-2°

Spettacoli

Alba: «Non sono come Giovanna, ma amo la sfida»

Alba: «Non sono come Giovanna, ma amo la sfida»
0

Filiberto Molossi
Il film che ha finito di girare una settimana fa, diretta da Silvio Soldini che l’aveva già voluta (e valorizzata) in «Giorni e nuvole», si chiama «Cosa voglio di più». Ma se lo chiedi a lei - classe ’79, un David di Donatello come migliore attrice dell’anno ritirato da poco -, cosa vuole di più (dalla vita, dal cinema, dal mondo…), scoppia in una risata contagiosa che di costruito o recitato non ha niente, e forse è proprio il senso di quello che è questa giovane fiorentina sensibile e bravissima: «Cosa voglio di più? Se lo sapessi sarebbe meno divertente: preferisco scoprirlo pian piano. Ma per ora posso dire che sono molto grata per quello che è successo: quello che ho avuto sin qui è già molto importante».
Ha un cognome difficile (ma che bisogna imparare), un volto che non si dimentica  e una credibilità che sullo schermo risalta in modo naturale, spontaneo: Parma applaude Alba Rohrwacher. La trentenne,  interprete de «Il papà di Giovanna» di Pupi Avati, stasera infatti alle 21.30 ritirerà all’arena estiva del cinema D’Azeglio il premio Schiaretti, il riconoscimento che cineclub D’Azeglio e Gazzetta di Parma assegnano ogni anno - in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune (sarà presente Luca Sommi) -, a un nuovo protagonista del cinema italiano, per ricordare Maurizio Schiaretti, indimenticato collega e critico del nostro quotidiano. La Rohrwacher (che era già stata a Parma per lavorare al Teatro Due allo spettacolo «Noccioline») verrà premiata dal sindaco Pietro Vignali: la serata (alla consegna del premio, seguirà la proiezione del film) è a ingresso gratuito.

Pupi Avati ha detto che il ruolo ne «Il papà di Giovanna» lo volevi a tutti i costi…
«Diciamo che ero molto motivata, ho lottato per avere quella parte: e ho studiato tantissimo. Ma non è che mi sono autoproposta…: dopo un  primo incontro mi hanno richiamata per altri due provini. E sì, alla fine, essere scelta era diventato un sogno».

Come è stato l’incontro con Avati?
«Come l’incontro con un maestro: ha una sensibilità molto particolare. Lavorare con Pupi mi ha profondamente cambiata, mi ha insegnato tantissimo. Sono arrivata al film successivo con una consapevolezza sicuramente diversa. D’altra parte in questo lavoro non si smette mai di crescere».

Ma c’è qualcosa di te nei personaggi che interpreti?
«E’ impossibile non portare qualcosa di sé al personaggio che uno interpreta: ma la cosa più bella, in realtà, è affrontare quelle sfumature di un personaggio che sono lontane da ciò che sei e capire qual è il modo di renderle credibili. Nel caso di Giovanna ad esempio ho dovuto impersonare una ragazzina omicida ossessionata da un amore non corrisposto, qualcosa di molto distante da me: ma la sfida è proprio quella, trovare la via giusta per rappresentare il personaggio di cui devi indossare i panni. A me piacciono quegli attori che sono i personaggi che interpretano: naturali, non costruiti».

Hai vinto due David di Donatello (il primo quale attrice non protagonista per «Giorni e nuvole»), hai tanti film in uscita, hai girato con alcuni degli autori italiani più importanti: si può dire che hai svoltato?
«No, io non la vedo così. Diciamo che ora rispetto a prima ho la possibilità di scegliere progetti più importanti: si sono aperte tante porte, è un privilegio enorme. Ma il mio obiettivo non è mai stato arrivare: mi auguro piuttosto di continuare a partecipare a film in cui credo, che mi arricchiscano. Di trovare sempre ruoli che mi lascino qualcosa».

Hai appena finito le riprese del nuovo film di Soldini: ci puoi anticipare che personaggio interpreti?
«Un personaggio totalmente diverso dalla Giovanna di Avati: in 'Cosa voglio di più' mi chiamo Anna e lavoro come impiegata in un’assicurazione di Milano. Sono una ragazza di oggi, semplice e serena. Anche se il vero cuore del film è una passione d’amore che cambia sia il destino del mio personaggio che quello interpretato da Pierfrancesco Favino…».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

1commento

Viabilità

Pericolo nebbia sulle strade: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: chiusa la statale 63 del Cerreto nel Reggiano

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

1commento

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

2commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

5commenti

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

LA GT

Renault, arriva la Twingo «cattiva»