parmigiano nel cast della serie tv dedicata al padre del regista

Pupi Avati e Alberto Petrolini

Pupi Avati e Alberto Petrolini

1

 

Manuela Boselli
Capelli ingrigiti, nello sguardo il dispiacere e il senso di abbandono dovuti alla crisi. Alberto Petrolini è un calzolaio che, soffocato dalle tasse, dovrà licenziare un suo dipendente, nella fattispecie il padre di Pupi Avati.
«Comparirò in due puntate della serie - anticipa l'attore parmigiano - Quella che andrà in onda su RaiUno è la vera storia della vita di Pupi Avati, dalla sua partenza da Bologna con la sua meravigliosa signora e il suo sogno più grande, ovvero quello di voler affermarsi come regista, anche se nessuno, in quel periodo, gli dà credito. Scapperà dal capoluogo emiliano per poi trasferirsi nella capitale e qui, dopo un inizio difficoltoso - sbaglierà infatti i suoi primi due film - diventerà Pupi Avati, il maestro che tutti noi conosciamo, premiato con tre David di Donatello, svariati Nastri d’Argento, oltre alla nomination agli Oscar».
«Nella fiction interpreto un artigiano - continua Petrolini - che licenzia un ragioniere alle sue dipendenze perché non riesce più ad assicurargli lo stipendio. Lo fa suo malgrado. Nella vita reale costui è il padre di Pupi, che da un momento all’altro si trova a crescere tre ragazzi, senza più un lavoro su cui poter contare. Avati ha fatto ricostruire la casa di Bologna esattamente come se la ricordava, anzi, tale e quale come appariva sugli sfondi delle foto d’infanzia».
E’ un rapporto sempre più stretto (lui dice «quasi fraterno») quello instaurato negli ultimi anni da Petrolini con Pupi e Antonio Avati. Per i fratelli bolognesi ha già lavorato in «Una sconfinata giovinezza» (dov'era un allenatore di calcio colpito dal morbo dell’Alzheimer). «Non è solo un artista di sconfinato talento, ma è un uomo di grandissima umanità: basta uno sguardo per intenderci». E non è finita qui: come la «Gazzetta» ha già anticipato qualche mese fa , infatti, Petrolini è stato impegnato anche nelle riprese del nuovo film di Avati «Il ragazzo d’oro» (uscirà la prossima primavera), che conta su un cast d’eccezione: Sharon Stone, Riccardo Scamarcio, Cristiana Capotondi e Giovanna Ralli.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefanus

    23 Dicembre @ 23.02

    Pupi avati ha fatto dei film che erano troppo avanti per essere capiti, vedi balsamus l'uomo di satana, le strelle nel fosso, bordella......... Il suo stile e' molto personale e si stacca da tante porcherie che si vedono oggi. Come tutti i grandi artisti passerà alla storia

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

1commento

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Game of thrones 7

Game of Thrones

"La grande guerra è arrivata"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

6commenti

Lealtrenotizie

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

Criminalità

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

2commenti

anteprima gazzetta

Fabi "ridisegna" l'ospedale. Ecco come cambia Video

Focus sui confronti elettorali fra i dieci candidati. Dopo molti anni due nuovi sacerdoti ordinati insieme. Inchieste sulle scuole materne di Parma. Tubercolosi, un secondo caso?

1commento

LEGA PRO

Play-off: il Parma giocherà con la Lucchese

Sondaggio: i nostri lettori speravano nei toscani o nella Reggiana. In caso di passaggio del turno, i crociati incontrerebbero la vincente di Pordenone-Cosenza

12commenti

lega pro

Paolo Grossi: "Lucchese, sorteggio favorevole" Video

Il Parma verso la Lucchese, guidata in panchina l'ex laziale Lopez, che ha sostituito Galderisi

2commenti

VERSO IL VOTO

Legalità, Alfieri lancia la sfida del certificato 335

E' il documento nel quale sono trascritti gli eventuali carichi pendenti

1commento

VERSO IL VOTO

Amministrative, i sondaggi nazionali sul «caso Parma». In testa Pizzarotti

9commenti

VIA COSTITUENTE

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

1commento

ENERGIA

Enel smetterà di cercare nuovi clienti via telefono

Novità dal 1° giugno

3commenti

TRAVERSETOLO

I ragazzini fanno i vandali, il sindaco: "Pagheranno le famiglie"

1commento

tg parma

Tubercolosi: migliora il 17enne malato ma c'è un altro caso "sospetto" al Rondani Video

2commenti

POLITICA

Il senatore Pagliari: "Dal 5 giugno arriveranno nuovi 15 vigili del fuoco a Parma"

2commenti

PARMA

Scontro auto-moto in via Colorno: un ferito

PARMA

Spacciava eroina in via Spadolini: condannato a 4 anni

Aveva 5,5 chili di cannabis: patteggia 36enne

Salsomaggiore

Lo struggente addio a Monia Lusignani

ESTATE

Torna "Musica in castello": 36 eventi in tutta la provincia

Alimentare

Parmacotto rilancia il brand sui canali digitali

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Nato

Trump prima delle foto spinge via il presidente del Montenegro Video

MODA

Laura Biagiotti è gravissima

SOCIETA'

MILANO

La danza dell'amore dei serpenti. In un parco pubblico

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

SPORT

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

CICLISMO

Giro: a Van Garderen il tappone dolomitico

MOTORI

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima

novita'

Mazda CX-5, il Suv compatto che sfida i marchi premium