-2°

Spettacoli

Van de Sfroos, radici nel lago

Van de Sfroos, radici nel lago
Ricevi gratis le news
0

di Giulia Coruzzi

«E disum tücc che sèrum angeli e che però i g'hann dirutaa e gh'emm i aal tücc stramusciaa e ripiegaa suta el paltò. E diciamo tutti che eravamo angeli che però ci hanno dirottato e abbiamo le ali stropicciate e ripiegate sotto il cappotto» canta Davide Van De Sfroos nella sua «Il prigioniero e la tramontana». E il suo pubblico, per l’occasione senza cappotto e con le ali spiegate, lo aspetta a Langhirano sabato prossimo, 5 settembre alle 22 in piazzale Melli.
 Sarà per quelle sue radici, ben piantate sulle rive del lago di Como, che le sue canzoni profumano dell’aria - e dell’acqua - che ispirò tanti poeti e scrittori. La maggior parte dei suoi brani fa capo al lago e se ne ha conferma non solo in «Akuaduulza» (cd del 2005), ma anche nel suo ultimo album, «Pica!», che sta per «picchia», è un cd corale: 15 brani fatti di minatori, di emigranti, di fatiche.

 Tutto l’album contiene strofe in cui il folk e il rock si confrontano con il blues, il cajun e lo spiritual.
Anche in marzo, quando il menestrello di Mezzegra si era esibito all’Auditorium Paganini, aveva dimostrato che il Mississippi non era poi così lontano e che le sue citazioni e i suoi riferimenti erano sempre più rivolti «oltreoceano». Eppure lo «spirito» dello specchio comasco non smette di emergere dalle parole di Davide Bernasconi (questo il suo vero nome) in dialetto tremezzino (o laghée). Non si può parlare di lui senza provare a masticare la sua lingua, senza la quale le sue storie non sarebbero così belle. Storie fatte di riflessi e abissi, storie di personaggi spesso «ai bordi», del lago e della società.

Come quella di «El baron», che tradotta racconta: «E l’hanno visto spostare la nebbia, chiudere la stella in una gabbia | l’hanno impiccato e si è rotto il ramo, e ha la pelle color del fumo | e in quarant'anni di manicomio è diventato mille persone | non è guarito, non ha capito ma ha imparato a suonare il violino | e in quarant'anni di manicomio è stato un po' tutti e un po' nessuno | ma adesso arriva con il cilindro e lui lo sa che è il barone...».

Van De Sfroos (letteralmente «vanno di frodo») inizia le sue avventure con i Potage, un gruppo d’ispirazione punk e, poco tempo dopo, dà vita ai De sfroos con i quali elabora i primi testi in lombardo che portano alla pubblicazione di «Viif» e «Manicomi». Seguono l’esperienza poetica con la raccolta di poesie «Perdonato dalle lucertole» e la scelta della carriera solistica accompagnato dalla «Davide Van De Sfroos Band». Il Premio Tenco nel 1999 preannuncia una serie di successi, ottenuti con gli album «Breva e Tivan» (1999), «Per una poma» (1999), «E semm partii» (2001), «Laiv» (2003), «Akuaduulza» (2005) e «Pica!» (2008) che registra un grande consenso di pubblico e critica. Molto apprezzati anche i suoi libri: oltre a «Perdonato dalle lucertole», anche «Capitan Slaff», «Le parole sognate dai pesci» e «Herbert Fanucci».
Langhirano è pronta a ballare il folk/rock di Van De Sfroos...e a cambiar dialetto, per una sera. Info: Arci Caos 0521.706214. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande