14°

Spettacoli

Film recensioni - New Moon

Film recensioni - New Moon
3

di Lisa Oppici

È difficile, difficilissimo, fare un sequel capace di superare l’originale. Ci sono riusciti autori doc: gente come Tim Burton, con il suo «Batman - Il ritorno», o Sam Raimi, con la seconda puntata di «Spider-man». Chris Weitz, che raccoglie il testimone di questa saga multimilionaria da Catherine Hardwicke (la regista di «Twilight»), non ci riesce. Ci prova, punta a strabiliare e si mette d’impegno tra mega effetti speciali e tentativi d’introspezione, ma alla fine, tutto considerato, non ce la fa, complice anche uno script che manca di efficacia e si arena tra verbosità eccessive e computer graphic.
Per Weitz (che veniva da un altro fantasy poco riuscito come «La bussola d’oro») il compito era arduo, lo si sapeva fin dall’inizio: perché tutto sommato il «Twilight» della Hardwicke, pur non scevro di difetti, non solo si lasciava vedere ma sapeva «prendere», giocando sul fascino dell’eterno tema dell’amore impossibile e sui tormenti del passaggio all’età adulta. In questo sequel, invece, è come se tutto fosse smorzato, freddo, fors'anche perché mal contaminato da elementi horror-gotici sui quali qui si punta decisamente di più. Che la favola di Bella Swan ed Edward Cullen (lei umana e lui vampiro) sia complicata da realizzarsi lo si capisce fin dall’inizio di «New Moon», quando per proteggerla lui decide di fare armi e bagagli con la famiglia e di lasciare la cittadina di Forks. Per Bella seguono mesi di dolore e depressione: chi l’aiuta a sopravvivere è l’indiano Jacob, che per lei vorrebbe essere più di un amico ma che a sua volta nasconde un segreto grosso come una casa. Nella mente della ragazza però c'è sempre Edward, e quando lui, novello Romeo, decide di farla finita, sarà Bella a correre a salvarlo a Volterra, fin davanti al torvo «tribunale» dei Volturi. 
In ballo, alla fine, resta sempre la mortalità/immortalità della giovane, la sua «trasformazione»: e il tema rimane aperto per il terzo capitolo della saga, con quella battuta finale («Sposami, Bella») che sembra già invitare al cinema i fans. 
È difficile da spiegare, ma è come se il «New Moon» di Weitz mancasse di vita. Verboso e molto lungo (almeno mezz'ora di troppo), perde forza narrativa col passare dei minuti (tutta la storia di Jacob, che occupa la parte centrale, è decisamente fiacca, nonostante il «brivido» della licantropia) e funziona davvero solo quando l’amore impossibile torna al centro della scena, rianimandosi di fatto solo nel finale italiano. Weitz vuole raccontare «i dolori della giovane Bella», e per questo le gira spesso intorno con la macchina da presa (tantissimi i movimenti circolari) per mostrarne il disorientamento, ma la narrazione è debole e ripetitiva, quasi senz'anima. Se i momenti belli non mancano (l'ossessione dell’età della protagonista, il suo sogno iniziale, l’abbraccio palpitante con Edward a Volterra, la corsa di lei nella splendida macchia di colore dei mantelli rossi sempre a Volterra), quello che non c'è è un quadro efficace, asciutto e sufficientemente omogeneo: cosa che invece il film della Hardwicke, che palpitava dall’inizio alla fine, aveva. Ne esce una pellicola incompleta, che vive e pulsa davvero solo a tratti: un passo indietro rispetto a «Twilight». 
Giudizio: 2/5
 
SCHEDA
REGIA: CHRIS WEITZ
SCENEGGIATURA: MELISSA ROSENBERG
MUSICHE: ALEXANDRE DESPLAT
FOTOGRAFIA: JAVIER AQUIRRESAROBE
MONTAGGIO: PETER LAMBERT
INTERPRETI: KRISTEN STEWART, ROBERT PATTINSON, TAYLOR LAUTNER, ASHLEY GREENE, MICHAEL SHEEN
GENERE: FANTASTICO
USA, 2009, colore, 2h e 10'
DOVE: CINECITY, WARNER VILLAGE, ODEON (SALSOMAGGIORE)
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Claudia

    04 Dicembre @ 18.49

    Tra tutti i libri della saga,certamente new moon è quello meno riuscito,si il film lo ricalca perfettamente e purtroppo per questo non cattura.Secondo me ha influito anche il cambio di regista.Per fortuna c'è Jakob che fa dimenticare tutto.

    Rispondi

  • Sissi

    25 Novembre @ 14.43

    Mi trovo pienamente d\'accordo con Erika, questo è un commento di una persona che non ha vissuto l\'amore sofferto dei due protagonisti leggendo i libri... La sofferenza di Bella nel libro occupa buona parte del romanzo. Chris Weitz ha fatto un buon lavoro, rispetto a Twilight questo film è più movimentato pieno di effetti speciali, ma soprattutto pieno di vita e di COLORE! E' riuscito a suscitare interesse in moltii ragazzi, ciò significa che Weitz ha fatto davvero un buon lavoro!

    Rispondi

  • Erika

    24 Novembre @ 23.42

    Questo è un commento secondo me tipico di chi non ha letto il libro. Il film va di pari passo con il libro, le scene sono praticamente identiche e dal momeno che in new moon non c'è vera e propria azione (come del resto in twilight) è normale che la trama de film sia un pò lenta. Ma se si è letto il libro ovviamente il film ha un senso.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noe': "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

8commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

SALA BAGANZA

Addio ad Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

2commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

calciomercato

Amauri nuovo giocatore dei New York Cosmos

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv