-1°

Cinema

Clooney chiede il ritorno dei marmi del Partenone. Esplode la polemica

Il sindaco di Londra: "Pensi a scrivere copioni e non ha riscrivere la storia"

George Clooney

George Clooney

2

ATENE, 13 FEB – L'attore americano George Clooney non avrebbe mai potuto immaginare che – affermando che sarebbe opportuno che la Gran Bretagna restituisse alla Grecia i marmi del Partenone – avrebbe toccato un nervo scoperto e suscitato un vero e proprio vespaio fra Atene e Londra. Con il risultato che si è procurato un caloroso grazie e un invito a trascorrere una vacanza in Grecia da parte del ministro della Cultura Panos Panayiotopoulos. Ma si è pure attirato i fulmini di Boris Johnson, il sindaco della capitale britannica (dove i marmi sono ospitati nel British Museum dal 1816), il quale, piuttosto irritato, ha detto senza termini che "qualcuno deve con urgenza restaurare i marmi (in inglese colloquiale 'marbles' vuol dire anche il cervello, oltre che 'marmì) di George Clooney".
La vicenda ha avuto inizio in sordina sabato scorso durante la presentazione alla 64.ma Berlinale di 'Monuments men', l'ultimo film diretto da Clooney che narra le gesta degli uomini che durante la seconda guerra mondiale recuperarono le opere d’arte trafugate dai nazisti. Ad un giornalista greco che gli aveva chiesto se ritenesse che i marmi del Partenone, trafugati due secoli fa da un diplomatico della Corona, dovessero tornare in patria, l’attore americano aveva pacatamente risposto: "Forse non sarebbe male se venissero restituiti. Ritengo che sia una buona idea. Sì, penso davvero che sarebbe la cosa giusta da fare", aveva detto.
Immediato il plauso alle parole di Clooney da parte del ministro Panayiotopoulos, il quale si è affrettato a scrivergli una bella lettera per ringraziarlo dell’opinione espressa in pubblico e definendolo "un cittadino impegnato e un artista creativo che difende risolutamente ciò che è buono e giusto". E per invitarlo a trascorrere qualche giorno in Grecia.
Di ben altro tono, come s'è visto, la reazione di Johnson, che ha rimproverato all’attore Usa di aver "fatto la promozione del suo film sulle opere d’arte trafugate dai nazisti senza realizzare che lo stesso (Hermann) Goering aveva in programma di saccheggiare il British Museum. E dove i nazisti volevano spedire quei marmi? Ad Atene! Questo Clooney sta difendendo nient'altro che i programmi che Hitler aveva fatto per i tesori culturali di Londra. Dovrebbe piuttosto pensare a scrivere i copioni dei film e rispettare la Storia", ha concluso.
I fregi di cui Atene chiede la restituzione dal 1981, quando era ministro della Cultura l’attrice Melina Mercouri, sono 15 metope, 56 bassorilievi di marmo e 12 statue (quasi l’intero frontone Ovest del tempio), oltre a una delle sei cariatidi del tempietto dell’Eretteo. I marmi, che ornavano il tempio di Athena Parthenos (vergine), gioiello architettonico del V secolo a.C. eretto sulla collina dell’Acropoli, furono asportati e trafugati fra il 1802 e il 1811 da Lord Thomas Bruce Elgin, allora ambasciatore britannico presso la Sublime Porta, e venduti al British Museum nel 1816 per 35 mila sterline oro. A nulla sono valse sino ad oggi le richieste greche, le petizioni internazionali e dello stesso "Comitato britannico per la restituzione dei marmi" (che gode del sostegno di molte personalità da Sean Connery a Judi Dench, da Vanessa Redgrave a Sir Ian McKellen), mentre anche gran parte dell’opinione pubblica britannica è schierata a favore del ritorno dei fregi in Grecia. L’argomento principale dei sostenitori del ritorno dei marmi in patria è che, a differenza di altre opere, essi appartengono ad un edificio storico ancora in piedi. E alla 'storicà argomentazione britannica, secondo cui ad Atene non saprebbero conservarli in modo adeguato, rispondono che la Grecia non è più il Paese arretrato da cui Lord Elgin li sottrasse e che nella capitale ellenica, nel 2009, proprio ai piedi dell’Acropoli, è stato inaugurato un modernissimo Museo già predisposto ad accogliere i marmi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • popsylon

    14 Febbraio @ 13.14

    Gli inglesi hanno la nebbia nel cervello e per questo sono rimasti isolati dal resto d'Europa

    Rispondi

  • Alberto

    13 Febbraio @ 18.46

    gli inglesi si ritengono i più furbi ed hanno degli atteggiamenti indisponenti sia nei confronti degli europei che anche degli abitanti della terra in generale. usano un sistema di misurazione diverso dagli altri, un modo di guidare diverso, sono tra i pochi paesi europei a non avere l'euro, hanno depredato i paesi più ricchi di materie prime e si sono legati a loro con il "commonwealt". sarebbe più che giusto che le opere d'arte venissero tutte restituite ai legittimi proprietari-nazioni. qualora questi non fossero in grado di valorizzarle come meritano , solo allora potrebbero essere cedute per la loro migliore conservazione .

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Patti Smith - A Hard Rain's Gonna Fall - Bob Dylan Nobelprize in literature 10 dec 2016

emozione

La Smith al Nobel (per Dylan) si ferma e riprende a cantare

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

fisco

Imu e Tasi: entro venerdì il saldo Come si calcola

Sconti per casa a figli e canoni concordati (Vademecum: video) - Le città più "care (Video)

Traffico

Ancora nebbia: visibilità ridotta a 100 metri in autostrada Tempo reale

lega pro

Parma: missione punti e continuità

Crociati in campo al Tardini, oggi, alle 14.30 contro il Teramo (Diretta sul sito)

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

inserto

L'Oroscopo 2017 domani con la Gazzetta di Parma

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

Crisi di governo

Mattarella convoca Gentiloni al Quirinale. Renzi: "Torno a casa davvero"

turchia

Autobomba e kamikaze vicino allo stadio del Besiktas: 38 morti Foto Video

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti