15°

Spettacoli

Angeli, demoni e polemiche

Angeli, demoni e polemiche
1

Arriva «Angeli e demoni» ed è subito polemica  con il Vaticano sui permessi negati al film per girare nei  luoghi sacri di Roma. Una polemica sollevata ieri con toni  diversi dal regista Ron Howard, dallo stesso Dan Brown, dal cui  romanzo omonimo è tratto il film, e, in tono più scherzoso,  dal protagonista Tom Hanks.
E' stato questo uno dei temi centrali emersi nell’incontro  stampa del film che sarà distribuito dalla Sony in 800 copie  dal 13 maggio e che avrà la prima mondiale stasera  all’Auditorium Parco della musica tra guardie svizzere e statue  di angeli e demoni.
 «Già per il Codice da Vinci ci fu controversia - esordisce  il regista - così anche stavolta non abbiamo chiesto  collaborazione al Vaticano. Non sono affatto meravigliato di  quello che è successo, ma abbiamo saputo che lo stesso Vaticano  avrebbe influenzato altri organismi perchè non ci venissero  dati i permessi nella città di Roma. Non solo - aggiunge Howard -, abbiamo chiesto al clero di assistere alla proiezione  del film. Cosa che è stata rifiutata: non capisco proprio le  critiche da parte di chi non ha neppure visto il film».    
  «Comunque - aggiunge il regista, premio Oscar per «A beautiful mind» nonchè ex  star di «Happy days» e «American graffiti» -  non è stata fatta alcuna concessione  nella sceneggiatura per far piacere alla Chiesa». Tom Hanks  affronta il tema con più leggerezza e dice: «anche con il  Codice da Vinci ci furono controversie e mi sembra che nessuna  fede sia stata per questo distrutta e che la gente abbia  continuato ad andare come prima in Chiesa».
   Interviene anche lo scrittore Dan Brown che, parlando delle modifiche  apportate da Howard alla sceneggiatura, ci tiene a sottolineare:  «tutti i cambiamenti sono stati fatti solo per rendere il film  più veloce del mio libro. Ma non certo fatti per motivi etici o  religiosi».  E lo scrittore di best-seller fa anche qualche accenno al suo  prossimo misterioso libro «The lost symbol» (uscirà negli Usa e  in Canada il 15 settembre con una tiratura record di 5 milioni  di copie), che potrebbe diventare ancora un film di Howard:  «non posso dire molto, solo che si svolge tutto nell’arco di 12  ore, ma credo che quando finirà nelle mani di Howard diventerà  grandioso».
 E l’idea di  Angeli e demoni? «Mi è venuta tanti anni fa quando ero a Roma  in vacanza con mia moglie. Ci trovavamo al 'passetto', quel  passaggio che mette in comunicazione Castel Sant'Angelo e  Vaticano. Mi fu spiegato che  il Papa lo usava per sfuggire ai suoi nemici, così immaginai  che una setta, gli Illuminati, che poteva vantare personaggi  come Galileo e Bernini e altri scienziati, potesse essere in  guerra con il Papa per sostenere le ragioni della scienza contro  quelle della fede. Ma è tutta fantasia».


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanni Panunzio

    04 Maggio @ 23.31

    ANGELI E DEMONI: L'AVVOCATO DEL DIAVOLO La decisione del vescovo emerito di Nardò-Gallipoli e di altri cittadini di denunciare il film ''Angeli e Demoni'' e' incomprensibile. Sia perche' l'opera e' nota fin dal 2000, quando usci' il romanzo omonimo di Dan Brown, sia perche' l'esposto sara' uno strumento pubblicitario enorme per la pellicola di Ron Howard. Nella denuncia si parla di ''contenuto altamente denigratorio, diffamatorio ed offensivo per i valori della Chiesa'' e di ''grave e potenziale attentato alla salute ed all’equilibrio psicofisico dei minori, bombardati di contenuti in contrasto con i valori educativi professati dalle istituzioni primarie dello Stato, dalla famiglia e dalla scuola''. Sembrano parole indirizzate alla televisione, invece riguardano un'opera di fantasia. Se e' la tv che quotidianamente, con il suo degrado e le sue sconcezze, distrugge il lavoro delle principali agenzie educative, un film fantareligioso puo' essere un'occasione per organizzare dibattiti nelle parrocchie e nelle scuole, e stimolare lo spirito critico dei giovani. Chi ha presentato l'esposto contro il film di Ron Howard forse dimentica quanti altri messaggi mediatici denigrano, diffamano e offendono i valori della Chiesa, rovinando i nostri ragazzi e i nostri bambini, e quante denunce bisognerebbe firmare ogni giorno. Basti pensare alle oscenita' e ai film violenti in prima serata televisiva, alle pubblicita' ingannevoli e non veritiere di alcolici, chat-line pornografiche, giochi d'azzardo e operatori dell'occulto, al mercimonio di trasmissioni che predicano il successo e l'arrivismo e considerano il gossip e i cosiddetti ''casi umani'' carne da macello per l'audience. Il fatto che ''Angeli e Demoni'' sia un'opera critica nei confronti della Chiesa fa pensare che l'esposto sia una forma di autotutela, com'e' gia' accaduto il 14 aprile scorso, dopo la programmazione in tv del film fantapolitico ''Shooting Silvio'', che ha innescato la protesta di alcuni esponenti del PdL. Sarebbe piu' giusto pero' che le persone importanti, anziche' pensare a difendere se stesse e a censurare chi crea loro disturbo, tutelassero i giovani dai numerosi messaggi immorali e cruenti propinati dalle televisioni commerciali. Se secondo ''Freedom House'' l'Italia e' il Paese meno libero d'Europa nell'informazione, anche nel cinema c'e' poco da stare allegri. Giovanni Panunzio, fondatore Osservatorio Antiplagio panunzio@email.it P.S. Osservatorio Antiplagio ha pubblicato il libro ''Angeli e Demoni'' nel sito www.angelsanddemons.us. 04/05/09

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia