19°

29°

Spettacoli

«Cose che non si dimenticano»: De Andrè ha cantato De Andrè

«Cose che non si dimenticano»: De Andrè ha cantato De Andrè
Ricevi gratis le news
5

di Mariacristina Maggi
Un emozionale silenzio lo ha accolto in scena: sembrava lui, con il suo incedere elegante, con quel profilo, sguardo malinconico e quel fascino irresistibile, impalpabile: bello quasi quanto lui. Per un attimo un’intera platea è ritornata indietro di dieci anni, quasi per magia...
Non si sa dove vanno a finire le persone che muoiono, ma si sa dove restano: e Fabrizio De André vive ancora nel cuore di tanta, tantissima gente; intere generazioni che hanno amato, sognato, sofferto e pensato attraverso le sue canzoni. Una folla intera (per un tutto esaurito) accorsa sabato «Sotto il cielo di Parma» (la rassegna nel Cortile della Pilotta) al concerto di questo figlio straordinario che è Cristiano De André: o meglio «C», come lo chiamava con amore suo padre.

 Quel padre che tutti avremmo voluto, raccontato alternando le sue canzoni a quei piccoli-grandi momenti familiari che fanno la differenza. Come il ricordo, indelebile e dolcissimo della canzone «Verranno a chiederti del nostro amore» vista scrivere in diretta dal padre e dedicare alle tre del mattino alla madre, spiando dal buco della serratura. «Non dimenticherò mai più quell'abbraccio».
 E poi, aprendo i cassetti della memoria: «Mio padre diceva sempre di avere poche idee, ma in compenso 'fisse': in realtà di idee ne aveva tantissime, ma qualche fissa l’aveva davvero: una era quella di mettersi in competizione con delle cose naturalmente impossibili... Come quando intraprese l’impresa di piantare peperoni a Savignone, cresceva di tutto in quell'orto tranne peperoni... Dopo anni avvistò un peperone in mezzo al campo, morsicato sulla punta: mi diede la colpa e mi rincorse fino a Genova..».

 Aneddoti, parole e musica: la musica di 'Faber' riarrangiata in chiave rock ed una più acustica e intimista, sempre con grande umiltà e gratitudine: un bellissimo progetto diretto da Pepi Murgia (lo stesso regista degli spettacoli del padre) e accompagnato dai bravi musicisti Luciano Luisi (piano, tastiere, programmazione), Osvaldo Di Dio (chitarre), Davide Pezzini (basso e contrabbasso) e Davide De Vito (batteria) che ha visto rivivere dal vivo molti grandi successi di De André -tra i quali «Don Raffaè», «Creuza de mä», «Fiume Sand Creek»,«La canzone di Marinella»,« Amico Fragile», «Il Pescatore», «Se ti tagliassero a pezzetti», il medley «Andrea-La cattiva strada-Il giudice», la risposta allo stupore della canzone di De Gregori «Alice» e ancora l’unica canzone scritta con il padre «Cose che dimentico» - rivelando una fortissima personalità e un talento che - anche se inevitabilmente affonda le radici negli insegnamenti paterni - ha trovato una strada propria: come nel bellissimo, intenso brano «Dietro la porta».

 Cristiano De André non è solo il figlio di uno dei più grandi poeti del '900, ma anche un musicista sensibile (alle prese con chitarra, bouzouki, pianoforte e violino) di grande fascino e carisma; e quel calore nella voce che lo rende l’unico vero erede musicale del padre Fabrizio.
«Buon sangue non mente»: una voce ha gridato tra il pubblico... «A un certo punto - ha dichiarato con sincerità Cristiano - tutti cantavano le canzoni di papà, e mi sono detto, perché non io? Ho iniziato questo progetto con una grande paura, ma anche una grande emozione: spero di averla trasmessa». Touché. Infine, strette di mano e una lunga, toccante standing ovation per dire una cosa soltanto: grazie «C». Grazie dal profondo del cuore.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 66annna

    18 Settembre @ 18.11

    Questo articolo descrive esattamente quello che abbiamo provato il 25/7 in Pilotta Grazie Cristiano

    Rispondi

  • Laura

    28 Luglio @ 08.27

    Bellissimo,emozionante, elegante, coinvolgente!!! Le canzoni di Fabrizio le conosciamo tutti, ma sentirle cantare da "C" in quel modo stupendo le ha riportate ai giorni nostri con una carica di modernità e oserei dire di eternità veramente incredibile! Grazie, grazie,grazie per l'emozione vissuta! E mi auguro che la storia continui......

    Rispondi

  • eugenio

    27 Luglio @ 13.53

    Buongiorno, esiste un dvd dello spettacolo di De Andrè in Pilotta? Mi interesserebbe enormemente! Grazie

    Rispondi

  • Francesco Cavazzini

    27 Luglio @ 12.48

    E' stato un grande spettacolo ed a me, appassionato di Faber, ha veramente toccato il cuore. Ringrazio il giornalista: quella voce di "buon sangue non mente" ero io!

    Rispondi

    • Isabella

      27 Luglio @ 13.22

      Grazie Cristiano, per lo straordinario concerto, grazie per la profonda emozione che tutti abbiamo vissuto ne sono certa l'altra sera. Grande carisma e fascino, sicuramente è difficille cantare FABER per te ma ci sei riuscito alla grande! Grazie per essere ri -tornato ti aspettavamo Si sono da'ccordo, Buon sangue non mente!!!! Bravo De Andrè!!

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

3commenti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

1commento

SPORT

il personaggio

«Chicco» Taverna l'ex rugbista che doma le onde

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

SOCIETA'

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

SOS ANIMALI

Ritrovati a Bargone due cuccioli abbandonati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti