22°

Spettacoli

Metallo in festa al Gods of Metal

Metallo in festa al Gods of Metal
0

Stasera, domani e domenica 29 giugno 2008 torna a Bologna il Gods Of Metal, il grande festival metal organizzato da Live, che si è imposto negli anni come una kermesse imperdibile per tutti gli appassionati del genere, non solo italiani. Fin dalla prima giornata sfileranno sul palco allestito nell’Arena di Parco Nord (via Stalingrado) alcuni fra i nomi più apprezzati dal pubblico metallaro.
Su tutti, senza dubbio gli Iron Maiden, che concluderanno la serata di domani con una nuova incendiaria esibizione del loro ‘Somewhere Back In Time World Tour 2008’, l’ultima avventura live che porta in scena la leggendaria produzione Egizia del periodo Powerslave e una set list interamente basata sui classici degli anni 80. Quella di Bologna al Gods of Metal sarà l’unica occasione in Italia per apprezzare dal vivo la leggendaria band britannica.
 

Di seguito il programma della giornata:


Venerdì 27 giugno – inizio ore 12
 
Ore 12-12,20 
Kingcrow - Sono una band progressive hard rock romana, la cui data di nascita è il 1996. Il nucleo primordiale della band era formato dai fratelli Diego e Thundra Cafolla, rispettivamente chitarra e batteria. E’ del 2001 il debut-album "Something Unknown", in cui i rimandi ai maestri Rush si fanno sentire fortemente. Nel 2004 esce “Insider”, loro primo concept album, seguito da “Timetropia”, pubblicato dalla Lucretia Records International e supportato dalla partecipazione ai festival del 2007 (Evolution Fest, S-Hammer, MidSummer). Attualmente la band annovera tra i suoi membri, oltre ai fratelli Cafolla, Mauro Gelsomini, Ivan Nastasi, Angelo Orlando e Cristian Della Polla..
 
Ore 12,24-13,15
Black Tide- Si tratta della nuova rivelazione del metal americano. I Black Tide nascono nel 2004 a Miami grazie ai due chitarristi Gabriel Garcia e Alex Nuñez. Fautori di uno heavy speed metal di forte impatto hanno appena pubblicato, ad una anno di distanza dal primo EP “Schokwave” (2007), il proprio esordio discografico “Light From Above”, che già sta segnando record di vendita in molti paesi.Ora sono pronti per lanciarsi in un lungo tour promozionale che, dopo l'esibizione al “Gods of Metal”, proseguirà negli Stati Uniti durante i mesi estivi.
 
Ore 13,45-14,30
Lauren Harris– Lauren Harris è probabilmente conosciuta più per essere la figlia del celebre bassista e fondatore degli Iron Maiden Steve Harris che una cantante hard rock. Giovanissima (è del 1984), ha mosso i primi passi nei pub londinesi, e lì è stata adocchiata da Russ Ballare, che non sapeva fosse figlia di Steve. È indubbio che il padre l'abbia favorita in questi anni portandosi dietro la sua band in giro per il mondo, ma chi riesce ad andare oltre i luoghi comuni, può scoprire una talentuosa rocker dotata di un timbro limpido e squillante, supportata da musicisti di calibro. Negli ultimi anni ha presenziato ai Download Festival 2006 e 2007, al Rock am Ring e all'Heineken Jammin' Festival, e nel suo bagaglio artistico può annoverare i support-acts ai The Answer e ai Within Temptation.
 
Ore 15-15,50 
Airbourne – Una presa di posizione chiara, come ne avreste sempre volute sentire. Un verso che riassume tutto ciò che si deve sapere degli Airbourne, quartetto hard&heavy australiano di Melbourne, e del loro album di esordio, “Runnin’ Wild”, nei negozi dal 30 maggio 2008 su Roadrunner Records: lasciatevi alle spalle ogni preoccupazione, precipitatevi davanti al palco e gustatevi un po’ di sano, pesante e “ear-bleeding” rock‘n’roll. O, come prosegue il testo della canzone “Drink your beer/Drink your wine/Let’s have a good time”. Lunga vita al rock ‘n’ roll, dunque.
 
Ore 16,20-17,25
Apocalyptica- Heavy metal, sì, ma in salsa classica. Questi sono gli Apocalyptica, band finlandese di talentuosi violoncellisti che suonano i grandi classici della musica metal. Attivi fin dal 1990, si sono fatti conoscere per le loro cover dei Metallica e dei Sepultura, arrivando a incidere poi pezzi composti in proprio con l'album “Cult” nel 2000. Sono conosciuti ed apprezzati nell'ambiente metal tanto che moltissimi nomi famosi, tra i quali Dave Lombardo, Corey Taylor e Cristina Scabbia, hanno prestato la loro bravura sia in sala di registrazione che live. È strano come questi tre ragazzi, diplomati al miglior conservatorio finnico, siano riusciti a sfondare in un mondo così distante dalle loro origini, ma grande merito a loro per riuscire a farci scatenare al suono degli archi!
 
Ore 17,55-19
Rose Tattoo– Sull'onda degli AC/DC molte band australiane fecero fortuna in madrepatria. Ma, tra tutte, i Rose Tattoo furono gli unici capaci di capitalizzare al massimo quella spinta, tanto che nel 2008, a oltre 30 anni dalla loro nascita, ancora si parla di loro. Il carismatico frontman Angry Anderson guida questi spericolati hard-rocker alla riconquista del mondo dopo ben tre lustri di silenzio discografico con “Pain” e col recente “Blood brothers”, album zeppi di sonorità settantiane e ottantiane, ricchissimi di influenze di Angus & soci. La loro resa live e i loro brani easy e maledettamente catchy hanno infiammato le platee di tutto il globo per moltissimi anni, e non sono ancora stanchi di girare il mondo per sputare in faccia al pubblico la loro musica. In Italia non ci sono mai stati. Finalmente, dunque, l’occasione per vederli dal vivo grazie al Gods of Metal.
 
Ore 19,30-20,45 
Avenged Sevenfold – La prima cosa che salta all'occhio nel vedere questi musicisti californiani è la loro palese giovinezza, in contrasto con la resa eccezionale che hanno sul palco. Gli Avenged Sevenfold nascono nel 1999 da un progetto di Matthew Shadows su basi fortemente metalcore, ma negli anni si sono spostati su frontiere sempre più heavy-oriented. Infinita è la lista dei premi conferitigli, e prestigiosi sono stati i support-acts, fra cui, su tutti, ricordiamo il 2006 di spalla ai Metallica. I loro dischi, in particolare gli ultimi due (“City of evil” e “Avenged Sevenfold”) sono stati accolti con grande clamore dal pubblico metal mondiale, in particolare la loro virata verso l'hard 'n heavy ha giovato tantissimo nell'ampliare i confini del loro pool di fans.
 
Ore 21,15-23,15
Iron Maiden- Quante parole saranno state spese sui Maiden? Lodi, critiche, ossequi, a volte anche denigrazioni, ma di loro, in un modo o nell’altro, se ne parla da decenni. Dal lontano 1975, anno in cui il giovane Steve Harris abbandona le giovanili del West Ham per dedicarsi anima e corpo al progetto che sarebbe diventato una pietra miliare della musica rock di tutti i tempi. Ai Maiden è successo di tutto: cambi di lineup, dischi quasi ripudiati dai fans, integrazioni di membri non all’altezza, ma lungo tutto questo tempo sono sopravvissuti a sé stessi, alle mode e alle sensations del momento. Ancora oggi, a 50 anni suonati, producono shows che nulla hanno da invidiare agli spettacoli dei giovani rampanti. Steve pesta ancora il suo basso come ai vecchi tempi, Bruce sta vivendo una seconda giovinezza, il feeling tra i chitarristi Dave, Adrian e Janick è invidiabile, Nicko mantiene la sua imprescindibile precisione. Hanno tutte le carte in regola per proseguire sulla loro strada per tanti altri anni ancora, almeno quelli necessari per la pubblicazione dei vari DVD che ripercorrono la loro carriera. E proprio in merito a questo, al Gods of Metal 2008 si presenteranno per l’unica data italiana del “Somewhere back on time tour”, celebrazione di quella che è considerata dalla maggior parte dei fan la “Golden Era” della band. I classici più amati, i più cantati, i più famosi, tutti insieme, immersi nella spettacolare scenografia egiziana ispirata al “Live After Death”. E la maestosità del tour si evince anche dal tipo di trasporto di cui si servono i Maiden: un intero aereo addobbato per l’occasione, su cui è caricato tutto il backstage. Le premesse per uno show epocale ci sono tutte, ora sta a noi essere la ciliegina sulla torta di questo memorabile, irripetibile evento.

 Ingresso: 55 Euro.
Biglietti acquistabili alle casse di Parco Nord a partire dalle ore 10.
 
Il Gods Of Metal proseguirà sabato 28 giugno, con una giornata che avrà come headliner gli SLAYER, e domenica 29 giugno, che sarà conclusa dai “padri fondatori” JUDAS PRIEST.


Per informazioni sul Gods Of Metal:
055 5520575 (Live) oppure 051 6493904 (AA Productions).    www.godsofmetal.it
 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Parma 360»:uno speciale sul festival

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Uccide la moglie malata e si suicida: il dramma di Felegara Foto Video

I corpi senza vita ritrovati dai figli in camera da letto

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

2commenti

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

elezioni 2017

Salvini domani a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

omicidio

Delitto Habassi, chiuse le indagini: "C'è stata premeditazione"

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

6commenti

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

3commenti

tribunale

Abusi nelle assunzioni a Stt, tutti prosciolti tranne Costa

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

11commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

11commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

Mondo

Debbie devasta l'Australia Video

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

SOCIETA'

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

roma

Omofobia, Shalpy: "Sputi e insulti per strada: un trauma"

1commento

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon