-2°

Spettacoli

Una vita difficile raccontata come una favola: arriva una moderna "Principessa"

Una vita difficile raccontata come una favola: arriva una moderna "Principessa"
1

di Pietro Razzini

Una fiaba che racconta intrecci di vita reale: “Principessa” è l’opera prima di un regista 25enne, Giorgio Arcelli Fontana, una pellicola prodotta da un’etichetta indipendente (Louis Nero) e distribuita da L’Altrofilm. Nelle sale cinematografiche delle maggiori città a partire da venerdì prossimo, arriverà a Parma solo il 3 giugno, al Cinema Edison. Una visione che, nonostante l’attesa, appassionerà il pubblico che cerca nel grande schermo la possibilità di distrarsi, di uscire dal mondo per un’ora abbondante e cullarsi in una realtà ideale.

I PROTAGONISTI Morena Salvino è l’indiscussa prima donna del film: affascinante, con un passato remoto da modella e un passato prossimo in televisione, la giovane milanese (con origini calabresi) è al suo primo lungometraggio ma, nonostante ciò, ha dimostrato una capacità di entrare nel personaggio. Accanto a lei, Riccardo Lupo, ventisettenne palermitano di chiara formazione teatrale, prestato al mondo del cinema. E ancora un’icona della recitazione come Piera Degli Esposti e un volto noto agli amanti del tubo catodico come Vanessa Gravina.

LA TRAMA Matilda (Morena Salvino) è una ragazza di provincia incapace di prendere decisioni nella sua vita. Una gravidanza inaspettata la pone nelle condizione di dover compiere delle scelte: dirlo all’ex fidanzato (Pietro), abortire, raccontare tutto al nuovo ragazzo (Andrea-Riccardo Lupo). Matilda improvvisamente si trova in una realtà completamente diversa, catapultata nella sontuosa villa di Andrea, costretta a confrontarsi con la madre del ragazzo entrando nei panni della duchessa Scotti Panfini. Riuscirà a mantenere questa seconda identità? Che succederà nel momento in cui Andrea sarà costretto a partire per  Londra?

LA PAROLA AL REGISTA “Ho provato a spiegare la realtà in una maniera differente: si tratta di una storia che racconta di fatti normali con lo stile di una favola”. Giorgio Arcelli Fontana esordisce così nella presentazione della sua prima fatica cinematografica, a Bologna. “Principessa è un film costato poco. Tuttavia lo ritengo molto meno superficiale di tante altre pellicole - spiega Arcelli Fontana -. Alla base del mio lavoro c’è il concetto che se un film non lascia al pubblico la possibilità di sognare, significa che gli manca qualcosa: la pellicola cinematografica deve staccare dalla realtà permettendo di affrontare la vita con un pizzico di positività in più”.  Il giovane regista si addentra poi in racconti extra-produzione: “Ho lavorato con un gruppo giovane (25 anni di media). Ci siamo trasferiti tutti nella mia casa in campagna che è stata sede del set. Sembrava di essere al Grande Fratello: cambiamenti di camere, coppie che si formavano, relazioni che si troncavano dopo anni di convivenza. E’ stata tuttavia una grande esperienza professionale: si lavorava 20 ore al giorno. Ogni sera si riscrivevano in gruppo le scene del giorno dopo. Volevo intorno a me persone disposte a mettersi in gioco: così è stato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • dario

    27 Maggio @ 08.45

    inconcludente e banale, privo d'impostazione cinematografica risulta un vero polpettone da pomeriggio televisivo

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017