-4°

Spettacoli

"Viva la vida", i Coldplay fanno il pieno a Udine

0

NOSTRO SERVIZIO
Paride Sannelli

Ecco una band da godere più nei palasport che negli stadi. All’aperto i Coldplay approdati lunedì ad Udine, tra gli spalti di un euforico Stadio Friuli esaurito fino all’ultimo posto (oltre 40mila spettatori), sono sempre un bell'ascoltare ma forse con qualcosa in meno di quanto regalato al chiuso. Complice il mal di gola di un Chris Martin e un suono non al cento per cento, lo show friulano ha preso le mosse dall’introduzione strumentale di «Life in Technicolor» per disegnare un percorso radente quello seguito dalla band inglese lo scorso anno al Futureshow Station di Bologna e al Forum di Milano, anche se con qualche empasse («Glass of water» e «42» tanto per fare un paio di esempi) prontamente coperta dal boato di una platea da quarantamila. Una folla sudata, euforica, entusiasta, piovuta nel capoluogo friulano dall’Italia e dai Balcani premiando lo slancio di albergatori ed azienda del turismo che ce l’hanno messa tutta in queste ultime stagioni a trasformare il Friuli in un crocrevia del pop estivo, come dimostrato dalle presenze in cartellone quest’anno pure di Madonna e Bruce Springsteen.
I Coldplay hanno fatto meglio di tutti, mandando esaurita la formula «Music & Live» (dormi tre notti e ti regaliamo il biglietto) e formando al casello autostradale di Udine Nord tre chilometri di fila. Oltre ventimila gli stranieri, arrivati perfino dalla Romania e dalla Grecia. Sotto lo smisurato arco rosso adagiato dalla scenografia su una riproduzione de «La Libertà che guida il popolo» di Eugène Delacroix utilizzata dagli eroi di «Violet Hill» sulla copertina dell’ultimo album «Viva la vida or death and all his friends», a detta dello stesso Martin primo album «a colori» di una carriera cominciata nel 2000 e proseguita tra trionfali consensi. E la tinta a cui fa riferimento il consorte di Gwyneth Paltrow (rimasta a casa stavolta ad accudire i piccoli Apple e Moses) è quella del coraggio, di una fiducia nel proprio successo tale da sentirsi liberi di percorrere nuove strade senza l’incubo di dover ragionare, scrivere, e cantare in eterno come i golden boy di «In my place» o «Clocks». Dominata da sei enormi sfere satinate da cui esplodono immagini e colori come fossero lanterne cinesi, la scena di questa frazione «open air» del tour partito a primavera 2008 regala al quartetto inglese due lunghe pedane e un paio di palchi aggiuntivi a quello principale; sul primo, collocato in cima ad uno dei due camminamenti, eseguono in versione club cose come «God put a smile upon your face», «Talk», «The hardest part», mentre sull'altro, spuntato dal nulla proprio al centro dello stadio, versioni voce e chitarra di «Gren eyes» e della jacksoniana «Billie Jean», presentata da Chris come la «canzone speciale di un uomo speciale». I palloni gonfiabili giallo ocra che piovono sullo stadio durante «Yellow», il turbine di coriandoli multicolori che invade la scena durante «Lovers in Japan», col maxischermo intento a rilanciare immagini metropolitane giapponesi e quelle di eserciti in marcia verso il fronte, i fuochi d’artificio che rimandano tutti a casa suggellando i cento minuti di concerto sulle note di «The scientist» e «Life in Techicolor 2», completano una maratona all’insegna dell’ultimo hit lasciando fra i ricordi il sapore di una notte epica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

DATI

Collecchio, boom di nascite

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

PROTESTA

Le medicine? Prendetele all'ospedale

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

25commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery