Spettacoli

Lella Costa e le «Ragazze»: «Mitiche, malgrado tutto»

Lella Costa e le «Ragazze»: «Mitiche, malgrado tutto»
0
Francesca Benazzi 
 
Porta sul palcoscenico le donne, anzi le «Ragazze» d’ogni età, tra divertimento, riflessione e impegno. Lella Costa torna a Teatro Due da giovedì a sabato con il suo ultimo monologo, diretto da Giorgio Gallione con le musiche di Stefano Bollani (info: 0521 230242, biglietteria@teatrodue.org). Dopo Amleto, Alice e Traviata, a cui l’autrice-attrice aveva dedicato negli scorsi anni i suoi «one-woman-show», questa volta lo spunto letterario per «Ragazze - Nelle lande scoperchiate del fuori» è Calvino con la sua Euridice. Ma lo spettacolo, dice Lella Costa, «parla di tutte quelle ragazze 'senza pari' che animano la nostra vita e la nostra memoria, nei secoli protagoniste e testimoni di uxoricidi impuniti e vessazioni quotidiane, di gesti eroici e delitti inauditi, e che nonostante tutto riescono a essere straordinariamente creative e irresistibilmente simpatiche».
 
Nei suoi monologhi spesso la letteratura diventa occasione per parlare d’attualità:  nel caso di «Ragazze» com'è andata?
«Rispetto agli ultimi spettacoli, dove l’elemento letterario costituiva la struttura portante, qui le incursioni nel contemporaneo sono molte di più. Ho pensato che Orfeo e Euridice fosse il mito perfetto per raccontare la difficoltà, la fascinazione e il mistero della relazione tra maschi e femmine, con questa cosa assurda che Orfeo fa di riuscire a riconquistare Euridice scendendo addirittura nell’oltretomba e di contravvenire alla sola regola che gli era stata data, quella di non voltarsi indietro. Insomma l’unica cosa che non doveva fare la fa: è curioso, no? Da qui nasce tutta una serie di divagazioni sulla contemponeità, non sull'attualità: non m'interessava entrare nel dettaglio di questioni che ci ammorbano quotidianamente, piuttosto volevo fare un discorso che prescindesse dall’avvenimento della settimana e riflettesse, in modo anche divertente e ironico, sui talenti non riconosciuti delle donne e sulle vessazioni che subiscono».
 
Sembra di capire che per le «ragazze» di oggi ci sia ancora molta strada da fare.
«E' molto difficile dare un’interpretazione univoca, ma credo sia importante provare a ricostituirci come soggetto collettivo, senza mitizzare l’identità di genere, le donne sempre e comunque, accogliendo a braccia aperte tutti gli uomini che siano disposti a tenere presente il nostro punto di vista e il nostro bisogno di visibilità e concretezza. Spero, con questo spettacolo, di dare un minimo contributo. Mi pare che funzioni: alla fine spesso gli uomini vengono in camerino a dirmi 'Siamo un po'massacrati ma ce lo meritiamo'».
 
Com'è nata la prima idea di questo spettacolo, l’esigenza di parlare della condizione delle donne?
 «Un anno fa, quando è nata quest’idea, avvertivo una sensazione di disagio, di profondo scollamento tra la percezione della strada da fare, delle ingiustizie, delle assurdità e il bisogno di parlarne. Vivendo nel mondo reale e avendo relazioni con persone che conducono una vita normale, ho intuito che questo era un terreno su cui era indispensabile muoversi e prendere posizione».
Le sue tre figlie l’hanno ispirata nella scrittura del monologo?
«Probabilmente sì - conclude Lella Costa - qualche spunto è senz'altro più facile da cogliere nella realtà che hai più vicina. Ma credo che uno spettacolo teatrale debba vivere un po': in Italia vivono sempre troppo poco. Quindi cerco di legarlo il meno possibile a quello che accade intorno a me e di avere uno sguardo più ampio». 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)