12°

19°

Spettacoli

Film recensioni - Terminator salvation

Film recensioni - Terminator salvation
Ricevi gratis le news
0

di Gianluigi Negri
Sembra ieri, ma sono già passati venticinque anni dal primo «Terminator». Un quarto di secolo è trascorso da quando un uomo nudo (che poco dopo si dimostrerà essere un indistruttibile cyborg) piombò sulla Terra, seminando panico e distruzione. Aveva le muscolose sembianze di Arnold Schwarzenegger e si presentò con un unico obiettivo: eliminare Sarah Connor. Da dove proveniva il cyborg, ossia dal futuro, già conoscevano John Connor (il figlio che Sarah non sapeva ancora di portare in grembo) come il capo della Resistenza degli uomini contro il dominio delle macchine gestite dal network Skynet. L’unico modo per eliminare la razza umana era «terminare» la madre dell’eroe prima ancora che costui nascesse.
John Connor il «salvatore»: un nome, un mito. A James Cameron era bastato evocarlo nel primo film e mostrarlo da ragazzino (con il volto di Edward Furlong) nel secondo, per trasformarlo in una leggenda. Una figura messianica che non ci si sarebbe mai immaginati di vedere «incarnata», in età adulta, per non rovinare l’immagine che ogni spettatore, individualmente, si era costruito di lui. Ritrovarlo nel 2018 di «Terminator salvation» fa dunque una strana impressione. Ancor di più se a dirigere il quarto film della saga è McG, il regista dei due «Charlie's angels», con un nome che pare più quello di un prototipo di macchina che di un autore. La sua foga è meccanica ed esasperatamente effettistica. Il suo sguardo così dopato che il metallo arriva a «rivestire» tre quarti di film prima che, nell’ultima mezz'ora, provi a soffermarsi su un’umanità disperatamente bisognosa di una seconda occasione. Se non nel finale, non gli riesce di «tirar fuori» il cuore: errore imperdonabile nella serie creata da Cameron, che rischiò di chiudersi con il terzo episodio diretto da Jonathan Mostow nel 2003, poco apprezzato dal pubblico ma decisamente migliore di questo.
Il John Connor di Christian Bale (aveva già resuscitato la saga di «Batman», ma non sempre i miracoli riescono due volte) non è un vero leader, non è un vero condottiero, non sembra nemmeno un vero umano. Il suo antagonista Marcus Wright (l'australiano Sam Worthington) è invece un uomo che non sa (e non accetta) di essere una macchina. E in «Terminator 2», al contrario di Marcus, Schwarzenegger era una macchina che non sapeva di avere dentro di sé qualcosa di umano. Insomma, la dicotomia uomo-macchina, con le sue mille implicazioni, fonda e sostanzia l’intero universo creato da Cameron nel 1984. E McG, nel chiedere la benedizione al «creatore» prima di iniziare il film, non si è reso conto di aver osato troppo.  In «Salvation» i fan troveranno rimandi e omaggi ai capitoli precedenti, compreso uno Schwarzy generato al computer, con la stessa forma fisica di 25 anni fa: del resto è un cyborg e non può invecchiare. Gli amanti dell’azione troveranno rumore e fragore, scontri e fughe. Quelli del cinema devono aspettare e guardare al futuro. O forse no. Se il «Terminator» di McG non incasserà bene (è costato la follia di 200 milioni di dollari, che comunque sullo schermo si vedono tutti) addio ai due sequel già previsti. Il primo capitolo della nuova trilogia potrebbe essere anche l’ultimo: più che una salvazione, una distruzione totale.
Giudizio: 2/5

SCHEDA
REGIA:  McG
SCENEGGIATURA:  JOHN D. BRANCATO, MICHAEL FERRIS
INTERPRETI:   CHRISTIAN BALE, SAM WORTHINGTON, MOON BLOODGOOD, BRYCE DALLAS HOWARD, ANTON YELCHIN, HELENA BONHAM CARTER
GENERE:  FANTASCIENZA
Usa/Ger/GB 2009, colore, 1 h e 55’
DOVE: WARNER VILLAGE, CINECITY
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

AVEVA SOLO 48 ANNI

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

Calcio

Parma, tre punti d'oro

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

polizia

Furgone in sosta in centro per la consegna, spariscono dei vestiti

1commento

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

1commento

SPORT

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

RUGBY

Zebre, crollo nella ripresa: avanti 30-7 perdono 38-33

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va