-7°

spettacoli

Orchestra dell'Opera di Parma: il nuovo nome ha fatto strada

E' reduce da un tour in Cina: «C'è un interesse crescente per la nostra cultura»

Orchestra dell'Opera di Parma: il nuovo nome ha fatto strada
0

 

Quando si dice «fare di necessità virtù». Trovatosi improvvisamente sbarrato il portone del Teatro Regio, l'Orchestra che ne portava il nome (e che è stata diffidata dal mantenere), anzichè sciogliersi si è ricompattata, e per evitare grane legali si è ribattezzata «dell'Opera di Parma». Strumenti richiusi nelle custodie? Sì, ma solo per imbarcarli al check-in. Perchè se non si può suonare a casa propria, c'è sempre un mondo là fuori. E una buona parte di esso, volenti o nolenti, si chiama Cina. E' storia vecchia quella dello «sfratto» dell'Orchestra del/dal Regio (condita da polemiche politiche, rivalità antiche, strascichi giudiziari, lettere e comunicati stampa) e magari anche un po' stucchevole. Ma è da lì che bisogna (ri)partire per parlare della tournée a cavallo delle feste di fine anno compiuta dall'Orchestra dell'Opera di Parma in quattro metropoli cinesi, fra cui Pechino e Nanchino, insieme al soprano Annamaria Dell'Oste. Un viaggio (e un ingaggio) nati grazie a una precedente esperienza dell'orchestra - all'epoca ancora «del» Teatro Regio - nel 2009 al National Center of Performing Art di Pechino, di cui è consulente il direttore e percussionista Li Biao. Pur di stanza in Europa (insegna al Conservatorio di Berlino ed ha suonato un paio di volte all'Auditorium Paganini per la stagione della Fondazione Toscanini), la bacchetta cinese aveva apprezzato la qualità artistica dell'ensemble parmigiano e ne ha perorato il ritorno in Cina dove l'ha diretto personalmente nei quattro concerti, dedicati a Verdi (arie celebri da Nabucco», «Traviata» e «Forza del Destino») ma anche alla Sinfonia «Dal nuovo Mondo» di Dvorák.
«Abbiamo suonato in sale da concerto bellissime - racconta l'amministratore unico dell'Orchestra dell'Opera di Parma Enrico Maghenzani - così come ci era capitato nella tournée in Thailandia del settembre scorso. Nei Paesi dell'estremo oriente stanno costruendo teatri e auditorium meravigliosi, pensati per la musica classica, sia lirica che sinfonica, con capienze importanti, dai 2 ai 3000 posti. In Cina, in particolare, c'è una grande apertura verso il cosiddetto modello occidentale e per il made in Italy in particolare: grandi firme della moda ma anche gastronomia e cultura».

E Parma, con il suo fin troppo sbandierato «brand», ha pur sempre tutte le carte in regola.
«Se la Cina ci chiede qualità, e in campo musicale Verdi è l'eccellenza, evidentemente il nostro bagaglio artistico è stato ritenuto in grado di assecondare questa richiesta. Loro hanno voglia di conoscere, e di fatto hanno spalancato un mercato enorme: non posso anticipare date o altri dettagli, ma nel 2014 torneremo senz'altro in Cina, e per lungo tempo».

A questa tournée hanno preso parte 58 professori d'orchestra, con tutto il nucleo «storico» costituito accanto al primo violino Michelangelo Mazza, e con qualche giovane new entry.
«E voglio ringraziarli tutti - continua Maghenzani - non solo perchè sono stati praticamente perfetti nelle esecuzioni, ma anche per l'entusiasmo e lo spirito di corpo con cui hanno affrontato l'intero viaggio, fatto anche di lunghi trasferimenti interni, manifestando tutta la loro voglia di ripetere quest'esperienza»

Costituita come srl e associata all'Unione Parmense Industriali fin dalla sua nascita già con il precedente nome, l'Orchestra dell'Opera di Parma sta dunque lavorando sul doppio binario della produzione musicale e della promozione territoriale.
«Abbiamo recentemente stipulato un accordo con Sinapsi Group - conferma al proposito Maghenzani - proprio per sviluppare questo tipo di marketing, legando cioè la nostra attività all'estero ad iniziative promosse dal mondo produttivo parmigiano. Non dimentichiamoci che in occasione di questi concerti, i teatri cinesi sono frequentati dalla loro classe dirigente: per l'immagine delle nostre aziende all'estero e per allacciare nuovi rapporti sono occasioni importanti».

Ma il 2014 segnerà anche un «ritorno a casa» per l'Orchestra dell'Opera di Parma?
«Sinapsi ha creato al suo interno l'associazione culturale Rinascimento 2.0, cui noi collaboriamo proprio per un progetto che preveda un'attività concertistica nella nostra città, in una sorta di connubio tra cultura e industria».

Lasciando da parte le carte bollate ancora sul tavolo (l'annosa causa per l'interruzione del rapporto con la Fondazione Teatro Regio), si può dire che non tutti i mali vengono per nuocere?
«Preferisco metterla giù in un altro modo - conclude Maghenzani - e cioè che auguro alla città di saper trovare la forza e l'energia per cogliere le opportunità che si presentano, pur in un momento di grave difficoltà, come abbiamo saputo fare noi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

concerti

musica

Caos biglietti U2: ira dei fan, seconda data e esposto Codacons

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

Eva Herzigova

Eva Herzigova

L'INDISCRETO

Bellezze mozzafiato e vallette a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Incidente sulla via Emilia: traffico bloccato a Parola

Parola

Scontro auto-camion sulla via Emilia: muore un 60enne

Parma

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

2commenti

CLASSIFICA 

I sindaci più amati in Italia: Pizzarotti al terzo posto, consenso in aumento

Forte discesa del gradimento fra i cittadini per Virginia Raggi a Roma

29commenti

Parma

Trovati in un giorno 3 veicoli rubati: uno scooter, una Clio e una Fiat Ritmo

Parma

Ancora una settimana di gelo, possibili nuove nevicate in Appennino Video

LA STORIA

«Grazie a mio marito ho una nuova vita»

Berceto

Dopo 67 anni la cicogna torna a Pelerzo

Senzatetto

Tante iniziative per i senzatetto. E' polemica fra il Comune e la Diocesi

3commenti

Parma

Terremoto: scossa di magnitudo 2.2 in Appennino

il caso

Minacce e insulti: Bello FiGo, a rischio concerti di Foligno e Torino

Al rapper parmigiano-ghanese sono state cancellate tre date in meno di un mese

18commenti

Calcio

Il Parma acquista Munari: oggi la presentazione con Edera Video

Il centrocampista ha già giocato con la maglia crociata in serie A e in Coppa Italia

musica

Giulia, una stella del jazz pronta a brillare

La felinese è in finale al Concorso Bettinardi

Gazzareporter

Il Mondo di Flo

Gazzareporter

Pulire la Parma con temperature sotto zero...

polemica

"Marchio Parma in Giappone", affondo della Lega, Casa risponde

La storia

In via Po circondati dal degrado

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

6commenti

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

ECONOMIA

L'Fmi taglia il pil dell'Italia: +0,7% nel 2017, +0,8% nel 2018

Motori

La Germania chiede il richiamo di Fiat 500, Doblò e Jeep-Renegade

SOCIETA'

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

ISTAT

Grandi città fuori dalla deflazione. Sopra i 150mila abitanti Parma tra le più care

SPORT

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

ARBITRI

Fischietto, che passione. Un'epopea lunga un secolo

ANIMALI

sant'antonio

Benedizione degli animali a Bannone  Gallery Video

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video