-2°

Spettacoli

Fenomeno "If" Mario Biondi: "Un lungo lavoro"

Fenomeno "If" Mario Biondi: "Un lungo lavoro"
0

Pierangelo Pettenati
Domani esce in tutti i negozi di dischi «If» di Mario Biondi, l’atteso seguito dello straordinario (per qualità e successo) «Handful of soul». Quindici canzoni (di cui tre cover e un brano scritto per lui da Burt Bacharach), grandi musicisti internazionali e un lungo lavoro, interrotto solo dall’apertura del suo Handful of Coffee, locale jazz di Albinea. L’artista catanese vive da anni a Parma e ha sempre un rapporto molto stretto con la città, anche se questo disco è stato realizzato in varie parti del mondo. «Il lavoro di scrittura risale a circa due anni fa, poi è proseguito con la scrittura degli arrangiamenti, gli arrangiamenti, la pre-produzione e poi due mesi per la realizzazione. Due anni buoni di lavoro. Del resto, per fare una cosa come si deve mi sono preso un po' più tempo». Anche per «Handful of soul» dicevi che stavi lavorando con calma, che volevi fare le cose per bene. Le prerogative per un bis ci sono tutte...
«Speriamo sia così. In questo momento le risposte sono eccezionali. La prevendita, prima ancora dell’uscita del disco, è di 60.000 copie, il che è già un bel dato».
Disco d’oro prima di uscire
 «E' già quasi di platino, visto che viene dato a 70.000. Siamo andati in radio con il singolo “Be lonely” e mi hanno comunicato che siamo la più alta entrata nel music control».
All’ascolto, «If» mantiene lo stile del precedente senza però esserne una copia. Era quello a cui puntavi?
«Sì, quando mi sono messo a lavorare sui nuovi brani non ho voluto farli a immagine e somiglianza di quello che già c'era, non mi sembrava una vera ispirazione; mi sembrava più una modalità commerciale che non mi appartiene. Ho fatto diverse scelte particolari, ho preso strade diverse anche a livello musicale».
«Something that was beautiful» è stata scritta per te da Burt Bacharach, uno dei più grandi autori di canzoni del '900, cosa non da tutti. Come vi siete incontrati?
«Devo ringraziare gli amici del fan club italiano, e soprattutto i nostri parmigiani Roberto Pinardi e Robert Passera; quando Roberto mi ha detto della sua tournée italiana io, grazie al mio management mi sono messo in contatto con lui. Il suo management ha visto lungo e mi ha inserito nelle sue date in Italia. Così è nata la conoscenza con questa persona strepitosa: è stato sulla quinta durante il mio set facendo complimenti a non finire, poi mi ha tirato un cazzotto nella pancia dicendo “Hey man!”. Lì è nato un rispetto reciproco che ha sottolineato regalandomi due suoi brani inediti. Uno di questi è in “If”, il prossimo vedremo».
Dopo il successo di «Handful of soul», mentre scrivevi «If» hai avuto pressioni o ti sei sentito sempre libero e senza condizionamenti?
«Me l’hanno chiesto in molti. Durante tutta la realizzazione non ho sentito pressioni, ma non nego che adesso un minimo di stress me lo sono creato. Anche se tutte quelle copie vendute prima dell’uscita mi fanno pensare di aver superato la prova».
I parmigiani ti hanno conosciuto quando cantavi nei locali della città; ora che le platee sono cambiate parecchio ti senti cambiato anche tu? La vita di tutti i giorni ha risentito di questo successo?
«Man mano che acquisisci riconoscibilità e credibilità riesci a esprimerti sempre più liberamente. Nel privato, diciamo che sono più riconoscibile per strada, tante dimostrazioni d’affetto che prima, ovviamente non avevo».
Ti rivedremo in concerto a Parma?
«Mi auguro proprio di sì! Magari ci vediamo in Pilotta con l’orchestra...».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

Al via la stagione

A Schia una «valanga» di novità

Criminalità

Felino, il bar Jolly senza pace: quarto furto in dieci mesi

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

8commenti

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Campus

Sfera Ebbasta, dal rap al trap

Restauro

Zibello, il battistero torna a risplendere

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

Terremoto

Nuova scossa in Appennino: magnitudo 2.2

Epicentro vicino a Solignano e Terenzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

10commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Oggi fiducia sulla manovra e la direzione del Pd

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Altri sport

Federica Pellegrini vince i 200 sl

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio