16°

Spettacoli

Bellocchio: «Su questi disegni ho costruito il film “Vincere”»

Bellocchio: «Su questi disegni ho costruito il film “Vincere”»
0

di Michele Zanlari
Una battuta gravava come una montagna sul suo Il regista di matrimoni: «In Italia sono i morti che comandano». Stava ad indicare uno stallo culturale e cinematografico. Ora, però, alla luce del nuovo film «Vincere», incentrato sulla relazione negata tra Benito Mussolini e Ida Dalser, le parole del regista Marco Bellocchio paiono vestite da un impulso nuovo, forse definitivo. Reduce dalla partecipazione in concorso a Cannes, domani alle 21.30 l’autore de «I pugni in tasca» introdurrà la proiezione di «Vincere» all’Astra arena estiva. Poco prima, alle 19.30, inaugurerà all’Edison (Galleria delle colonne) la mostra dei suoi disegni preparatori per il film, che Mario Ponzi ha curato per conto di Solares Fondazione delle Arti e resterà in esposizione ad ingresso libero per tutto il mese di luglio. «Sono disegni che stanno all’interno della sceneggiatura», ci spiega Bellocchio. «Non hanno la caratteristica fredda dello storyboard, ma si tratta di illustrazioni che esprimono in un’immagine fissa lo spirito delle singole scene, il loro spazio e il movimento. È uno stile piuttosto forzato in cui un colore, una linea o un’espressione diventano la memoria di una scena che ho girato successivamente».
Gli schizzi manifestano l’intento d’imprimere al film un impeto futurista?
«Sì, il discorso sull'avanguardia era il punto di partenza. Nel giro di pochi anni c'è stata una rivoluzione della forma che ora ci pare quasi classica rispetto allo smarrimento dell’arte moderna. Curiosamente, a queste rivoluzione dell’arte si sono affiancate delle rivoluzioni politiche che hanno soffocato l’impeto creativo, richiudendolo in una forma artistica accademica, razionalista».
Il film propone un uso originale del materiale d’archivio. Come sono nate certe intuizioni come la sovrapposizione degli attori alle proiezioni dei cinegiornali?
«Per me era molto importante mescolare le immagini perché il cinematografo, che era l’arte popolare per eccellenza, è un luogo in cui non soltanto i personaggi guardano i film, ma agiscono. Alcune sovrapposizioni sono nate lì per lì durante le riprese. Penso alla scena della rissa tra interventisti e socialisti, in cui è venuta l’idea di proiettare le ombre degli spettatori mentre sullo schermo scorrono le immagini della guerra. C'è, poi, una scena molto importante in cui Ida vede Mussolini sullo schermo - un Mussolini diverso da quello che lei ha conosciuto - ed è come se lei cercasse di sovrapporsi allo schermo per dimostrare che è la sua compagna».
È possibile che qualche reticenza incontrata dal film sia legata all’idea di trattare la figura di Mussolini e al pregiudizio di un raffronto dovuto con il presente?
«Immaginavo - ingenuamente - che un discorso privato e pubblico su Mussolini potesse sollecitare delle riflessioni non soltanto banalmente riferite all’attuale Presidente del Consiglio. Più di un amico ha usato con me il verbo "disturbare", come se vedere un’Italia così sconfitta in qualche modo creasse un turbamento legato al clima che si respira oggi in Italia. Un clima per cui la gente tende a chiudersi nel privato e dare un’adesione, non credo entusiastica ma quasi rassegnata, a chi bene o male ha una maggior capacità di rassicurare. Probabilmente questa dimensione c'era  anche nel fascismo. Basta notare che la felicità era tutta espressa nella canzone "Se potessi avere mille lire al mese"».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi

Sport

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi Foto

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salso

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

ponte romano

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

Degrado

Gli spacciatori ora assediano Piazzale Dalla Chiesa

5commenti

polizia municipale

Passante aggredito da un pitbull in zona stazione

TORRILE

San Polo, rubano un'auto e la «riportano» distrutta

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

Corniglio

Lupo morto avvelenato

3commenti

Comune

Taglio alla Cosap del 10%

1commento

Parma

Il nuovo volto della diocesi: 56 maxi parrocchie per unire i fedeli 

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

INTERVISTA

Fresu: «Il mio festival jazz a km 0»

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno fino a venerdì

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

23commenti

LEGA PRO

Il Parma riparte dal poker di Gubbio

Noceto

«Al Pioppo», quel luogo dell'anima

Gazzareporter

Campana del vetro con... piumino invernale Foto

TRAVERSETOLO

Sotto il parcheggio del Conad c'è un insediamento preistorico?

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

1commento

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

frosinone

Difende la fidanzata, massacrato di botte: muore 20enne 

3commenti

GIAPPONE

Valanga su comitiva di studenti, 3 dispersi Video

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Qualcuno ha visto Kira?

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

SPORT

MOTOGP

Il mondiale si apre all'insegna di Vinales. Dovi e Rossi sul podio

formula 1

Per il trionfo di Vettel in Australia 10 milioni davanti a Rai1

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017