-5°

Spettacoli

Film recensioni - Il grande sogno

Film recensioni - Il grande sogno
0

 Filiberto Molossi

Qui succede un ’68: l’anno che cambiò tutto (perché molto rimanesse uguale…) nel ricordo di Michele Placido, «reduce» eccellente di quella stagione (nel bene e nel male) irripetibile, presa di coscienza personale e generazionale della meglio gioventù che voleva rifare il mondo. Accolto con freddezza alla Mostra di Venezia che si è chiusa ieri (sempre piuttosto amara per il regista di «Romanzo criminale», stavolta anche con la coda velenosa di una polemica con il ministro Brunetta, che Placido vuol denunciare per calunnia), «Il grande sogno», che ha letteralmente invaso le sale italiane in cerca di un riscontro immediato dopo il passaggio in Laguna, mira all’affresco ma, seppure sentito, non va molto al di là di una rievocazione superficiale dell’energia e delle emozioni che infiammarono un tempo in avanzato stato di ebollizione.  
L’utopia, l’amore, la fretta: e le okkupazioni, i libretti di Mao, i preti operai, gli scontri di piazza, gli slogan, la liberazione sessuale, i manganelli, il poster di De Andrè, le molotov, «Suzanne». Si butta, Placido, con slancio: sapendo però che sotto il vuoto c’è il materasso, e l’atterraggio in ogni caso sarà morbido. Ha un passo americano, un montaggio efficace, fluido, interpreti belli e convincenti che ci credono fino in fondo, «Il grande sogno»: ma il romanzo «sentimentale» di un’epoca, uscito dal diario dei ricordi del regista, è più appassionato che appassionante, più esplicito che sottile, più sincero che emozionante. 
Poco aiutato dall’estetica rassicurante cara alla Taodue (la casa di produzione di Valsecchi, quella dei televisivi «Ris» e «Distretto di polizia»), Placido fa il suo, arrivando dove riesce: ma tra citazioni (tante) e ralenti (troppi), nell’alternarsi di pubblico e privato (che comunque è politico), il suo racconto di formazione resta distante dal cuore. 
Fortemente autobiografico, il film segue i percorsi di tre differenti personaggi: un celerino che ama i film di Bertolucci e sogna di fare l’attore, una studentessa borghese che si ribella al suo destino (e alla sua famiglia…) e un leader universitario proletario. Incroceranno le loro vite sullo sfondo della contestazione: ma quell’incontro li cambierà per sempre. Storia di una conversione laica - quella dello stesso Placido, ventenne poliziotto salito al Nord che dopo avere manganellato gli studenti passò dallo loro parte, lasciando la divisa per le maschere dell’Accademia d’arte drammatica -, «Il grande sogno» sfrutta i suoi personaggi-archetipo per dare un’idea complessiva delle cose, facendoli muovere sui tre lati, intrisi di rimpianto, di un triangolo. 
Il film - sorretto da attori in palla (Luca Argentero, Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca, premio Mastroianni per la migliore emergente a Venezia) - fila via senza cadute,  rifiutando però caratteri astratti o sfumati che gli avrebbero fornito una cifra più tormentata e insinuante, là dove, specie nel confronto conflittuale tra padri e figli, il regista  cita «I pugni in tasca» ma resta - poco sensibile a svolte (estetiche e narrative) radicali - con le mani in mano.

Giudizio: 2/5

Scheda
Regia: Michele Placido
Sceneggiatura: Doriana Londeff, Angelo Pasquini, Michele Placido
Fotografia: Aldo Catinari
Musica:  Nicola Piovani
Interpreti: Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Luca Argentero, Laura Morante, Massimo Popolizio
Genere: Drammatico
Italia 2009, colore e b/n, 1h e 40'
Dove: Cinecity, Warner Village, D'Azeglio, Cristallo (Fidenza)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

1commento

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

3commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo: i crociati provano a riprendere il volo Diretta

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

21commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto