Spettacoli

Pupi Avati tra sogno e realtà con gli amici del Bar Margherita

Pupi Avati tra sogno e realtà con gli amici del Bar Margherita
0

Lisa Oppici
Anche stavolta è stata una festa. Lunghi e calorosi applausi per Pupi Avati, che sabato è stato ospite dell’Astra tra una proiezione e l’altra del suo ultimo film, «Gli amici del Bar Margherita», in un incontro col pubblico aperto da Luigi Lagrasta e condotto dal critico della «Gazzetta» Filiberto Molossi; un incontro nel quale come sempre Avati ha conquistato gli spettatori, parlando del film ma anche più in generale del proprio mestiere. Con lui abbiamo fatto una breve chiacchierata prima dell’ingresso in sala.
Il sabato di Pasqua, alle dieci di sera, lei è qui a incontrare il pubblico. Non è da tutti…
«Penso che sia in queste cose che ho sempre trovato una ragione per rafforzare la mia identità. Certo possono produrre qualche scompenso a livello famigliare, ma il fatto di essere considerato “matto” mi dà molta forza… Io mantengo un mio rapporto con l’interpretazione di questo mestiere che è autenticamente alternativo, in tutto: nei film che faccio, nel modo in cui li faccio, nel modo in cui li seguo…»
“Gli amici del Bar Margherita” è un film completamente diverso dal precedente, “Il papà di Giovanna”.
«Diverso ma sempre mio, forse più mio. Con un grande rischio: che ci fosse tra i critici chi parlasse di passaggio da un film così struggente a una zingarata da bar. Invece l’esito critico è stato fantastico, e anche il pubblico ha dimostrato di apprezzare. Quindi non è vero che si devono aspettare anni tra un film e l’altro: Clint Eastwood, ad esempio, quest’anno di film ne ha fatti due».
Quanto c’è di vero e quanto di inventato nella storia del Bar Margherita?
«Il Bar Margherita del film è molto più come avrei voluto che fosse di com’era realmente… Poi, certo, alcune delle storie che racconto nel film sono accadute davvero nella Bologna degli anni Cinquanta, non necessariamente al Bar Margherita. È accaduta, ad esempio, quella del matrimonio annullato, mentre quella della morte del nonno non è vera. Mio nonno non morì durante una festa, ma se io mi fossi trovato in quella situazione, se cioè lui fosse morto durante quella festa, io avrei certamente continuato la festa: avere la ragazza più bella di Bologna in casa e poterci ballare non è cosa di tutti i giorni».
Perché la scelta di Lucio Dalla per le musiche?
«Pur avendo cinque anni in meno di me, Lucio ha vissuto come me quegli anni e quei posti. Proprio per questo ho pensato che avrebbe potuto creare quel sound che Riz Ortolani non avrebbe saputo darmi. Poi c’era anche la possibilità di riparlare di musica insieme in un contesto in cui potevo essere io a dirgli che qualcosa non andava…»
Parliamo degli attori. Anche qui lei scopre qualcuno: scopre Luigi Lo Cascio comico.
«L’idea non è stata mia ma di mio fratello, e quando me ne ha parlato non volevo nemmeno provarci. Invece quando l’abbiamo contattato Lo Cascio ha detto subito sì: ho capito che aveva voglia di fare una cosa liberatoria, di uscire dallo “stereotipo” in cui è stato incasellato. Adesso credo che con questo ruolo lui si sia “arricchito”, e poi ha dato un contributo personale non indifferente: non pensavo che fosse così generoso a  livello interpretativo».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una patente

Una patente di guida

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

1commento

anteprima gazzetta

Il caso di via D'Azeglio: "Il supermercato non deve chiudere" Video

Allarme povertà, la comunità di Sant'Egidio raddoppia il pranzo di Natale

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

Comune

Bilancio: tutti gli interventi previsti nel 2017 assessorato per assessorato

1commento

REGALI DI NATALE 2016

Scopri il regalo giusto per il tuo lui

Calciomercato

Il Parma voleva Castagnetti. Ma era legato a Vagnati

Il mancato arrivo in casa crociata del direttore sportivo della Spal si collega anche a un retroscena di mercato.

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

1commento

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti