Spettacoli

"Viva la vida", i Coldplay fanno il pieno a Udine

Ricevi gratis le news
0

NOSTRO SERVIZIO
Paride Sannelli

Ecco una band da godere più nei palasport che negli stadi. All’aperto i Coldplay approdati lunedì ad Udine, tra gli spalti di un euforico Stadio Friuli esaurito fino all’ultimo posto (oltre 40mila spettatori), sono sempre un bell'ascoltare ma forse con qualcosa in meno di quanto regalato al chiuso. Complice il mal di gola di un Chris Martin e un suono non al cento per cento, lo show friulano ha preso le mosse dall’introduzione strumentale di «Life in Technicolor» per disegnare un percorso radente quello seguito dalla band inglese lo scorso anno al Futureshow Station di Bologna e al Forum di Milano, anche se con qualche empasse («Glass of water» e «42» tanto per fare un paio di esempi) prontamente coperta dal boato di una platea da quarantamila. Una folla sudata, euforica, entusiasta, piovuta nel capoluogo friulano dall’Italia e dai Balcani premiando lo slancio di albergatori ed azienda del turismo che ce l’hanno messa tutta in queste ultime stagioni a trasformare il Friuli in un crocrevia del pop estivo, come dimostrato dalle presenze in cartellone quest’anno pure di Madonna e Bruce Springsteen.
I Coldplay hanno fatto meglio di tutti, mandando esaurita la formula «Music & Live» (dormi tre notti e ti regaliamo il biglietto) e formando al casello autostradale di Udine Nord tre chilometri di fila. Oltre ventimila gli stranieri, arrivati perfino dalla Romania e dalla Grecia. Sotto lo smisurato arco rosso adagiato dalla scenografia su una riproduzione de «La Libertà che guida il popolo» di Eugène Delacroix utilizzata dagli eroi di «Violet Hill» sulla copertina dell’ultimo album «Viva la vida or death and all his friends», a detta dello stesso Martin primo album «a colori» di una carriera cominciata nel 2000 e proseguita tra trionfali consensi. E la tinta a cui fa riferimento il consorte di Gwyneth Paltrow (rimasta a casa stavolta ad accudire i piccoli Apple e Moses) è quella del coraggio, di una fiducia nel proprio successo tale da sentirsi liberi di percorrere nuove strade senza l’incubo di dover ragionare, scrivere, e cantare in eterno come i golden boy di «In my place» o «Clocks». Dominata da sei enormi sfere satinate da cui esplodono immagini e colori come fossero lanterne cinesi, la scena di questa frazione «open air» del tour partito a primavera 2008 regala al quartetto inglese due lunghe pedane e un paio di palchi aggiuntivi a quello principale; sul primo, collocato in cima ad uno dei due camminamenti, eseguono in versione club cose come «God put a smile upon your face», «Talk», «The hardest part», mentre sull'altro, spuntato dal nulla proprio al centro dello stadio, versioni voce e chitarra di «Gren eyes» e della jacksoniana «Billie Jean», presentata da Chris come la «canzone speciale di un uomo speciale». I palloni gonfiabili giallo ocra che piovono sullo stadio durante «Yellow», il turbine di coriandoli multicolori che invade la scena durante «Lovers in Japan», col maxischermo intento a rilanciare immagini metropolitane giapponesi e quelle di eserciti in marcia verso il fronte, i fuochi d’artificio che rimandano tutti a casa suggellando i cento minuti di concerto sulle note di «The scientist» e «Life in Techicolor 2», completano una maratona all’insegna dell’ultimo hit lasciando fra i ricordi il sapore di una notte epica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS