-2°

Spettacoli

«Per colpa di chi?» Viareggio canta e non dimentica

«Per colpa di chi?» Viareggio canta e non dimentica
0

 di Martino Iannone

 Viareggio vive. Zucchero & Friends emozionano, un po' meno l’acustica. Andrea Bocelli,  Sting, Antonello Venditti, Solomon Burke, Jeff Beck con il «Nessun Dorma» di  Puccini eseguito con la Fender, Pino Daniele, Mario Biondi,  Irene Grandi e tanti giovani per una notte d’estate nella città  che ancora piange i 29 morti della strage alla stazione del 29  giugno.
E il ricordo va anche a chi ancora lotta. «Questo concerto  è per voi, per voi che siete tra la vita e la morte in  ospedale» dice Carlo Conti aprendo nello stadio dei Pini il  «Concerto per Viareggio» al quale hanno assistito oltre 16 mila  persone per un incasso di 356.400 mila euro, più 10 mila giunti  in donazione dalla Nazionale di calcio dei cantanti e che ha trovato il suo slogan nella canzone «Per colpa di chi?» di Zucchero.
Il primo a esibirsi sul palco è Pino Daniele insieme a J-Ax  con «Un sole dentro me». In tribuna d’onore ci sono un centinaio  di familiari delle vittime della strage accolti dal sindaco Luca  Lunardini. A una decina di metri da loro tre viareggini «doc»,  il ct della Nazionale Marcello Lippi (nessun riferimento alla polemica con Mourinho, non è serata), l'ex arbitro Pierluigi Collina e la grande attrice Stefania Sandrelli.
Spazio ai giovani con Juri, la figlia d'arte Irene Fornaciari, il vincitore  di X-Factor Matteo Becucci («essere qui stasera è bello ma  soprattutto è giusto»), Noemi con un omaggio a Marvin Gaye,  Karima in duetto con Mario Biondi, Malika Ayane.
Prima pausa musicale dopo oltre un’ora e trenta di musica con  uno sketch di Panariello-Mario il bagnino. Salutando Conti,  molto abbronzato, il comico gli dice: «Buona sera presidente.  Come perchè? Non sei Obama?». Torna la musica con la magia del  flautista Andrea Griminelli. Sale Irene Grandi, in elegante  nero, e tutti a cantare «Prima di partire per un lungo viaggio».  L'intensità dello show lievita, l’acustica migliora. Ci sono  Alexia, i virtuosismi jazz-rock di Eric Lewis e ancora il calore soul  di Biondi. Sul palco salgono Lippi e la Sandrelli. Parte il gran  finale. «Notte prima degli esami» di Antonello Venditti; il grande bluesman Jeff Beck  che esegue «Nessun Dorma»; Bocelli che intona «My way»  accompagnato da un pianoforte.
E' quasi mezzanotte e sul palco compare the bishop, il  vescovo, Solomon Burke, prima da solo, poi con Zucchero a  cantare «Diavolo in me». Lo stadio è una bolgia. Scende la  notte e la prima nenia la cantano Zucchero e Beck con «Dune  mosse». Brillano le luci di migliaia di cellulari: tocca  finalmente a Sting che insieme a Sugar attacca «Every breath you  take» e «Fragile». Per le sonorità del basso si corre in  qualche modo ai ripari. Chiude Zucchero che, con la D’Alessandro & Galli, ha voluto tutti qui per ricordare e non  dimenticare: prima «Così celeste» col Coro delle Voci Bianche  del festival pucciniano e, infine, con uno straziante  «Miserere».
Dopo il concerto c'è stata una cena e un’asta di  beneficenza. Battuti, oltre a un quadro di  Possenti e  sculture del teatro del silenzio di Bocelli, le maglie  autografate di Eto'o, Milito, Zanetti, Totti, De Rossi, Del  Piero, Diego, Ronaldinho, Mutu, Gilardino e Amauri, portate da  Collina e Lippi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017