17°

Spettacoli

«Videocracy», prove in corso?

«Videocracy», prove in corso?
Ricevi gratis le news
0

di Elisabetta Stefanelli

Dal topless delle coloratissime  vallette di Umberto Smaila fino a Silvio Berlusconi sugli spalti  della sfilata del 2 giugno: sono le immagini del trailer di «Videocracy» bocciato sia dalla Rai che da Mediaset con forte e inevitabile coda polemica.  Immagini provocatorie accompagnate da alcune frasi («30 anni fa  in Italia un piccolo esperimento televisivo avviò una  rivoluzione culturale»), che hanno suscitato la reazione  negativa delle due emittenti - da cui la decisione di non mandare in onda il trailer - e la rivolta del centrosinistra.

 La  denuncia è partita ieri dalle pagine de «La Repubblica» dove il  produttore Domenico Procacci della Fandango, ha reso pubblico il  no delle tv alla messa in onda dello spot del docu-film di Erik Gandini, regista italiano residente da 20 anni in Svezia, che uscirà al cinema dal 4 settembre (in 40 copie) ed è in cartellone come evento alla Mostra di Venezia. La pellicola racconta gli ultimi 30 anni dell'Italia «filtrati» attraverso l'occhio della tv commerciale, tra Lele Mora, Fabrizio Corona e «veline» assortite.
Per il segretario del Pd, Dario Franceschini è «un’altra  prova di come si stiano restringendo gli spazi della libertà di  informazione in Italia» e in risposta pubblica il video incriminato sul proprio sito internet. «Bisogna allora reagire all’assuefazione - aggiunge -  In questo Paese la battaglia per la libertà  di informazione non riguarda nè solo il Partito democratico nè  solo l’opposizione, ma riguarda tutti quelli che hanno a cuore  un Paese libero». Dal Pd parla anche Pierluigi Bersani ed usa  l'ironia: «Sostengono che non si può trasmettere il trailer di  Videocracy per motivi di par condicio. Forse che per 'Ombre Rosse'  chiesero la replica agli indiani?».

 Anche il  presidente della Federazione Nazionale della Stampa, Roberto Natale, vede una stretta connessione tra  la censura a «Videocracy» e la libertà d’informazione: «La  vergognosa decisione di Rai e Mediaset di non mandare in onda  gli spot è la conferma più clamorosa di come in Italia sia  ormai in vigore la videocrazia». Per questo è convinto della  necessità di una «grande iniziativa di protesta» perchè è  una «una gigantesca questione di libertà».
 Una reazione è arrivata subito dal cda di viale Mazzini, dove Giorgio Van Straten e Nino Rizzo Nervo, consiglieri Rai di minoranza, giudicano duramente la decisione. Per Rizzo Nervo  «la censura dello spot di Videocracy dimostra con chiarezza che  sulla Rai vi è un preciso disegno di controllo e di  annullamento delle libertà editoriali».

 A prendere la decisione di non mandare in onda lo spot del film-documentario è stato l’Ufficio legale, come ha spiegato in serata una nota della Rai, motivando la doppia bocciatura:  da una parte si tratterebbe di un trailer non conforme al  principio del contraddittorio - anche se in periodo non  elettorale - dall’altra non rispetterebbe le convinzioni morali,  civili e politiche dei cittadini. La Rai comunque si è resa  disponibile ad ospitare altri spot «nell’ipotesi in cui la  società produttrice avesse assicurato il rispetto dei principi  essenziali del contraddittorio e del pluralismo informativo».
 Per quanto riguarda invece Mediaset il no è arrivato perchè  Publitalia ha giudicato lo spot lesivo delle prerogative della  tv commerciale e quindi editorialmente non compatibile con la  trasmissione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro