-1°

Spettacoli

Il re dei salumi «vuole» il principe dei cantautori

Il re dei salumi «vuole» il principe dei cantautori
0

di Pierangelo Pettenati

C'è il «principe» dei cantautori italiani per il re dei salumi: accanto ai tradizionali appuntamenti per il Festival del prosciutto di Parma, il Comune di Langhirano ha sempre offerto un importante concerto. Per questa dodicesima edizione, in collaborazione con Arci Parma, Caos Organizzazione Spettacoli e Circolo Arci Camaleonte di Langhirano, è stato chiamato Francesco De Gregori, che si esibirà venerdì sul palcoscenico allestito appositamente in piazzale Celso Melli, di fianco al Museo del Prosciutto. Con lui suoneranno i musicisti che da alcuni anni lo affiancano sia in concerto sia in studio: Stefano Parenti alla batteria, Alessandro Arianti alle tastiere, Alessandro Valle alla chitarra e alla pedal steel guitar, Lucio Bardi e Paolo Giovenchi alle chitarre e lo storico capobanda Guido Guglielminetti al basso. 
Dopo quasi quarant'anni di carriera artistica, su Francesco De Gregori, più che gli articoli, le interviste o i libri, dice molto di più la storia; il «professore» («Ormai sarò preside», rispose al parmigiano che affettuosamente lo chiamò così durante il suo concerto al PalaRaschi di una decina d’anni fa) ha lasciato un segno nella musica italiana, ma altrettanto importante è quello lasciato nella società. Soprattutto nella seconda metà degli anni '70, raggiunto il successo con l’indiscusso capolavoro di «Rimmel», i suoi dischi hanno raccontato e commentato l’Italia, provocando anche molti momenti difficili. 
Nel 1976, poco dopo la pubblicazione di «Buffalo Bill», ci fu un episodio drammatico durante un concerto al PalaLido di Milano, quando venne contestato da un gruppo politico di estrema sinistra. In seguito, parlando di quel fatto, disse «Per come si erano messe le cose avrebbero anche potuto spararmi: è stato un piccolo momento della strategia della tensione». La risposta alle tensioni di quel periodo fu spiazzante, in linea con la sua personalità: come De André rispose al '68 con «La buona novella», De Gregori rispose con «Viva l’Italia». Il culmine del successo arrivò nel 1983 con «La donna cannone»; da allora sono passati 26 anni, parecchi dischi, un’altra grande canzone («Il bandito e il campione»), alcune critiche per il gran numero di dischi dal vivo e raccolte pubblicati in poco tempo. 
Non sono più arrivate le canzoni in grado segnare la società, ma De Gregori non è l’artista rimasto senza idee: nelle diverse occasioni in cui è passato dalla nostre parti, ha sempre lasciato un ricordo. Bellissimi i concerti in chiave rock al Fuori Orario, emozionante quello in versione blues del 16 aprile 2008 al PalaRaschi. 
Per la sua capacità di lasciare sempre un ricordo, c'è molta attesa per questo concerto di de Gregori, nel quale i classici («Generale», «Alice», «La leva calcistica della classe 1968», «Pablo», «Buonanotte fiorellino», la profetica «Bambini venite parvulos») saranno accanto alle canzoni degli ultimi dischi, l’ultimo dei quali è «Per brevità chiamato artista» del 2008. 
L'inizio è del concerto è previsto per le 22; i biglietti sono in vendita on line sul circuito Ticketone (www.ticketone.it) e presso le abituali prevendite.
Per informazioni: telefono 0521-706214, oppure il numero verde 800-165300. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria