-2°

Spettacoli

Film recensioni - Nemico pubblico

Film recensioni - Nemico pubblico
Ricevi gratis le news
1

 Filiberto Molossi

E' la stessa differenza che c'è tra un completo di Armani e una grisaglia della Germania Est prima della caduta del Muro. E' la stoffa, baby. E' il taglio. Lo riconosci subito un film di Michael Mann da uno qualsiasi: non c'è paragone, semplicemente. Il regista che guida solo  Ferrari e tifa per gli uomini veri rispolvera la mitologia gangster del bandito-divo che amava le uniche tre cose che contano qualcosa: il cinema, il baseball e le donne (anzi una sola, quella giusta). E fa della storia di Dillinger una riflessione romantica e virile sul destino e sul libero arbitrio, sfuggendo ai codici e alle regole usurate del gangster movie e del biopic, là dove questa volta la realtà vince sulla leggenda. 
Mascelle squadrate, cappelli sulla testa, facce da chi non ha tempo (e nient'altro) da perdere, cappotti di sartoria, macchine tirate a lucido: usa il digitale Mann, ma cita i quadri di Hopper (la fotografia, densa e splendida, è del nostro Dante Spinotti) girando un bellissimo film di ombre, stretto su primi piani che riempiono lo schermo, giocato sui dettagli, sulle pieghe  di volti mai sbagliati che da soli raccontano un'epoca all'ultima fermata, nel mood malinconico che scivola nella nostalgia di un'etica violenta.
E' d'acciaio, carne e piombo, seppure griffato ed elegante, «Nemico pubblico»: armato ma leale e più affascinante che epico nel modo, raffinato, in cui decide di seguire l'ultimo anno di vita di John Dillinger, professione criminale.
 E' l'America, depressa ma ruggente, del '33: ricercato dalla neonata Fbi (che per catturarlo usò nuovi metodi di indagine come le intercettazioni telefoniche), il bandito - che assale banche su banche trovando anche il tempo di restituire i soldi ai clienti indebitati - si mischia tra la gente, rimbalzando, con la sua amata Billie («dove sei diretto». «Ovunque io voglio»), da Chicago a Miami. Ma la squadra del super poliziotto Melvin Purvis gli è alle costole.  E lo attende all'uscita di un film in cui Clark Gable impersona un gangster, «Le due strade»: pronto a colpirlo alle spalle, una sera in cui Dillinger, 31 anni appena, sapeva che era arrivata la sua ora.
Dualistico (come già «Heat» e «Collateral»), prima  deciso poi via via più crepuscolare, «Nemico pubblico» va oltre i generi e la narrazione maggiormente convenzionale per spogliare di ogni sbruffoneria il personaggio di Dillinger, senza permettersi il lusso banale di giudicarlo. 
Molto al di là del Bene e del Male, Michael Mann, l'autore di film come «Insider», «Manhunter» e «Alì» (nonché inventore della serie cult «Miami vice») impone con il consueto talento, ma senza prepotenza, il suo stile pieno e personale, tra riferimenti western (quelle splendide sequenze in campo aperto, quasi malickiane, tra gli alberi, dove più forte si respirano l'essenza e gli spazi del grande Paese) e macchina a mano  usata anche a ritroso, trovando un complice perfetto in Johnny Depp (è Dillinger, mentre Christian «Batman»  Bale interpreta il suo avversario Purvis, e la francesina da Oscar Marion Cotillard veste i panni di Billie) nel mettere a fuoco la personalità complessa e per nulla anonima di un protagonista scomodo del Novecento, riflesso sullo schermo con preciso e convinto segno autorale. Sino al bellissimo finale, dove la sconfitta appartiene a chi uccide piuttosto che a chi muore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fra

    16 Novembre @ 16.54

    Film tecnicamente perfetto. Peccato che il critico nonvi dica una cosa fondamentale. E' una NOIA MORTALE.. Un puro esercizio tecnico..

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

13commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

7commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande