20°

31°

Spettacoli

Film recensioni - New Moon

Film recensioni - New Moon
3

di Lisa Oppici

È difficile, difficilissimo, fare un sequel capace di superare l’originale. Ci sono riusciti autori doc: gente come Tim Burton, con il suo «Batman - Il ritorno», o Sam Raimi, con la seconda puntata di «Spider-man». Chris Weitz, che raccoglie il testimone di questa saga multimilionaria da Catherine Hardwicke (la regista di «Twilight»), non ci riesce. Ci prova, punta a strabiliare e si mette d’impegno tra mega effetti speciali e tentativi d’introspezione, ma alla fine, tutto considerato, non ce la fa, complice anche uno script che manca di efficacia e si arena tra verbosità eccessive e computer graphic.
Per Weitz (che veniva da un altro fantasy poco riuscito come «La bussola d’oro») il compito era arduo, lo si sapeva fin dall’inizio: perché tutto sommato il «Twilight» della Hardwicke, pur non scevro di difetti, non solo si lasciava vedere ma sapeva «prendere», giocando sul fascino dell’eterno tema dell’amore impossibile e sui tormenti del passaggio all’età adulta. In questo sequel, invece, è come se tutto fosse smorzato, freddo, fors'anche perché mal contaminato da elementi horror-gotici sui quali qui si punta decisamente di più. Che la favola di Bella Swan ed Edward Cullen (lei umana e lui vampiro) sia complicata da realizzarsi lo si capisce fin dall’inizio di «New Moon», quando per proteggerla lui decide di fare armi e bagagli con la famiglia e di lasciare la cittadina di Forks. Per Bella seguono mesi di dolore e depressione: chi l’aiuta a sopravvivere è l’indiano Jacob, che per lei vorrebbe essere più di un amico ma che a sua volta nasconde un segreto grosso come una casa. Nella mente della ragazza però c'è sempre Edward, e quando lui, novello Romeo, decide di farla finita, sarà Bella a correre a salvarlo a Volterra, fin davanti al torvo «tribunale» dei Volturi. 
In ballo, alla fine, resta sempre la mortalità/immortalità della giovane, la sua «trasformazione»: e il tema rimane aperto per il terzo capitolo della saga, con quella battuta finale («Sposami, Bella») che sembra già invitare al cinema i fans. 
È difficile da spiegare, ma è come se il «New Moon» di Weitz mancasse di vita. Verboso e molto lungo (almeno mezz'ora di troppo), perde forza narrativa col passare dei minuti (tutta la storia di Jacob, che occupa la parte centrale, è decisamente fiacca, nonostante il «brivido» della licantropia) e funziona davvero solo quando l’amore impossibile torna al centro della scena, rianimandosi di fatto solo nel finale italiano. Weitz vuole raccontare «i dolori della giovane Bella», e per questo le gira spesso intorno con la macchina da presa (tantissimi i movimenti circolari) per mostrarne il disorientamento, ma la narrazione è debole e ripetitiva, quasi senz'anima. Se i momenti belli non mancano (l'ossessione dell’età della protagonista, il suo sogno iniziale, l’abbraccio palpitante con Edward a Volterra, la corsa di lei nella splendida macchia di colore dei mantelli rossi sempre a Volterra), quello che non c'è è un quadro efficace, asciutto e sufficientemente omogeneo: cosa che invece il film della Hardwicke, che palpitava dall’inizio alla fine, aveva. Ne esce una pellicola incompleta, che vive e pulsa davvero solo a tratti: un passo indietro rispetto a «Twilight». 
Giudizio: 2/5
 
SCHEDA
REGIA: CHRIS WEITZ
SCENEGGIATURA: MELISSA ROSENBERG
MUSICHE: ALEXANDRE DESPLAT
FOTOGRAFIA: JAVIER AQUIRRESAROBE
MONTAGGIO: PETER LAMBERT
INTERPRETI: KRISTEN STEWART, ROBERT PATTINSON, TAYLOR LAUTNER, ASHLEY GREENE, MICHAEL SHEEN
GENERE: FANTASTICO
USA, 2009, colore, 2h e 10'
DOVE: CINECITY, WARNER VILLAGE, ODEON (SALSOMAGGIORE)
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Claudia

    04 Dicembre @ 18.49

    Tra tutti i libri della saga,certamente new moon è quello meno riuscito,si il film lo ricalca perfettamente e purtroppo per questo non cattura.Secondo me ha influito anche il cambio di regista.Per fortuna c'è Jakob che fa dimenticare tutto.

    Rispondi

  • Sissi

    25 Novembre @ 14.43

    Mi trovo pienamente d\'accordo con Erika, questo è un commento di una persona che non ha vissuto l\'amore sofferto dei due protagonisti leggendo i libri... La sofferenza di Bella nel libro occupa buona parte del romanzo. Chris Weitz ha fatto un buon lavoro, rispetto a Twilight questo film è più movimentato pieno di effetti speciali, ma soprattutto pieno di vita e di COLORE! E' riuscito a suscitare interesse in moltii ragazzi, ciò significa che Weitz ha fatto davvero un buon lavoro!

    Rispondi

  • Erika

    24 Novembre @ 23.42

    Questo è un commento secondo me tipico di chi non ha letto il libro. Il film va di pari passo con il libro, le scene sono praticamente identiche e dal momeno che in new moon non c'è vera e propria azione (come del resto in twilight) è normale che la trama de film sia un pò lenta. Ma se si è letto il libro ovviamente il film ha un senso.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Io, pastore di giorno e pole dancer di sera»

PERSONAGGI

«Io, pastore di giorno e pole dancer di sera» Foto

Grande Fratello UK

televisione

Rissa al Grande Fratello UK: interviene la security Video

1commento

Silvia Olari

musica

Torna Silvia Olari con il nuovo singolo: "Fuori di Testa"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Spaccata nella notte al barino: i ladri se ne vanno con la cassa  (vuota)

furto

Spaccata nella notte al Barino Video: i ladri se ne vanno con la cassa

1commento

Il personaggio

Spadi, il maturando che dirigerà il Consiglio

3commenti

Consigliera marocchina

Nabila: «Io, al servizio di Parma»

4commenti

L'INTERVISTA

Pizzarotti: «Bocciata la politica che sa solo criticare»

2commenti

musica

Silvia Olari ci racconta "Fuori di Testa" Videointervista

Lutto

Di Camillo, il sorriso sopra il camice

Via Venezia

Devastati gli orti sociali

1commento

l'attimo

Ballando sotto la pioggia La foto fa boom di clic

FIDENZA

Bagno notturno alla Guatelli: giovani multati

1commento

IL CASO

Omicidio di Alessia, nessun accordo per l'estradizione: Jella processato in Tunisia

Poggio di Sant'Ilario

L'ivoriano temeva di essere lasciato dalla moglie

PARMA

Vento e forte pioggia: danni a Marore e Monticelli, rami in strada in città Foto

Le foto dei lettori (scarica l'app Gazzareporter per inviarci foto e video)

4commenti

PARMA

Scontro auto-bici in via Europa: grave una 16enne

10commenti

Assemblea Upi

Figna al ministro Delrio: "Si trovino le risorse per TiBre, Pontremolese e aeroporto Verdi"

Bene l'economia di Parma, fiducia delle imprese ai massimi. Delrio promette defiscalizzazione e sostegno al lavoro

2commenti

Asessuali

Vivere senza sesso: il documentario della parmigiana Soresini

5commenti

Lo sconfitto

Scarpa: "Il Pd ha adottato Pizzarotti, trattandolo come enfant prodige"

Il Pd regionale: "Impariamo dalle sconfitte in Emilia-Romagna"

25commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Cinque anni fa vinse Grillo. Questa volta ha vinto lui

di Stefano Pileri

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

E' morto Paolo Limiti: conduttore e paroliere. Scrisse per Mina - Gallery

guardia di finanza

Indagine appalti, dipendente del Comune di Piacenza ai domiciliari

SOCIETA'

MALTEMPO

Albero sradicato a Monticelli: la foto di una lettrice

archeologia

Scoperta una piccola Pompei sotto la metro di Roma Gallery Video

SPORT

vela

America's Cup, trionfo New Zealand

Moto

Viñales ringrazia Dovizioso: "Grazie per avermi evitato"

2commenti

MOTORI

OPEL

Grandland X, via agli ordini. Si parte da 26 mila euro

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse