Festival Verdi

Rabaglia: "Con questi giovani vado alle radici di Traviata"

"Ristudiando l'opera per l'ennesima volta, si scoprono ancora cose nuove"

Rabaglia: "Con questi giovani vado alle radici di Traviata"

Stefano Rabaglia

Ricevi gratis le news
0

Sul podio dell’Orchestra del Comunale di Bologna per “La traviata” al Teatro Verdi di Busseto (venerdì prossimo alle 20 la «prima») salirà Stefano Rabaglia. Il direttore parmigiano, attivo in alcuni dei più prestigiosi teatri e docente di “Lettura della partitura” al Conservatorio della nostra città, è stato a stretto contatto con i giovani cantanti del Concorso Voci Verdiane e della Scuola dell’Opera di Bologna che compongono il cast.
Com’è stato lavorare con tanti giovani?
«È stata un’esperienza gratificante e bellissima. Coi giovani si lavora tanto, ma c’è anche la soddisfazione di plasmare una materia molto duttile: non ci sono interpretazioni precedenti da smontare o da cambiare. Il gruppo è molto affiatato e sono tutti pieni di entusiasmo. Dobbiamo anche ringraziare il fatto di avere a disposizione la solidità del Comunale di Bologna, con l’orchestra e il coro che accompagnano questi ragazzi con la loro professionalità, mettendoli nelle migliori condizioni possibili».
Come sarà caratterizzata questa Traviata?
«Ho colto questa occasione proprio per ristudiare l’opera per l’ennesima volta riscoprendo nuove cose e andando alla radice. Ho provato a togliere tutto quello che non è mano di Verdi, aggiungendo quello che mi sembra necessario perché è ovvio che ogni testo ha bisogno di un intervento per essere riportato in vita. Ho cambiato e tolto molte abitudini inveterate che raffreddano e rallentano il discorso musicale e secondo me questo dà, a questa partitura raffinatissima, un taglio molto scorrevole. Ho cambiato e tolto tante corone, convenzioni e acuti che non sono scritti da Verdi. Riaprendo tutti i tagli, ma snellendo il discorso e il respiro musicale credo di aver trovato una lettura, non dico originale e nuova, ma personale. Ripristinando la musica che spesso viene tagliata, mi auguro che si senta una stabilità e coerenza formale».
In questa lettura ha influito il fatto di partecipare ad un Festival?
«È una Traviata leggermente diversa da quella che si è abituati a sentire. Non è possibile fare un lavoro di questo tipo nei contesti dove esiste un repertorio. Dirigo questo titolo alla Fenice ininterrottamente dal 2010 e lì bisogna inserirsi in una struttura che è collaudata dal 2004: si lavora bene con gli artisti e c’è un bellissimo rapporto, ma lo scheletro e l’impianto sono quelli e non si possono cambiare. Qui, avendo la possibilità di fare tutto da zero, ho cercato di fare una lettura con un taglio, nei miei intenti, più asciutto».
Dopo il debutto di venerdì, «La Traviata» a Busseto (regìa di Henning Brockhaus, scene di Josef Svoboda) replicherà il 26, 29 e 31 ottobre, l'1 e 2 novembre. Tutte le recite sono fuori abbonamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza in centro

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

89 ANNI

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia

Salsomaggiore

«Serhiy Burdenyuk è scomparso: chi l'ha visto?»

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti