10°

20°

Spettacoli

Buio in sala: anche Parma piange il professor Verdone

Buio in sala: anche Parma piange il professor Verdone
0

di Giulia Ciccone
Il critico cinematografico e storico del cinema Mario Verdone (padre del  regista e attore Carlo), scomparso venerdì, aveva un forte legame con Parma, dove aveva anche insegnato. Nato ad Alessandria nel 1917, Verdone, infatti, è stato direttore del Centro sperimentale di cinematografia di Roma e professore di Storia e critica del film in diversi atenei, tra cui appunto quello di Parma. Il docente di Storia del cinema della nostra Università Roberto Campari lo ricorda così: «Mario Verdone è stato il primo docente di cinema della nostra città. Era un uomo estremamente colto e raffinato. Non si limitava al cinema, anzi, riteneva che per essere un bravo critico di cinema bisognasse essere aperti anche alle altre arti. Lo ricordo come una persona estremamente pacata e gentile»
«Ha insegnato a Parma - prosegue Campari - dal 1970 al 1974, anno in cui io gli sono succeduto. Quando l’ho conosciuto lavoravo all’Istituto di Storia dell’Arte, ma ero in contatto con lui perché tenevo seminari di cinema e perché lui era anche uno studioso d’arte e partecipava a tutte le mostre che organizzavamo. Il suo interesse principale era il futurismo, movimento che ha seguito tutta la vita e ha studiato sia in ambito letterario che artistico. Era anche un grande collezionista d’arte e ho avuto il piacere di visitare la sua stupenda collezione a Roma».
 «Sono stato recentemente nel suo bellissimo appartamento di Roma - racconta Campari - . Ho trascorso lì alcuni giorni in occasione della celebrazione del suo ultimo libro “Maestri del cinema”; oltre a noi erano presenti anche i suoi figli ed il grande regista portoghese Manoel de Oliveira con cui aveva un profondo rapporto di amicizia. Non potevo immaginare che sarebbe stata l’ultima volta in cui avrei visto Mario. Durante questa celebrazione abbiamo ripercorso la carriera di Verdone, il quale è stato docente universitario, ha partecipato a tutti i più importanti festival del mondo e ha incontrato tutti i grandi registi. Negli anni ’50 e ’60 i più importanti personaggi del panorama cinematografico venivano a Roma e lì Mario ha conosciuto Charlie Chaplin, Fritz Lang, Vittorio De Sica, Roberto Rossellini, Federico Fellini e tanti altri. Dalla fine degli anni ’70, ad eccezione di alcune manifestazioni come la Mostra del cinema di Venezia, non l’ho incontrato molte volte. Io insegnavo ancora a Parma, lui si era trasferito a Roma e le nostre strade si erano divise».
 La carriera di critico cinematografico però l’aveva legato a Parma anche prima dell’insegnamento. «Prima di diventare docente - spiega ancora Campari - aveva già lavorato a Parma collaborando a “Sequenze”, una rivista molto importante, che era diretta da Luigi Malerba. Mario Verdone era uno dei redattori più importanti. A quel tempo era un giovane critico che era venuto a Parma a presentare alcuni film e si era legato a personaggi importanti della nostra città come Attilio Bertolucci». 
«Un famoso aneddoto che lo riguarda - continua il docente - riguarda la presentazione del film “Alleluja” realizzato dal regista statunitense King Vidor nel 1942. La particolarità di questo film è il cast composto esclusivamente da attori di colore; in quel periodo vigevano leggi razziali imposte dal fascismo e il cinema americano era stato bandito dai nostri schermi. Il film era stato annunciato come un prodotto dell’arte degenerata e aveva destato molto scandalo. Nonostante questo, Verdone, elogiando la pellicola, fece un coraggioso discorso di presentazione che parlava di uguaglianza tra neri e bianchi e quando comparse il logo della «Metro Goldwin Mayer» sullo schermo il pubblico scoppiò in fragorosi applausi. Mario raccontava con molto orgoglio questo episodio».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

1commento

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

anteprima gazzetta

La nuova (spregevole) trovata dei truffatori? Il rilevatore del gas

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

foto dei lettori

Parcheggio intelligente

LUTTO

Addio a "Valo", San Lazzaro nel cuore

Roberto Valenti, 66 anni, aveva giocato anche in B

2commenti

tribunale

Il pm: "Delinquente abituale". Carminati (dal carcere di Parma) esulta

tg parma

Cinque trapianti di rene in due giorni all'ospedale Maggiore Video

mafia

Aemilia: una "squadra" di quattro Pm per l'appello

Dda chiede sentire chi ha indagato su dichiarazioni di Giglio

Carabinieri

Spacciava in Oltretorrente: un altro arresto

In manette un 31enne tunisino

1commento

Gazzareporter

La pioggia ha ingrossato il torrente Video

Parma

Dopo un borseggio abbandona il portafogli fra la merce di un negozio

La Municipale indaga su una donna. Allontanato anche un gruppo di persone sospette che si aggiravano in Ghiaia

3commenti

tg parma

Proseguono i lavori sullo Stradone Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

2commenti

polizia

Paura a Londra e Berlino: tensione a Westminster (terrorismo) e spari in un ospedale (un ferito) Foto

SOCIETA'

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

SPORT

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling