-2°

MOSTRA DEL CINEMA

Francesco Barilli: «Porto Parma al Lido»

Il regista selezionato per la sezione «Venezia Classici»

Francesco Barilli

Francesco Barilli

0

«Ce l’ho messa tutta: ma non tanto per andare al Festival, ma per fare una cosa bella per la città. Per spiegare quello che è accaduto qui, che non è successo altrove: è incredibile che una città di provincia come la nostra abbia buttato fuori come un vulcano in eruzione tutto questo grande cinema. E’ un progetto a cui pensavo da tempo, ci ho lavorato sopra da due anni: all’inizio doveva essere un breve documentario e invece guarda...».
Un parmigiano a Venezia: ma mica uno qualsiasi.
Uno che 50 anni fa era a Cannes con l’amico Bernardo Bertolucci per presentare sulla Croisette «Prima della rivoluzione»: e adesso, mezzo secolo dopo, si ritrova invitato alla Mostra del cinema, con il suo ultimo film che figura tra i 55 scelti (tra 1.600...) per la selezione ufficiale.
Il ragazzo che ne «La parmigiana» spiegava che «a noi di Montechiarugolo ci piace la donna fatta» approda, con il suo baule pieno di film, dipinti, avventure e molte storie ancora da raccontare, in Laguna: quest’anno al Festival, nella sezione di Venezia Classici, insieme ad altri sette documentari dedicati ai protagonisti del grande schermo (da Altman a Sophia Loren), ci sarà anche «Poltrone rosse-Parma e il cinema», il «piccolo kolossal tra i tortelli» (così come lo definisce lui, sorridendo) di Francesco Barilli, classe ‘43, uno che l’epopea del cinema a Parma l’ha vissuta davvero. E da protagonista.
Un gran bel colpo portare il tuo film alla Mostra del cinema...
«Mi sono detto, perché non provare? Ho fatto in tempo a finirlo e l’ho inviato ai selezionatori: e loro per fortuna si sono divertiti, l’hanno perso subito. Credo gli sia piaciuto il fatto che non fosse il solito documentario didascalico, ma una sorta di lezione-favola, di c’era una volta Parma».
In «Poltrone rosse», in cui fa da filo conduttore Michele Guerra, docente di Storia del cinema della nostra Università, ci sono molti stralci di interviste che hai realizzato appositamente con alcuni grandi parmigiani che hanno fatto la storia del cinema: Bertolucci, ma anche Franco Nero, Enrico Medioli...
«Sono interviste particolari, interviste dolci: dove tutti sorridono, si prendono in giro. Nessuno si vanta, nessuno se la tira. Chi ha visto il film in anteprima mi dice che sono sorprendenti. Anche mio figlio Bernardo, che questa storia non la conosceva: e di solito è il mio critico più feroce e inflessibile...».
Registi famosi che vengono a Parma a girare i loro film, autori e attori che dalla nostra città partono alla conquista del mondo, intellettuali, imprenditori cinefili, grandi maestri...: pensi che quella che racconti in «Poltrone rosse» sia una stagione irripetibile?
«Assolutamente sì: quegli anni, così come sono stati, non possono tornare. Così come la Londra che ho visto io da ragazzo, quella di Mary Quant e dei Beatles. Anche se il mio film è la prova che per fare una città colta bastano 6-8 persone, un piccolo gruppo che trascina tutti gli altri».
Ma preferisci il cinema di allora a quello di oggi?
«Non c’è dubbio: chi fa cinema oggi nella migliore delle ipotesi copia male cose belle già fatte da altri, nella peggiore copia addirittura i film brutti. Non c’è più follia».
Con che spirito parti per Venezia?
«Mi è venuta un po’ d’ansia, c’è un’aria tosta: anche perché sono i 50 anni di “Prima della rivoluzione”... Ma sono pronto: credo che la gente si divertirà a vedere il mio documentario. Dove non si parla tanto dei film, ma dei protagonisti: alla fine penso sia un bell’affresco. Mi spiace solo che mancano tanti personaggi: ma tutti non potevo metterli, non bastavano certo 90 minuti».
E dopo la Mostra?
«Mi piacerebbe fare ancora un film di fiction: ti assicuro, è più facile che fare un documentario». F.Mol.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arrivano i carabinieri: ladri in fuga

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

1commento

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

Domani, al Tardini (14.30) il Teramo. Le altre partite del Girone B

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

11commenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

"Veterani dello sport"

A Malori il premio Atleta dell'anno

Per il 2015: a febbraio non aveva potuto ritirarlo per l'incidente

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Il «Galà dell'anolino» diventa un reality show Video

Una giuria formata da grandi esperti sceglierà il miglior galleggiante

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

13commenti

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

1commento

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Fanno la saltare cassa ma bruciano i soldi e rompono l'auto per la fuga

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti