-2°

intervista

Anna Caterina di Francia: «Un repertorio affascinante»

La Antonacci: «Ci siamo “scelti” a vicenda: e tutto è iniziato con Berlioz»

Anna Caterina Antonacci

Anna Caterina Antonacci

0

Parigi è stata per un po’ la sua città e la musica francese è diventata un tassello importante della sua carriera. Proprio con la cantata per voce e orchestra «La mort de Cléopâtre» di Hector Berlioz, torna a Parma Anna Caterina Antonacci. Nota per la sua versatilità, grazie alla quale passa con agilità dal barocco all’opera contemporanea, il soprano canterà questa sera nell’Auditorium Paganini (ore 20.30) per la stagione «Nuove Atmosfere». Con lei la Filarmonica Arturo Toscanini guidata dal suo direttore ospite principale Kazushi Ono, che dirigerà anche la Quarta Sinfonia di Piotr Ilic Ciaikovskij e la Serenata op. 22 di Antonín Dvorák.
Come viene raffigurata Cleopatra in questa cantata di Berlioz?
«Si tratta di un bilancio molto amaro fatto in punto di morte da Cleopatra, sconfitta e costretta a salvare il proprio onore uccidendosi. Ci sono due recitativi e due arie: nella prima parte, Cleopatra ha un momento di rimpianto e rievoca i momenti felici della sua vita, quando riuscì a trionfare su Cesare e Antonio, grazie alla sua bellezza. La seconda parte è invece un’invocazione ai faraoni, suoi avi, sino al morso del serpente in cui l’accelerazione del battito del cuore è reso dall’orchestra in modo estremamente realistico».
Kazushi Ono afferma che in questo brano l’orchestra non accompagna soltanto il canto ma è partner della voce...
«In tutte le opere di Berlioz l’orchestra è sempre molto densa, importante e attinente al testo e questa cantata è un piccolo concentrato d’opera, molto drammatica e ardita».
Lei ha vissuto a Parigi e la musica francese ha acquistato un ruolo importante nel suo repertorio: cosa l’ha affascinata di questa cultura?
«Negli ultimi dieci anni ho scelto e un po’ sono anche stata scelta dal repertorio francese. Tutto è iniziato nel 2003 con ‘Les Troyens’ di Berlioz, che ho cantato al Théâtre du Châtelet a Parigi. Ne ho scoperto la bellezza e la profondità, mi ha conquistato. Ho quindi esplorato le opere, il repertorio sinfonico e quello da camera. Il fatto di aver abitato per alcuni anni a Parigi mi ha dato poi la possibilità di capire e conoscere meglio la cultura, il teatro, la letteratura e il cinema francese, e questo mi ha sicuramente arricchita».
Del suo lungo rapporto artistico con Parma cosa ricorda con più affetto?
«Ricordo la vittoria del Concorso Voci Verdiane, nell’88. Fu un momento importante: Mirella Freni era la madrina del concorso e vincerlo (tra l’altro cantando Rossini e non Verdi) fu una bella iniezione di autostima. Poi sono tornata a Parma nel 2004 per ‘Alceste’ di Glück, diretta dall'indimenticato Bartoletti e con la regia di Liliana Cavani, e ancora nel 2007 e nel 2010 per ‘Un giorno di regno’, regia di Pier Luigi Pizzi. Fu un gioiello di produzione. A Parma sono sempre venuta per occasioni di classe, mai per routine».
Quali i suoi prossimi impegni?
«Ora vivo a Ginevra e a breve ho un recital qui. Poi farò una tournée di musica barocca con l’Accademia degli Astrusi di Bologna, una ‘Carmen’ in Cina; l’anno prossimo debutterò ‘Ifigenia in Tauride’ e a San Francisco canterò in prima assoluta ‘La ciociara’ di Marco Tutino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

2commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

3commenti

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

2commenti

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

5commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

1commento

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

1commento

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

11commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Reggio Emilia

Giovane bastonato e preso a frustate: in manette un 55enne e due figli

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Calcio

LegaPro: Pareggio del Bassano; Venezia primo

Parma Calcio

Trasferta, Saporetti ci sarà. D'Aversa: "Nessun alibi anche nelle difficoltà"

CULTURA 

Archeologia

Restaurati 50mila metri quadrati di città a Pompei

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco