Spettacoli

Festival Verdi 2009, Meli: «Tagli sì, ma anche sorprese»

Festival Verdi 2009, Meli: «Tagli sì, ma anche sorprese»
0

di Lucia Brighenti

Il Festival Verdi è come un calendario dei santi, ogni giorno è dedicato a un’opera di Giuseppe Verdi». Così il sovrintendente del Teatro Regio, Mauro Meli, ha spiegato le peculiarità della kermesse parmigiana che inaugurerà il 1° ottobre con la «Messa da Requiem» diretta da Yuri Temirkanov (eseguita in anteprima il 28 settembre a Busseto). L’occasione era l’incontro informale che si è tenuto giovedì pomeriggio nella sede di Parma Lirica alla presenza del presidente del circolo, Paolo Ampollini, e dei soci. Una sorta di «chiacchierata tra amici» in cui il sovrintendente ha raccontato come nasce un festival. «Quello che distingue un festival da una stagione lirica tradizionale sono la qualità delle proposte e la loro concentrazione che consentono al pubblico, anche ai turisti, di vedere due o tre eventi diversi in pochi giorni». 
Programma
Illustrando il programma del 2009, Meli è tornato a parlare delle difficoltà che hanno afflitto la programmazione di quest’anno: «Questa edizione è un vero e proprio miracolo - ha spiegato - perché la situazione economica generale è quella che si legge sui giornali di tutto il mondo». Con un budget molto ridotto rispetto agli scorsi anni, quindi, è stato necessario operare delle scelte dolorose, come quella di non fare un’opera nel Teatro Verdi di Busseto (teatro che «è una magia, un vero e proprio miracolo», ci tiene a ricordare il sovrintendente) o quella di rinunciare a nuove produzioni e ad ospitare orchestre straniere. «Detto questo - ha aggiunto Meli - siamo fieri di questo festival e del fatto che la città ci creda. Le prove de “I due Foscari” sono iniziate e penso che ci saranno sorprese piacevoli. Inoltre ci sono moltissimi segnali da parte di alcune istituzioni che ci fanno credere che l’anno prossimo non sarà così tragico». 
Prospettive per il 2010
Proprio con questa speranza, il sovrintendente ha anticipato che nel 2010 potrebbe essere rappresentata un’opera non solo a Busseto ma anche a Fidenza. 
Le dichiarazioni di Gatti
Dopo l’incontro c'è stata anche l’occasione di commentare alcune affermazioni fatte di recente da Daniele Gatti. In un’intervista pubblicata sul «Corriere della Sera» del 16 settembre, il celebre direttore d’orchestra affermava: «I nostri teatri di tradizione sono un’attrazione per tutto il mondo, un bel traino per il turismo. Però qualche economia si potrebbe ipotizzare. Per esempio in Emilia Romagna convivono ben sette teatri lirici: Bologna, Parma, Piacenza, Modena, Reggio, Ravenna, Ferrara. Ciascuno con il suo cartellone, il suo direttore artistico. Basterebbe raggrupparli in due poli, con produzioni itineranti». Meli riflette: «Gatti dice cose intelligenti e sensate ma per una cosa non sono d’accordo: che si possano ipotizzare economie, perché a livello di risorse provenienti dal pubblico (dallo Stato, dalla Regione e dagli enti locali) siamo ai minimi storici e i teatri vivono al di sotto dei limiti di sopravvivenza. La Baviera dà al solo Teatro Nazionale di Monaco venti volte quello che la Regione Emilia-Romagna stanzia per i suoi sette teatri messi assieme. Questo anche se il teatro di Parma è molto più importante nel mondo, dal punto di vista della storia dell’opera, di quello di Monaco. Detto questo, è interessante l’ipotesi di creare due poli, facenti riferimento ai teatri che producono e hanno laboratori, quelli di Bologna e Parma. Ma più che fare delle opere itineranti penso che sia il pubblico a doversi spostare: bisognerebbe creare dei calendari condivisi, collaborare per promuoverli e per organizzare spettatori che possano spostarsi da una città all’altra per vedere produzioni diverse, come già accade per il Festival Verdi. Del resto sinergie e risparmio sono già nel Dna dei teatri emiliani». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)