-6°

Spettacoli

Capossela: «Libera la liberazione»

Capossela: «Libera la liberazione»
0

di Pierangelo Pettenati
Come ormai da tradizione, l’atto conclusivo delle celebrazioni del 25 Aprile in città è il concerto serale in piazza Garibaldi. Quest’anno, il Comitato per le Celebrazioni della Resistenza e Liberazione, Provincia e Comune di Parma con il sostegno di Arci Parma e Caos Organizzazione Spettacoli hanno organizzato una serata diversa dal solito invitando Vinicio Capossela, cantante e autore fra i più apprezzati del momento non solo in Italia, ad allestire uno spettacolo che potesse rappresentare nel migliore dei modi questo giorno così importante per il nostro Paese.
Vinicio Capossela, da dove nasce e qual è il senso, oggi, del 25 Aprile a oltre 60 anni dalla liberazione?
«Ha il senso di tutte le celebrazioni, non importa se sono passati 60 anni o 5000. Queste giornate si attualizzano dando loro il significato che hanno per ognuno; è così che si tengono in vita le cose. Noi abbiamo intitolato questa serata "Concerto di liberazione"; la liberazione è un concetto, oltre che una data o una ricorrenza. Vorremmo fare qualcosa ispirato alla liberazione in generale, nella sua forma più attuale e più personale, sia in senso politico che in senso umano»
Sei stato invitato a creare uno spettacolo apposta per l’occasione; come hai raccolto questo invito?
«Ho ritenuto di approfittarne per fare qualcosa che avesse un significato di liberazione; per questo, ho invitato alcuni artisti che, a loro modo, della libertà e della liberazione hanno fatto un emblema. Uno di questi è Alessandro Bergonzoni; il lavoro che ha fatto sulla parola è un esempio di liberazione dal modo convenzionale di usare il linguaggio. C'è Enzo Del Re, una delle figure principali di cantore popolare che viene da una tradizione anche politica; è uno dei capitali nascosti che abbiamo in Italia, per cui credo che vederlo sia un’occasione utile per tutti, anche perché si esibisce raramente. Poi ci sono i Fiati Sprecati, che fanno della libertà la loro bandiera; suonano per strada e vengono dalla Toscana. Io li ho incontrati a Firenze, dove c'è una disposizione che vieta l’esecuzione di musica nella strada. Io la trovo piuttosto incivile, anche perché è possibile deturpare la città con ogni tipo di messaggio pubblicitario, a pagamento; la musica, invece, non ha libertà di circolazione al di fuori dei suoi luoghi deputati. Ci sarà, e questa è una novità dell’ultimo momento, Neri Marcorè con il suo lavoro sulla Costituzione, chiamato per tenere vivo l’attaccamento a quel documento, la base da cui partiamo, l’espressione formale della nostra liberazione. Io farò i miei brani che hanno attinenza con la materia. La celebrazione mantiene in vita tutte queste cose; a ucciderle sono la distrazione, l’ignoranza. Io penso che, in questi anni, da parte del Governo si è voluto ignorare un cosa che è del Paese, non solo di una parte. Quello che più mi è dispiaciuto non è il contestarlo quanto invitare la gente a ignorarlo»
Come vi dividerete il palco?
«Faremo una cosa corale, tutti insieme; così ci liberiamo anche dallo stereotipo del cantante che fa solo il concerto. Questa è la prima liberazione»
Qual è il futuro di Vinicio Capossela?
«Il 21 maggio uscirà per Feltrinelli il mio nuovo libro che s'intitola “In clandestinità - Mr. Pall incontra Mr. Mall”, libro in forma di round anziché di capitoli con Vincenzo Costantini. C'è una sua frase adatta alla situazione che dice “Il prezzo della libertà è la paura. Solo chi ha paura della libertà ha il coraggio di inseguirla”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video