21°

31°

Spettacoli

Marco Spotti: "Re nell'Aida diretta da Pappano"

Il basso è di ritorno da Roma dove ha registrato il capolavoro verdiano con i complessi di Santa Cecilia

Marco Spotti: "Re nell'Aida diretta da Pappano"

Marco Spotti

Ricevi gratis le news
0

E'tornato in questi giorni a casa dove, come scrive nel suo sito, «trovo riposo; quel riposo che è alla base di ogni nuova sfida». Marco Spotti, una delle voci di basso cui Parma può essere fiera di aver dato i natali, è stato a Roma per l’incisione di Aida con la Warner Classics, interpretando il ruolo del Re accanto a Anja Harteros (Aida), Jonas Kaufmann (Radames), sotto la direzione di Antonio Pappano e con l’Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Al termine del lavoro di registrazione, l’opera è stata eseguita in forma concerto, venerdì scorso, nell’Auditorium Parco della Musica, con uno straordinario successo. Lo racconta il basso, che parla anche della sua carriera: «È stata una serata memorabile. Quindici minuti di applausi, un entusiasmo sicuramente dovuto all’eccellenza dell’orchestra, al maestro Pappano e, credo, anche al cast. Con Pappano mi sono trovato molto bene perché è esigente ma è anche un direttore che ama molto le voci e sa lavorare con tranquillità, ottenendo il massimo dalle persone. La realizzazione del cd è stata un’operazione straordinaria perché abbiamo lavorato in studio per una settimana: ogni sessione di lavoro era dedicata a uno o due numeri dell’opera. Il cd uscirà in autunno, credo in ottobre».
Ricostruiamo il suo percorso come cantante: quando ha iniziato a studiare?
«È una passione che ho sempre avuto, ma che all’inizio non avevo preso seriamente in considerazione. Ho iniziato a studiare solo a 23-24 anni, incitato da alcuni amici del conservatorio».
C’è stato un momento in cui ha capito che questo sarebbe potuto essere il suo lavoro?
«Sicuramente l’apprezzamento di persone dell’ambiente mi ha aiutato, ma in questo lavoro la precarietà è all’ordine del giorno, non c’è mai niente di certo se non la nostra tenacia e la voglia di mettersi in gioco. Tutti i giorni è come ricominciare».
Cosa ha rappresentato per lei l’incontro con Bergonzi?
«È stato un momento di svolta: ho partecipato ai corsi dell’Accademia Musicale Emilia-Romagna, promossi dalla Fondazione Toscanini, di cui Bergonzi era docente. Quindi ho avuto la possibilità di debuttare, nel 1998, in Un Ballo in maschera, al Teatro Regio di Parma. Bergonzi mi ha insegnato il fraseggio e un certo modo di porgere la voce».
Quali le tappe che considera più importanti per la sua carriera?
«I Vespri siciliani, a Palermo, dove ho debuttato il ruolo di Procida e, sempre a Palermo, Boris Godunov, in cui ho interpretato Pimen. Mi piace affrontare ruoli nuovi. Con la Scala di Milano ho fatto tantissime produzioni negli ultimi dieci anni e, tra gli altri teatri che mi hanno dato grandi opportunità, ci sono l’Arena di Verona e il Covent Garden».
Quale ruolo le piacerebbe debuttare?
«Vorrei interpretare Attila, perché amo Verdi e mi piace come ha reso musicalmente e psicologicamente questo personaggio: è un Attila nobile».
È vero che le piace cucinare?
«In realtà amo soprattutto mangiare: quando torno a casa ritrovo i sapori della nostra cucina, e i tortelli all’erbetta non mancano mai. Qualche volta, però, cucino per gli amici».
Cosa pensa della situazione del Regio di Parma?
«Spero che possa migliorare presto: Parma ha vissuto momenti sopra le righe e adesso sta pagando un caro prezzo, anche se non lo merita».
Quali i suoi prossimi impegni?
«Sto allargando i miei orizzonti lavorativi verso l’estero, perché in molti teatri italiani la situazione è la stessa: non sai quando ti pagheranno. La settimana prossima canterò la Messa da Requiem in Svezia, poi Aida a Seul e l’anno prossimo sarò al Met per Guillaume Tell. In Italia canterò Luisa Miller a Napoli e avrò alcune recite in Arena a Verona, quest’estate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Lutto

Morto Maurizio Carra

Teatro

E' morta l'attrice Tania Rochetta

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti