21°

Spettacoli

«Cose che non si dimenticano»: De Andrè ha cantato De Andrè

«Cose che non si dimenticano»: De Andrè ha cantato De Andrè
5

di Mariacristina Maggi
Un emozionale silenzio lo ha accolto in scena: sembrava lui, con il suo incedere elegante, con quel profilo, sguardo malinconico e quel fascino irresistibile, impalpabile: bello quasi quanto lui. Per un attimo un’intera platea è ritornata indietro di dieci anni, quasi per magia...
Non si sa dove vanno a finire le persone che muoiono, ma si sa dove restano: e Fabrizio De André vive ancora nel cuore di tanta, tantissima gente; intere generazioni che hanno amato, sognato, sofferto e pensato attraverso le sue canzoni. Una folla intera (per un tutto esaurito) accorsa sabato «Sotto il cielo di Parma» (la rassegna nel Cortile della Pilotta) al concerto di questo figlio straordinario che è Cristiano De André: o meglio «C», come lo chiamava con amore suo padre.

 Quel padre che tutti avremmo voluto, raccontato alternando le sue canzoni a quei piccoli-grandi momenti familiari che fanno la differenza. Come il ricordo, indelebile e dolcissimo della canzone «Verranno a chiederti del nostro amore» vista scrivere in diretta dal padre e dedicare alle tre del mattino alla madre, spiando dal buco della serratura. «Non dimenticherò mai più quell'abbraccio».
 E poi, aprendo i cassetti della memoria: «Mio padre diceva sempre di avere poche idee, ma in compenso 'fisse': in realtà di idee ne aveva tantissime, ma qualche fissa l’aveva davvero: una era quella di mettersi in competizione con delle cose naturalmente impossibili... Come quando intraprese l’impresa di piantare peperoni a Savignone, cresceva di tutto in quell'orto tranne peperoni... Dopo anni avvistò un peperone in mezzo al campo, morsicato sulla punta: mi diede la colpa e mi rincorse fino a Genova..».

 Aneddoti, parole e musica: la musica di 'Faber' riarrangiata in chiave rock ed una più acustica e intimista, sempre con grande umiltà e gratitudine: un bellissimo progetto diretto da Pepi Murgia (lo stesso regista degli spettacoli del padre) e accompagnato dai bravi musicisti Luciano Luisi (piano, tastiere, programmazione), Osvaldo Di Dio (chitarre), Davide Pezzini (basso e contrabbasso) e Davide De Vito (batteria) che ha visto rivivere dal vivo molti grandi successi di De André -tra i quali «Don Raffaè», «Creuza de mä», «Fiume Sand Creek»,«La canzone di Marinella»,« Amico Fragile», «Il Pescatore», «Se ti tagliassero a pezzetti», il medley «Andrea-La cattiva strada-Il giudice», la risposta allo stupore della canzone di De Gregori «Alice» e ancora l’unica canzone scritta con il padre «Cose che dimentico» - rivelando una fortissima personalità e un talento che - anche se inevitabilmente affonda le radici negli insegnamenti paterni - ha trovato una strada propria: come nel bellissimo, intenso brano «Dietro la porta».

 Cristiano De André non è solo il figlio di uno dei più grandi poeti del '900, ma anche un musicista sensibile (alle prese con chitarra, bouzouki, pianoforte e violino) di grande fascino e carisma; e quel calore nella voce che lo rende l’unico vero erede musicale del padre Fabrizio.
«Buon sangue non mente»: una voce ha gridato tra il pubblico... «A un certo punto - ha dichiarato con sincerità Cristiano - tutti cantavano le canzoni di papà, e mi sono detto, perché non io? Ho iniziato questo progetto con una grande paura, ma anche una grande emozione: spero di averla trasmessa». Touché. Infine, strette di mano e una lunga, toccante standing ovation per dire una cosa soltanto: grazie «C». Grazie dal profondo del cuore.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 66annna

    18 Settembre @ 18.11

    Questo articolo descrive esattamente quello che abbiamo provato il 25/7 in Pilotta Grazie Cristiano

    Rispondi

  • Laura

    28 Luglio @ 08.27

    Bellissimo,emozionante, elegante, coinvolgente!!! Le canzoni di Fabrizio le conosciamo tutti, ma sentirle cantare da "C" in quel modo stupendo le ha riportate ai giorni nostri con una carica di modernità e oserei dire di eternità veramente incredibile! Grazie, grazie,grazie per l'emozione vissuta! E mi auguro che la storia continui......

    Rispondi

  • eugenio

    27 Luglio @ 13.53

    Buongiorno, esiste un dvd dello spettacolo di De Andrè in Pilotta? Mi interesserebbe enormemente! Grazie

    Rispondi

  • Francesco Cavazzini

    27 Luglio @ 12.48

    E' stato un grande spettacolo ed a me, appassionato di Faber, ha veramente toccato il cuore. Ringrazio il giornalista: quella voce di "buon sangue non mente" ero io!

    Rispondi

    • Isabella

      27 Luglio @ 13.22

      Grazie Cristiano, per lo straordinario concerto, grazie per la profonda emozione che tutti abbiamo vissuto ne sono certa l'altra sera. Grande carisma e fascino, sicuramente è difficille cantare FABER per te ma ci sei riuscito alla grande! Grazie per essere ri -tornato ti aspettavamo Si sono da'ccordo, Buon sangue non mente!!!! Bravo De Andrè!!

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Emergenza furti spaccata al Centro Cittadella dello Spip

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

3commenti

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

1commento

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

elezioni 2017

Cavandoli, la Lega: "Aspettiamo il suo sì alla candidatura"

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

5commenti

TRAFFICO

Baganzola, accesso alle fiere al rallentatore. Code per chi arriva dall'A1

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

19commenti

gazzareporter

Fontanini o.... Corcagnano?

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

2commenti

WEEKEND

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

tv parma

La ricetta di D'Aversa "Dobbiamo metterci più cattiveria" Video

tg parma

Festa tra gli albanesi di Parma nonostante il ko con l'Italia Video

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery