Teatro Regio

Il Festival Verdi si aprirà con Otello firmato Pizzi e Callegari

Il Festival Verdi si aprirà con Otello firmato Pizzi e Callegari
0

Otello con la regia di Pierluigi Pizzi e la direzione di Callegari. Inaugura il 1° ottobre il Festival Verdi 2015. Il sindaco Federico Pizzarotti dice che è il Festival rivolto al futuro e all'internazionalizzazione, dopo due edizioni condizionate dalla difficile situazione economica.
Altre opere: Il Corsaro e, a Busseto, il Rigoletto dei giovani usciti dal concorso voci Verdiane. In cartellone anche Pappano con l'Orchestra Santa Cecilia e un recital di Giancarlo Giannini al Farnese. 

Sono 35 gli eventi in cartellone, il primo organizzato dal nuovo direttore generale Anna Maria Meo, con un programma che «si articola in tre sezioni strettamente legate fra loro - ha spiegato il dg del Regio - Alle opere e ai concerti del cartellone principale si intrecciano gli appuntamenti di Around Verdi che annoverano una prima assoluta e un brano commissionato ad hoc, con i quali il Festival intende ribadire la volontà del Teatro Regio di ampliare i confini dell’opera lirica, per dare spazio ad altri linguaggi espressivi, e VerdiYoung con proposte dedicate al pubblico dei più piccoli».
«E' un festival ricco - ha sottolineato invece il sindaco di Parma Federico Pizzarotti - Il primo momento di rilancio del Teatro Regio che ora guarda al futuro e si apre al mondo, puntando all’internazionalizzazione in una visione che possa attirare capitali ma soprattutto attenzione».

IL PROGRAMMA
Otello inaugura l’edizione 2015 del Festival Verdi, in scena l’1 ottobre (recite il 4, 11, 17 ottobre 2015) al Teatro Regio di Parma nel nuovo allestimento firmato da Pier Luigi Pizzi, con le luci di Vincenzo Raponi. Daniele Callegari, sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini, del Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani e del Coro di voci bianche e giovanili Ars Canto Giuseppe Verdi preparato da Gabriella Corsaro, guiderà il cast con protagonisti Roberto Aronica, al suo debutto nel ruolo del titolo, Aurelia Florian, Roberto Frontali, Manuel Pierattelli, Gabriella Colecchia.

Seconda opera al Teatro Regio di Parma, Il corsaro debutta il 14 ottobre (recite il 20, 25, 31 ottobre 2015) nell’allestimento creato per il Festival Verdi da Lamberto Puggelli e ripreso da Grazia Pulvirenti con le scene di Marco Capuana, i costumi di Vera Marzot, le luci di Andrea Borelli, gli assalti del maestro d’armi Renzo Musumeci Greco, originariamente coprodotto con il Teatro Carlo Felice di Genova. In scena, diretto da Alain Guingal alla testa della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma, un cast di giovani e affermati interpreti tutti impegnati per la prima volta in questo titolo: Diego Torre, Jessica Nuccio, Kiril Manorov, Virginia Tola.

Rigoletto debutta al Teatro Verdi di Busseto il 10 ottobre (recite il 15, 18, 21, 24, 29 ottobre 2015), in un nuovo allestimento affidato alla regia di Alessio Pizzech e realizzato in coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna. Il direttore Fabrizio Cassi, sul podio dell’Orchestra dell’Opera Italiana e del Coro del Teatro Regio di Parma, dirigerà gli Artisti del 53° Concorso Internazionale Voci Verdiane “Città di Busseto” in collaborazione con la Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna. L’opera è realizzata in collaborazione con Comune di Busseto, Teatro Giuseppe Verdi di Busseto, Concorso Internazionale Voci Verdiane “Città di Busseto”.

Arie d’opera e da camera nel primo dei tre recital in programma al Festival. Desirée Rancatore, accompagnata al pianoforte da Giulio Zappa, interpreterà brani di Verdi, Rossini, Donizetti, Mascagni, Gounod (3 ottobre 2015) nella Dedica a Gian Piero Rubiconi, per oltre trent’anni protagonista della vita del Teatro Regio, che artisti e amici, tra i quali Raina Kabaivanska, Michele Pertusi, Caludio Del Monte gli tributeranno nel pomeriggio della stessa giornata.

Due gli appuntamenti con la musica da camera al Ridotto del Teatro Regio, realizzati in collaborazione con la XXV Rassegna Internazionale di Musica Moderna e Contemporanea Traiettorie. Il Trio di Parma (8 ottobre 2015) con Alberto Miodini al pianoforte, Ivan Rabaglia al violino, Enrico Bronzi al violoncello, interpreterà brani di Beethoven, Kagel e Brahms. Sarà dedicato a Pierre Boulez, il concerto di Ensemble Prometeo (15 ottobre) diretto da Marco Angius, con musiche di Giovanni Damiani, Giorgio Colombo Taccani e del compositore francese che quest’anno festeggia il suo novantesimo compleanno.

Il 10 ottobre 2015, 202° compleanno del Maestro, la giornata si aprirà alle ore 11.30 al Monumento a Verdi in Piazzale della Pace a Parma per la Cerimonia con cui la Città lo festeggia affettuosamente. Parteciperanno le istituzioni cittadine, il Coro del Teatro Regio di Parma e la Corale Giuseppe Verdi di Parma, dirette dal Maestro Martino Faggiani, che intoneranno il Va’, pensiero. Quest’anno alla cerimonia si uniranno anche le voci degli studenti delle scuole che aderiranno al progetto Festeggia Verdi come vuoi tu!
Al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto nel pomeriggio, alle ore 15.30, debutta Rigoletto. Al Ridotto del Teatro Regio alle ore 17.00 Giuseppe Martini presenta Il corsaro per Prima che si alzi il sipario, con gli allievi del Conservatorio che ne interpretano i brani più celebri. La sera, alle ore 20.00 al Teatro Regio di Parma, Gregory Kunde e Vittorio Vitelli saranno i protagonisti del recital di arie e duetti d’opera verdiani, accompagnati al pianoforte da Beatrice Benzi.

Fuoco di gioia, il concerto lirico benefico realizzato dal Gruppo Appassionati Verdiani - Club dei 27, riunirà sul palcoscenico del Teatro Regio (16 ottobre) alcuni tra i maggiori interpreti del repertorio verdiano, guidati da Stefano Rabaglia sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma, preparato da Martino Faggiani.

Per la prima volta al Teatro Regio, Antonio Pappano guiderà l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (18 ottobre) in sinfonie di Cherubini, Verdi e Beethoven, interpretando le celebri pagine introduttive di Medea, Luisa Miller, La forza del destino, Aida e la Sinfonia n. 7 in la maggiore, op 92.

Un concerto di musiche verdiane affidato alle giovani voci degli Artisti del 53° Concorso Internazionale Voci Verdiane “Città di Busseto” vedrà sul palcoscenico del Teatro Regio l’Orchestra del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma diretta da Eliseo Castrignanò (19 ottobre).

Da Milano a Parigi fino a San Pietroburgo, attraverso le composizioni che Verdi creò per i rispettivi teatri: brani da Otello, Jérusalem, Don Carlos, Nabucco, La forza del destino, Macbeth e l’Inno delle nazioni nel concerto diretto Jader Bignamini, alla testa della Filarmonica Arturo Toscanini e del Coro del Teatro Regio di Parma, con Roberto Aronica e Michele Pertusi (27 ottobre).

Jessica Pratt sarà la protagonista dell’ultimo recital in programma al Teatro Regio (30 ottobre) ove interpreterà le più celebri arie del repertorio belcantistico, accompagnata al pianoforte da James Vaughan.


AROUNDVERDI

Lenz Fondazione porta in scena, in prima assoluta l’11 ottobre (recite 12, 13, 14 ottobre) Verdi Re Lear, che dà forma e corpo al progetto mai compiuto di Giuseppe Verdi sul dramma di Shakespeare. A partire dai brani verdiani selezionati da Carla Delfrate e con la nuova scrittura musicale di Robin Rimbaud/Scanner, Francesco Pititto firma la drammaturgia visiva e performativa dello spettacolo con le installazioni e i costumi di Maria Federica Maestri e la partecipazione degli attori Valentina Barbarini, Barbara Voghera, Giuseppe Barigazzi e dei cantanti allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma preparati da Donatella Saccardi.

Enrico VIII, La Tempesta, Il mercante di Venezia, Amleto, Otello: le celebri pagine di Shakespeare, interpretate dalla voce di Giancarlo Giannini incontreranno, al Teatro Farnese, la musica di Beethoven, Chopin, Liszt, Mendelsshon Bartoldy, Rossini, Busoni, Alkan in Sogno di una notte di mezza estate. Al pianoforte Giovanni Bellucci, autore dello spettacolo dedicato al grande drammaturgo e realizzato in collaborazione con la Società dei Concerti di Parma (13 ottobre).

Si aprirà con Otello Suite, commissione del Festival Verdi 2015 in prima esecuzione assoluta, il concerto della Giovanni Falzone Contemporary Orchestra Requiem around Requiem, un omaggio a Verdi e al suo capolavoro sacro, interpretato in chiave contemporanea da Giovanni Falzone (28 ottobre).


VERDI YOUNG
Il viaggio di Milo e Maya, lo spettacolo vincitore del progetto Opera Expo, porterà i bambini da 3 a 8 anni e le loro famiglie, in un giro del mondo per scoprire tradizioni, cibi e culture di altri paesi, presi per mano da un attore e un cantante accompagnati al pianoforte, nella produzione di Opera Kids (4, 5 ottobre).

In Otello, per Il Gioco dell’opera, pupazzi, marionette, attori, cantanti e musicisti faranno vivere ai bambini da 4 a 8 anni, la storia del moro di Venezia nel segno della musica verdiana, nello spettacolo realizzato in collaborazione con il Laboratorio creativo per bambini “Zazì” e il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma (30, 31 ottobre).

Nel giorno del suo compleanno, il 10 ottobre, Festeggia Verdi a modo tuo! Un progetto dedicato alle scuole secondarie di primo e secondo grado che intende coinvolgere gli studenti e invitarli a festeggiare il Maestro, attraverso alcune arie verdiane, fonte di ispirazione e occasione per ritrovarsi al Monumento a Verdi in Piazzale della Pace con le istituzioni cittadine e tutti gli appassionati.

Un percorso attraverso multiformi esperienze sensoriali e interattive inerenti il tema del viaggio coinvolgerà i giovani under 30 in Barezzi Off-Senses, in collaborazione con Barezzi live: dallo scalone del foyer del Teatro Regio si snoderà un percorso costellato di videoinstallazioni, performance reali e virtuali, fino alla Sala del Ridotto che ospiterà un live set concert da ascoltare sorseggiando cocktail offerti da barman in livrea (24 settembre).

Emozioni da provare per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e dell’università, che potranno assistere alle ultime prove delle opere precedenti il debutto: momenti cruciali nei quali la complessità del lavoro degli artisti in scena e dei lavoratori dietro le quinte trova una magica sintesi, rendendo la finzione realtà. Un viaggio dietro e oltre le quinte con sorprendenti percorsi interattivi e live set concert (24, 28 settembre, 9, 10, 12 ottobre).

Percorsi di avvicinamento e approfondimento offriranno a insegnanti, bambini e ragazzi, dalla scuola dell’infanzia sino all’università, l’occasione per scoprire e conoscere l’opera e farsi conquistare dalla musica. I laboratori didattici su Otello, Il corsaro, Re Lear, Il viaggio di Milo e Maya vedranno la partecipazione di maestri e artisti protagonisti del Festival, che li accompagneranno in un viaggio Alla scoperta della musica (21, 22, 23, 25 settembre, 2, 5, 6, 10 ottobre).

VerdiYoung è realizzato con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Provincia di Parma, Banca Monte di Parma

CONCERTI, INCONTRI, MOSTRE, GIORNATE DI STUDI A INGRESSO LIBERO

In occasione del Festival Verdi 2015, il Teatro Regio di Parma rinnova il Progetto di promozione culturale al fine di coinvolgere nella vita del Teatro il pubblico delle associazioni musicali, culturali, sociali e ricreative a cui è riservata l’opportunità di assistere alle prove aperte di Otello (28 settembre 2015) e Il corsaro (12 ottobre) al prezzo speciale di € 5,00, dopo aver realizzato, in modo autonomo e con il coinvolgimento degli associati, un percorso di approfondimento sull’opera.

Il compositore, lo stile, la genesi delle opere, i capolavori letterari che ne hanno ispirato la produzione sono alcuni dei temi approfonditi in Prima che si alzi il sipario, ciclo di incontri di presentazione delle opere in programma: Otello (26 settembre) e Il corsaro (10 ottobre) saranno raccontati dallo storico della musica Giuseppe Martini con l’intervento degli artisti impegnati nella produzione prossima al debutto e con la partecipazione degli allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma che ne interpreteranno i brani più celebri.

Una Conversazione Su Verdi Re Lear con la partecipazione dei protagonisti offrirà al pubblico l’occasione di approfondire il progetto di Lenz Fondazione per il Festival Verdi che trae dal Lear di Shakespeare e dagli scritti di Verdi gli elementi fondamentali per l’“invenzione” di un opera che dia corpo al desiderio, mai realizzato, del Maestro (2 ottobre).

La Fondazione Teatro Regio di Parma, unitamente a Fondazione Cariparma, con Università degli Studi di Parma e Associazione Opera Europa invita a una giornata di studi aperta al pubblico sul tema Il valore della musica con i rappresentanti di alcuni dei maggiori festival e teatri internazionali di musica e opera. Un’occasione per condividere riflessioni e proposte per una più consapevole e responsabile azione economica e sociale delle istituzioni musicali per migliorare il profilo economico del territorio sul quale agiscono e incidono (2 ottobre).

Il Coro di voci bianche della Corale Giuseppe Verdi di Parma (4 ottobre), il Coro del Teatro Regio di Parma (21 ottobre), il Coro di voci bianche del Teatro Comunale di Bologna (24 ottobre), la Corale Giuseppe Verdi di Parma (28 ottobre), il Coro di voci bianche e giovanili Ars Canto (31 ottobre) sono i Cori al Festival Verdi che interpreteranno le grandi pagine verdiane, conosciute e amate per la loro capacità di esprimere i sentimenti universali in maniera profonda e immediata.

Tre appuntamenti realizzati in collaborazione con l’Istituto nazionale di studi verdiani saranno occasione di approfondimento su Verdi e le sue opere: La nuova edizione del carteggio Verdi-Boito sarà presentata dal curatore Marcello Conati con Giuseppe Martini e Rosa Necchi (6 ottobre); le tre maggiori interpretazioni moderne dell’Otello di Shakespeare saranno al centro della conversazione Otello: Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi, Orson Welles (27 ottobre) con la partecipazione di Marco Beghelli, Susanna Pasticci, Marco Maria Tosolini; a Busseto, al Museo di Casa Barezzi la conferenza di Dino Rizzo proporrà Un viaggio in Rigoletto (29 ottobre ) per scoprire le ragioni di un capolavoro.

Gli artisti e gli allievi cresciuti al Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma saranno i protagonisti dei Concerti del Conservatorio: in Verdi in Jazz (7 ottobre), nel Concerto lirico vocale (16 ottobre) e nel concerto dell’Ensemble del Conservatorio (29 ottobre) i giovani artisti si misurano con pagine musicali da Verdi alla musica contemporanea.

Un percorso musicale intorno al tema della pace e della giustizia sarà proposto nell’appuntamento con Verdi e la musica nuova. Marcello Conati, Nicola Sani, Giuseppe Martini e Gian Paolo Minardi converseranno muovendo da alcuni spunti del libretto di Simon Boccanegra e, a seguire, il soprano Maria Teresa Camellini con il maestro Bruno Canino al pianoforte interpreteranno brani di Verdi, Beethoven, Liszt e Dallapiccola (17 ottobre).

Ricordando Mario Del Monaco: un omaggio all’artista il cui nome è indissolubilmente legato a quello di Otello, nel centenario della nascita. Protagonista di indimenticabili serate al Teatro Regio di Parma, il grande tenore rivivrà nell’ascolto di alcune sue memorabili interpretazioni e nel racconto di chi lo ha conosciuto e con lui ha condiviso la scena (30 ottobre).

In occasione del debutto dell’opera inaugurale del Festival Verdi, sarà allestita nelle sale adiacenti al Ridotto del Teatro Regio, la mostra documentaria “Chi è là?...Otello?”, realizzata in collaborazione con Istituzione Casa della Musica e Associazione Sostenitori del Teatro Regio di Parma. Un percorso tra documenti d’epoca e immagini legate dal filo dell’interpretazione storica del rapporto fra Parma e Otello in 128 anni; una storia che parte dai tormentati preparativi del 1887 fra Verdi, Ricordi e il Teatro e che ha visto sul palcoscenico del Regio anche un interprete di livello assoluto come Aureliano Pertile, a cui sarà dedicata un’apposita sezione.

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA

Abbonamenti
Gli abbonati al Festival Verdi 2014 potranno esercitare il diritto di prelazione per l’acquisto dell’abbonamento al Festival Verdi 2015 dal 12 al 21 maggio 2015 per i posti di poltrona, palco e galleria.
Gli abbonati alla Stagione Lirica 2015 potranno acquistare in prelazione il nuovo abbonamento al Festival Verdi 2015 il 22 e 23 maggio 2015.
Nuovi abbonamenti in vendita il 26 e 27 maggio 2015 presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma.

Biglietti
I biglietti per tutte le rappresentazioni saranno in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma dal 28 maggio 2015 e presso la biglietteria on-line del Teatro Regio di Parma dal 29 maggio 2015 sul sito teatroregioparma.it. L’acquisto on-line non comporta alcuna commissione di servizio.

Promozioni
I giovani fino a 30 anni hanno diritto a una riduzione del 50% sul prezzo degli abbonamenti e dei biglietti di tutti i turni per i posti di platea e di palco per gli spettacoli al Teatro Regio di Parma. Per ciascuno degli spettacoli dei turni B, C, D, sono disponibili venti Card under 30 gratuite, che consentono di acquistare il biglietto per lo spettacolo a € 20,00 per posti di platea e palco.
Speciali promozioni sono riservate anche alle famiglie e ai lavoratori in stato di disoccupazione, cassa integrazione, mobilità

In concomitanza e in felice assonanza tematica con il Festival Verdi, il Teatro Comunale di Bologna produce un nuovo allestimento di Macbeth di Giuseppe Verdi. Agli abbonati del Festival Verdi 2015 è riconosciuta una riduzione del 50% sul prezzo dei biglietti delle recite del 7 e 17 ottobre 2015. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Sanzionata una signora 78enne che non poteva portare fuori la spazzatura e si è affidata a un vicino

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

7commenti

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Ds Vagnati, lo "accoglie" D'Aversa:"Felice di averlo al mio fianco"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

13commenti

giudice sportivo

Due giornate a Lucarelli, ci sarà per il derby

Tifosi, lancio di bottiglie: 2.500 euro di multa

1commento

paura

La bimba resta a terra, il treno parte con la mamma

La "bimba" è stata accudita da un'agente della Polfer

salso

L'ultimo, commovente, saluto al giovane Lorenzo

I funerali del 15enne prematuramente scomparso

Parma

Calci e pugni alla moglie per anni: condannato

4commenti

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

feste

Prove di illuminazione dell'albero di Natale in piazza Gallery

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

MILANO

Cadavere di donna avvolto in cellophane in cava dismessa

Cambridge

Trovata morta ricercatrice italiana: cause naturali

SOCIETA'

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

SPORT

calcio e tragedia

L'omaggio agli "angeli-campioni": Coppa sudamericana alla Chapecoense

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)