Spettacoli

Film recensioni - Il nastro bianco

Film recensioni - Il nastro bianco
Ricevi gratis le news
0

 Questo film è angosciante, freddo, ostile: perché mai dovreste vederlo? Proprio per queste ragioni. Non è un tipo da cui comprereste una macchina usata, Michael Haneke: e nemmeno uno a cui vi passerebbe mai nell'anticamera del cervello di chiedere un consiglio per un regalo di Natale. Ma è un autore con cui bisogna fare i conti: perché pretende molto e non concede niente. Che a volte non è un difetto. E nemmeno un limite: ma il principio profondamente etico di chi alla nostra comune realtà-reality perennemente in vetrina, esibita, esplicita e venduta, oppone un cinema  antispettacolare e non per tutti, proibito a chi va in cerca di emozioni facili, ma anzi severo, sadico soprattutto a livello psicologico, interiore. Un'esperienza differente e altra di cui «Il nastro bianco», trionfatore all'ultimo Festival di Cannes, è l'amaro frutto: un film bello e rigorosissimo  nel quale, con originale intuizione, Haneke coglie nel repressivo e crudele sistema educativo della Germania del '13 i germi del nazismo che verrà.

Punizioni umilianti, ragazzine molestate, genitori inflessibili: beffata l'estetica convenzionale con un glaciale - quando non opprimente - bianco e nero, il regista austriaco di «Funny games» e «Niente da nascondere» bussa, alla ricerca delle radici del male, al quotidiano di una piccola comunità protestante dove accadono alcuni fatti violenti e misteriosi, girando un'opera che implode all’interno dello stesso microcosmo che racconta, vero e proprio villaggio dei dannati, specchio inconsapevole della malvagità ipocrita del mondo. 
La visione è impegnativa, il rigore formale e la durata (quasi due ore e mezza) spaventano: ma non di meno quel nastro bianco del titolo, emblema di una purezza tutta da guadagnare, legato al braccio di una generazione poi perduta, è un simbolo forte. 
E non può non fare pensare a quelle vergognose stelle di David che l'odio e l'intolleranza cuciranno più tardi sul cappotto sgualcito della Storia.
F. Mol.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza in centro

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

89 ANNI

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia

Salsomaggiore

«Serhiy Burdenyuk è scomparso: chi l'ha visto?»

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti