14°

Spettacoli

Venezia, star e «made in Italy»

Venezia, star e «made in Italy»
0

Saranno, come l’anno scorso, quattro i film italiani a correre nella 66ª edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia (2-12 settembre). Ci sarà, come già annunciato, «Baarìa» di Giusppe Tornatore (film d’apertura) e poi «Il grande sogno» di Michele Placido, «Lo spazio bianco» di Francesca Comencini e «La doppia ora» di Giuseppe Capotondi.
Il poker  d’assi in concorso in questa edizione pesca  ancora una volta tra amarcord privati e storici («Baarìa» e «Il grande sogno»), nei sentimenti  materno-esistenziali («Lo spazio bianco») e, infine, nella deriva  horror-fantasy dell’unico film outsider, ovvero «La doppia ora», opera prima di Giuseppe Capotondi, filosofo, fotografo free-lance  e regista di video musicali. 

I quattro «azzurri»

Il kolossal «Baarìa» si annuncia come  una sorta di amarcord di Tornatore che propone fatti privati, e  non, con protagonista assoluta la sua Bagheria (Baarìa è il  nome fenicio della località). Un film sulla  sicilianità, che racconta tutto il Novecento attraverso l’amore  di Mannina e Giuseppe, dei loro padri e dei loro figli. Cast  stellare: da Monica Bellucci a Raoul Bova, da Enrico Lo Verso a  Michele Placido, da Vincenzo Salemme a Beppe Fiorello.   I  ricordi del «celerino» Michele Placido riaffiorano invece ne «Il grande sogno» che racconta quel Sessantotto in cui il regista era  ufficialmente dalla parte «sbagliata», tranne ovviamente che per  Pier Paolo Pasolini che difese in quegli anni i poliziotti in  una famosa lettera. Si parla, tra l’altro, di Placido  quando non era altro che un poliziotto proletario di stanza a  Roma, spesso costretto a picchiare controvoglia i  rivoluzionari-borghesi ufficialmente in lotta pro proletariato.    «Lo spazio bianco» di Francesca Comencini, tratto dall’omonimo  romanzo di esordio di Valeria Parrella, si annuncia come  una storia dai risvolti sentimental-esistenziali. Lo spazio del titolo non è altro che il «periodo di non-vita», ovvero i cinquanta giorni di attesa della mamma di una  bimba nata prematura. Cinquanta giorni in cui la piccola Irene  dovrà imparare a respirare, alimentarsi da sola, con in gioco la sua  stessa sopravvivenza. E tutto questo mentre la madre Maria è  stata appena lasciata dal padre della bambina, e sta cadendo in  una sottile depressione.  «La doppia ora», esordio di Giuseppe Capotondi, esce un po' fuori dal coro. Protagonista è Sonia, cameriera d’hotel che viene da  Lubiana con uno strano passato. La donna si ritrova ad avere una  storia con Guido, ex poliziotto che lavora come custode in una  villa fuori città. Sta per innamorarsi di lui quando Guido  muore. A questo punto la singolare elaborazione del lutto di  Sonia fa tornare prepotentemente il  passato, e lo stesso Guido sembra tornare dal mondo dei  morti. È solo lei a vederlo o è la sua mente che vacilla?

America oggi
Al Lido, in controtendenza con quanto successo a  Cannes, si segnala anche il ritorno degli americani, compreso il controverso Michael  Moore che presenterà in concorso il suo ultimo  documentario «Capitalism: a love story». Un debutto al Lido, il suo, che, insieme a quello del tedesco di origine turca Fatih Akin  («Soul kitchen»), inorgoglisce il  direttore artistico Marco Müller Da parte di Müller, la consapevolezza che il ritorno degli americani al Lido (ben 15 lungometraggi e due documentari)  nasce sia dalla buona sinergia con il Festival di Toronto sia  (ma non lo dice espressamente) per una sorta di felice «offerta» dopo il gap dello sciopero degli  sceneggiatori.  «Il cinema americano è vivo», tiene a dire  Müller, che spiega come sia andato a pescare prevalentemente  in quel cinema Usa prodotto «da nuove società e anche da  privati». Nessun «fil rouge» lega, invece, i film scelti nelle varie sezioni, «ma solo le mille sfaccettature del nostro  presente. Mai dal 2004 c'è stato un numero di Paesi partecipanti così alto, mai tante opere prime e seconde». Sulle proteste contro i tagli al Fus: «Non è una novità  che lo spazio dei festival sia servito sempre anche per fare  tutti insieme questo tipo di confronti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noe': "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

9commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

SALA BAGANZA

Addio ad Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

2commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

calciomercato

Amauri nuovo giocatore dei New York Cosmos

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv