11°

22°

Spettacoli

Film recensioni - Lebanon

Film recensioni - Lebanon
Ricevi gratis le news
0

 Filiberto Molossi

Lo so, si sta stretti e c'è poca luce. E puzza: di sudore, di morte. E un rumore assordante: come la paura, il disagio, l’estraneità da un non luogo che si muove sui cingoli, superando il confine del nulla.
 E’ un carrarmato, il protagonista di «Lebanon», e va verso l’orrore: ma ci dovete salire. Perché quel tank mira al cuore: e al cervello, allo stomaco, alle viscere, di uno spettatore mai come questa volta dentro alla guerra. Soggetto passivo di ciò che vede e non vorrebbe - mai più - vedere. 
Bellissima e opprimente parabola pacifista di un ex soldato che si è scoperto regista, arriva finalmente anche a Parma il film che ha trionfato all’ultima Mostra di Venezia: una pellicola dalla visione forte e originale, interamente ambientata all’interno di un carrarmato, novello leviatano, mostro d’acciaio arcaico e ciclopico, che si muove e respira come l’occhio di un cinema di cui riscrive la grammatica nel suo stesso farsi. 
Quasi completamente in soggettiva, con la cinepresa (e lo sguardo del pubblico) che va a sovrapporsi (con intelligente, per non dire geniale, intuizione) al mirino del cannone del tank - vera e propria finestra aperta su un incubo sin troppo reale -, mentre una colonna sonora di spari, ferraglia, rumori meccanici (nella trasformazione disumana dell’uomo in macchina, automa) suona la sua sinfonia di morte, «Lebanon», nel seguire dal «di dentro» la prima missione di quattro giovani e inesperti soldati israeliani nel conflitto del Libano dell’82, firma col sangue una parabola brutale e umanista sulla follia ipocrita di una guerra che non si può vincere.
Quella che il 47enne Samuel Maoz, autore esordiente di questo film claustrofobico, dolorosissimo e parzialmente autobiografico, ha visto (inviato nel primo conflitto del Libano venne anche ferito a una gamba) molto da vicino, esperienza brutale che, come l’Ari Folman di «Valzer con Bashir», ha dovuto in un certo senso rimuovere prima di trovare il coraggio e la forza di rappresentarla in tutta la sua necessità. Nel teatro dell’assurdo di un war movie trasformato in un dramma da camera, «Lebanon» avanza implacabile tra campi di girasoli in cui smarrirsi (un’immagine simbolo che non dimenticheremo facilmente) e mondi ridotti in macerie, nel caos non più gestibile di civili massacrati, ordini sbagliati, spari, urla, perdita di sé. Là dove, prima del compassionevole, splendido, finale, il cinema indossa la divisa per sgranare il rosario di un’altra via crucis, diventando uno dei più efficaci atti d’accusa contro la follia senza via d’uscita di un conflitto che è tutti, orrore comune che uccide prima di uccidere.
Giudizio: 4/5
 
SCHEDA
REGIA  E SCENEGGIATURA: SAMUEL MAOZ
FOTOGRAFIA: GIORA BEJACH
MONTAGGIO: ARIK LEIBOVITCH
INTERPRETI: OSHRI COHEN, MICHAEL MOSHONOV, ITAY TIRAN, DUDU TASSA
GENERE: GUERRA
 GER/ISR/FRA/LIB 2009, COLORE, 1h e 30'
DOVE: EDISON
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro  Foto

MODA

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

Stranieri

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

49commenti

Attacco dell'opposizione

«La sindaca di Felino si dimetta»

3commenti

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

l'agenda

Funghi e non solo: una domenica di sagre e tesori segreti da scoprire

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

soccorso alpino

Andar per funghi in sicurezza: il vademecum

CONCERTO

Nada incanta al Colombofili

NEVIANO

Palestra rinnovata, scolari in festa

PARCO DUCALE

Nella serra piccola del Giardino il «posto delle viole»

calcio

Tommaso Ghirardi torna allo stadio: segue il Brescia con Cellino

L'ex presidente del Parma è tornato al Rigamonti per la prima volta dopo il crac

7commenti

serie B

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia Foto Video

Vittoria preziosa per i crociati, che salgono a 9 punti. Lucarelli fra i migliori in campo. Per i padroni di casa è la prima sconfitta

8commenti

CALCIO

D'Aversa: "Un risultato importante. Abbiamo preso fiducia nel secondo tempo" Video

L'allenatore commenta la vittoria del Parma sul Venezia

2commenti

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

1commento

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

MONTAGNA

E' stato trovato il fungaiolo disperso nel Bardigiano

Il 72enne è stanco ma in buone condizioni di salute

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'omaggio a Verdi: un dovere e un piacere

di Francesco Monaco

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

Germania

Elezioni: vince la Merkel, estrema destra in Parlamento

Terracina

Caccia italiano precipita in mare: trovato il corpo del pilota Video

2commenti

SPORT

Il caso

Sport e popstar Usa in ginocchio contro Trump. Lui ai tifosi: "Boicottateli"

Ciclismo

Sagan, leggendario tris mondiale con dedica a Scarponi

1commento

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano 30 anni dopo Gallery

il caso

Arabia Saudita, la prima volta delle donne allo stadio

3commenti

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery