-2°

10°

Spettacoli

Il «Pinicorillo» di Stori:«Cari genitori, meditate»

Il «Pinicorillo» di Stori:«Cari genitori, meditate»
0
Francesca Benazzi
Un bambino così piccolo da risultare invisibile agli occhi del mondo: è la storia di «Pinicorillo», la nuova produzione di Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle arti al debutto venerdì 13 alle 21 per «Week-end al Parco» (ma già da dopodomani in matinée per le scuole, tutte le date nella scheda), che ha il sapore di antiche fiabe ricche di potenti metafore. La crescita come affermazione dell’identità, il senso profondo del rapporto con il padre e con la madre: sono alcuni dei temi di questa favola che riprende l’archetipo dei bimbi piccolissimi e ingoiati da un animale (vedi Pollicino, Giona e la Balena, Pinocchio, Cappuccetto Rosso). Sul palcoscenico saliranno due attori «storici» delle Briciole come Piergiorgio Gallicani e Morello Rinaldi, mentre a firmare testo e regia è Bruno Stori, con le musiche a cura di Mauro Casappa. 
Come ha lavorato sulla drammaturgia di «Pinicorillo»?
«Si tratta di una fiaba contadina della tradizione appenninica romagnola - spiega Stori - che ho trovato nel libro 'E la nave va' dedicato all’opera dello psicanalista Alberto Spadoni. E’ la storia di questo bambino talmente piccolo che nemmeno la sua mamma riesce a vederlo: un giorno esce nell’aia e dopo aver assaporato per un po' la libertà un bue lo inghiotte insieme a un ciuffo d’erba. E’ un percorso di 'reinfetazione', di ritorno nel ventre materno: passata la crisi, Pinicorillo ne uscirà fuori finalmente grande. I significati sono profondi: il bisogno di essere 'visto' davvero, di potersi riconoscere negli occhi del padre e della madre per crescere, e in particolare la necessità della presenza paterna fin dalla nascita. Per questo la mucca originaria della fiaba qui è diventata un bue: per sottolineare il bisogno di un modello maschile, soprattutto oggi in cui spesso la mamma si ritrova a dover fare sia da padre che da madre».
Quali linguaggi ha usato per la messinscena?
«La fiaba viene prima raccontata e poi rappresentata. L’idea è che sia un po' come un sogno, senza preoccupazioni descrittive e logiche, bensì emotive, per associazioni. Nella seconda parte il testo è ridotto al minimo e la suggestione è affidata a oggetti, suoni, rumori, musiche per rappresentare l’interno della pancia del bue. E per i genitori è un’occasione per riflettere... Sì, soprattutto sull'importanza della presenza, che diventa modello sul quale crescono i nostri figli, sulla necessità di continuare a giocare con loro, di tenerli 'dentro' per ridare loro forza sia da bambini che da adolescenti, per poi lasciarli andare verso l’autonomia».
 Da tanti anni lavora con i ragazzi: ha dovuto modificare nel tempo i linguaggi per catturare la loro attenzione, continuamente 'bombardata' da multimedialità sempre più rapida?

«La soglia di attenzione è in genere più bassa, e questo si riscontra non solo nel teatro ma anche nella scuola. Non credo però che il teatro debba adeguarsi ai nuovi linguaggi, deve anzi mantenere la propria peculiarità, lavorare su tempi di percezione più lunghi, di cui i piccoli hanno bisogno per apprendere. In fondo nell’antica Grecia la scuola, la 'scholé', significava 'ozio'. E quando le proposte sono affascinanti e accoglienti, i ragazzi rispondono con attenzione».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

rapper

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi

documentari

Oscar: il parmigiano Rosi agguanta la nomination con "Fuocammare"

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Sessanta cellulari in casa per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

carabineri

Sessanta cellulari per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

2commenti

radio parma

Pizzarotti: "Piazza della Pace, serve presidio fisso: ma non di militari" Video

17commenti

lega pro

Guccini arbitrerà il big match Venezia-Parma

Domenica ore 14.30 (Diretta su Tv Parma)

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

sorbolo

Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima lo beffa

1commento

incidente

San Polo di Torrile e Baganzola, due auto fuori strada: due feriti

privacy

L'Università di Parma tutela gli studenti che cambiano sesso: saranno "alias"

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

4commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

1commento

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Brexit, la Corte dà torto al governo May: "Voti il Parlamento"

ricerche in corso

Rigopiano, recuperati i corpi di due donne e tre uomini: le vittime salgono a 14

SOCIETA'

video

La videocandidatura del "Pizza" è social-ironica

scuola

Ecco "Nubi", la app con la dieta bilanciata per i bimbi delle scuole Video

SPORT

tg parma

L'allenatore del Venezia Inzaghi: "Parma temibile"

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto