-3°

parma and stars

Bufera sotto le stelle: "Casa si dimetta"

Pizzarotti: "Noi non c'entriamo". Ghiretti: "Protervia e incompetenza". Pd"Giunta incapace e scaricabarile" . L'assessore: "Gravi errori organizzativi"

Bufera sotto le stelle: "Casa si dimetta"
64

Dal Comune due righe alle 22,25 firmate dall'Ufficio stampa:

Per una serie di manchevolezze tecniche, alle 17.30 di oggi la Commissione di vigilanza ha notificato parere negativo vincolante agli organizzatori dell'evento di questa sera di Parma and Stars, di conseguenza il Comune di Parma ha diniegato la manifestazione.

Due righe che, in attesa degli approfondimenti su come sono andate le cose fra i vari enti preposti, già fanno sorgere una prima domanda: se il no è arrivato alle 17,30, perchè si è lasciato che la gente arrivasse in Piazza Duomo (dala città e non solo) convinta di poter assistere regolarmente allo spettacolo per cui aveva pagato un biglietto...?

Quanto al sindaco, il primo cittadino (dopo l'ultimo post del 1° luglio, proprio con una foto di Piazza Duomo ma per sottolineare la candidatura di Parma a capitale della cultura) è tornato su facebok stamattina alle 7, ma per parlare di altro argomento (a meno che Parma and stars non sia l'argomento cui allude la prima riga). Ecco il testo del suo post:

Curioso come argomenti polemici ma inutili facciano notizia, e alcuni molto più importanti per la salute del nostro Comune no. E badate bene, non do la colpa ai giornali, ma spesso alle persone che parlano di cose semplici per non approfondire nulla. Ci lamentiamo che i politici ci facciano parlare di cose futili, e siamo i primi a ricercare quegli argomenti semplici e di pancia.
Per chi volesse approfondire un tema par cui dire grazie da parte della città all'assessore al bilancio Ferretti, a Luigi Bussolati, a Nicola Rinaldi e all'avv Malmesi, e a tutti i loro collaboratori, leggete di seguito.
La materia è complessa ma i traguardi raggiunti sono facilmente comprensibili. Con l'approvazione del piano di ristrutturazione da parte del Tribunale, che ha riconosciuto l'ottimo lavoro svolto da questa Amministrazione nella gestione del debito delle società partecipate, sarà ora possibile portare a compimento numerose opere già avviate che versano in situazioni di stallo da anni e, cosa ancor più importante, pagare tutti i debiti contratti dalle precedenti amministrazioni attraverso queste società. ‪#‎AttiConcretiParma

Allora, per avere una dichiarazione del sindaco occorre cercare su Twitter, in un dialogo con una lettrice che si allarga poi a RossoParma e al consigliere Ghiretti. Da Pizzarotti una frase lapidaria: "Non è nostra l'organizzazione".

Ma intanto la polemica si allarga. E mentre Parma costringe un artista come Renzo Arbore a subire questo umiliante "Indietro tutta!" che certo non avrà lo stesso gradimento della sue celebre trasmissione televisiva, si già è scatenato il fuoco politico delle dichiarazioni e delle interpellanze.

Il comunicato di Roberto Ghiretti - Dire che avevamo avvisato l’assessore Casa della sostanziale scorrettezza dell’iter autorizzativo per i concerti di piazza Duomo è fin troppo poco. Il disastro a cui è stata esposta ieri sera tutta la città è oggi davanti agli occhi di tutti. L’unico commento che è possibile fare è che quando la protervia si mischia all’incompetenza questi sono i risultati.
A nulla serve adesso che il Sindaco dal suo esilio dorato cerchi di addossare ad altri le colpe di quanto avvenuto: il Comune è co-organizzatore della rassegna e, se non bastasse, c’è tanto di conferenza stampa con l’assessore Casa che spiega che sostanzialmente del parere di Arpa ce ne possiamo infischiare.
Ho cercato con tutte le mie forze di avversare una interpretazione tanto spregiudicata dei regolamenti comunali ma, ovviamente, nessun ascolto è stato offerto da un Assessore che evidentemente ha ritenuto che tirare dritti per la propria strada con i paraocchi fosse una saggia strategia. Del resto neanche la copiosa raccolta firme organizzata dai residenti ha trovato udienza, alla faccia del dialogo e della partecipazione.
Quello che mi aspetto adesso è che, con un sussulto di decenza, l’assessore Casa rassegni immediatamente le dimissioni. E con lui farebbe bene ad andarsene questa amministrazione pasticciona e incompetente che in questi tre anni di mandato non ha saputo portare a casa nulla di veramente buono per la città. Neppure una rassegna di concerti estivi che non generasse polemiche infinite e strappi istituzionali i cui esiti oggi possiamo tutti apprezzare.

Roberto Ghiretti
Parma Unita

Il Pd - Conferenza stampa del Partitio democratico, preannunciata ieri sera da Dall'Olio e Lavagetto. Anche qui, subito accuse dirette all'amministrazione, anche accusata di volere "scaricare le responsabilità". Ma la critica politica si riassume nel binomio "incompetenza-incapacità", e il Pd preannuncia incontri con le altre forze di opposizione per chiedere le dimissioni dell'assessore Casa. Inoltre, nella conferenza stampa del Pd si è parlato anche di alcune lettere che sarebbero state inviate ai residenti con promesse di biglietti gratuiti per il concerto di Grignani (poi a sua volta annullato)

L'assessore Casa - Le accuse dell'opposizione e la replica dell'assessore Casa (che parla di "gravi errori organizzativi") nel video del Tg Parma

Il Comune stamattina - Dopo l'annuncio stringato di ieri sera, questa mattina il Comune ha diffuso un nuovo comunicato, con una più ampia spiegazione. Ecco il testo:

L’Amministrazione ha espresso indirizzo favorevole alla Manifestazione Parma and Stars, in quanto diretta alla valorizzazione commerciale e turistica del territorio attraverso uno scenario unico qual è Piazza Duomo, tant’è che ha concesso ai promotori della stessa il patrocinio e la coorganizzazione.
Gli spazi e le bellezze che contraddistinguono le nostre città devono essere vissute e rese disponibili ovviamente nel rispetto delle patrimonio che rappresentano e delle norme vigenti: questo era e continua ad essere l’orientamento convinto dell’Amministrazione.
E’ importante, però, dopo quanto accaduto ieri sera, fornire un chiarimento dettagliato agli spettatori presenti e a tutta la cittadinanza.
La rassegna “Parma and Stars”, come qualsiasi altra manifestazione con partecipazione di pubblico superiore alle 200 unità è assoggettato al preventivo sopralluogo della Commissione comunale di vigilanza, che deve attestare l’agibilità dei locali e degli impianti sotto il profilo della sicurezza pubblica. La verifica presuppone il preventivo montaggio degli impianti stessi, essendo diretta ad attestarne la correttezza e rispondenza alle norme vigenti.
La Commissione di vigilanza riunitasi ieri pomeriggio alle 14.00, ha evidenziato durante il sopralluogo una serie di lacune tecniche non certo definibili futili, come ad es. la mancanza della certificazione del corretto montaggio degli impianti (palco, torri layer e gazebo), la mancanza delle certificazioni dell’impianto elettrico di messa a terra e delle certificazioni di reazione al fuoco delle sedie, del palco, dei tendaggi e dei teli di copertura, l’insufficienza del numero degli estintori.
La società organizzatrice, sin dalle ore 17.45, era a conoscenza del parere negativo della Commissione di vigilanza che riveste efficacia vincolante ai fini dell’autorizzazione della manifestazione stessa. Pertanto, gli organizzatori avrebbero potuto fin da quell’ora adoperarsi al fine di informare gli spettatori in maniera corretta di tale parere negativo, senza attendere di aver riempito la platea.
Da parte sua, invece, il Comune di Parma, stante il parere negativo vincolante della Commissione di vigilanza basato su motivazioni di tutela della sicurezza degli spettatori, operatori ed artisti, non ha potuto fare altro che diniegare l’autorizzazione.
Per quanto concerne, infine, le supposte criticità di acustica che sarebbero state evidenziate da Arpa, si sottolinea una volta per tutte che la Delibera di Giunta regionale n. 45/2002 al punto 5 prevede il possibile rilascio di autorizzazioni in deroga previa acquisizione del parere Arpa. Il predetto parere è stato regolarmente richiesto e valutato quale non vincolante ai sensi della Disciplina procedimentale concernente il Regolamento per la disciplina in deroga della attività rumorose temporanee approvata con Deliberazione di Giunta comunale n. 950 del 23/07/2009 che qualifica come vincolante unicamente il parere Arpa sulle attività rumorose nei cantieri.
Tutto ciò premesso, l’Amministrazione è profondamente rammaricata per quanto accaduto ieri sera, in specie nei confronti degli spettatori presenti in Piazza Duomo, che non hanno potuto assistere all’esibizione di un grande artista solo a causa delle gravi problematiche di sicurezza evidenziate riferibili all’organizzatore della manifestazione.
L’Amministrazione per quanto sopra illustrato sta valutando eventuali azioni legali a tutela degli interessi del Comune di Parma. 


Il comunicato di Maria Teresa Guarnieri (Altra Politica). Ciò che amareggia di più nella vicenda Parma and Stars è il fatto che c'è stato modo e tempo, da quando sono emerse le criticità connesse all'utilizzo di Piazza Duomo, di correggere l'impostazione iniziale e di avere tutte le autorizzazioni necessarie per lo svolgimento degli spettacoli. Invece no. Si è preferito, secondo lo schema tipico di questa Amministrazione, perseverare nell'errore, pur di non ammettere di avere sbagliato, mettendo in questo modo in difficoltà tutti: organizzazione, artisti, cittadini paganti e l'intera città, con l'ulteriore beffa di cercare di nascondere le proprie responsabilità attribuendole ad altri. Se ci sono responsabilità di altri, che saltino fuori chiaramente, ma il Comune non può sottrarsi alle sue!
Si sapeva che non ci sarebbero potute essere le necessarie autorizzazioni degli enti preposti per l'utilizzo di Piazza Duomo, ma ciò è stato bellamente ignorato, all'insegna del più assoluto spregio da parte dell'Amministrazione comunale delle norme e dei regolamenti vigenti, che il Comune ha per primo l'obbligo di rispettare. Risultato: una figuraccia terribile, che, di certo, avrà echi ulteriori anche a livello nazionale e che per l'ennesima volta umilia la nostra città. Tutto legato all'arroganza del potere che caratterizza questa Giunta e a un'incompetenza generalizzata che produce solo disastri e che questa vicenda ha evidenziato a tutti. Ormai il re è nudo ed è ora che il Sindaco, anziché continuare a fare prediche e a criticare gli altri si assuma le proprie responsabilità e tragga le conseguenze delle azioni della sua amministrazione. 


Il commento di Fabio Rainieri (Lega Nord). "Quello che è accaduto in Piazza Duomo mette ancora una volta in luce le manchevolezze e l'incapacità politica dell'amministrazione Pizzarotti".
Così Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia e vicepresidente del consiglio regionale dell'Emilia Romagna, attacca la giunta dopo la decisione di annullare il concerto di Renzo Arbore in calendario da mesi.
"Il pubblico attendeva l'inizio del concerto alle 21.30 e invece alle 22 il Comune ha comunicato che il concerto non si sarebbe tenuto perché 'per una serie di manchevolezze tecniche, alle 17.30, la Commissione di vigilanza ha notificato parere negativo vincolante agli organizzatori dell'evento Parma and Stars, di conseguenza il Comune di Parma ha diniegato la manifestazione'. Come sia possibile che dalle 17.30 si sia arrivati alle 22 lo sanno solo Pizzarotti e la sua giunta".
"Certo - conclude Rainieri - se non sanno organizzare un concerto, figuriamoci se sono in grado di amministrare il Comune". 


Patrizia Maestri, deputata Pd. “Una vicenda grottesca e assurda che dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, l’enorme difficoltà della Giunta comunale di Parma nel governare questa città”. Patrizia Maestri, deputata parmigiana del Partito democratico, prende posizione sul concerto di Renzo Arbore che è stato annullato ieri sera in piazza Duomo tra le proteste del pubblico. “Si tratta – spiega – dell’ennesima figuraccia per Parma e per i parmigiani che ormai si ripetono costantemente in diversi contesti”. 
La posizione della Maestri è chiara. “In questo momento – dice - interessa relativamente capire di chi è la colpa di quanto accaduto, di certo c’è che si è trattato di un episodio che ha palesato quanto ci sia di improvvisazione nell’amministrazione comunale. Le 1.500 persone che erano arrivate in piazza per ascoltare il concerto e tutti i parmigiani, escono da questa storia giustamente arrabbiati e indignati per l’annullamento di un concerto che già da tempo aveva suscitato polemiche per il luogo scelto”.
Infine la democratica avanza una richiesta diretta: “Si faccia chiarezza al più presto – conclude – e ognuno si assuma le proprie responsabilità. Se non si è in grado di gestire l’organizzazione di un concerto, immaginiamoci problematiche ben più complesse come quelle che quotidianamente deve affrontare chi gestisce la cosa pubblica”. 

Il comunicato di Giuseppe Pellacini (Udc). Nuova figuraccia per questa città, nuova figuraccia dell'amministrazione 5 stelle che dice di essere la migliore degli ultimi 20 anni ma di fatto non riesce a organizzare nemmeno un concerto. O gestire una classe, come è accaduto alla Racagni.
Già la scarsa chiarezza e l'arroganza sull'utilizzo di piazza Duomo lasciavano presagire la cattiva gestione della stagione estiva di spettacoli che dovrebbe invece essere un momento di relax per l'intera città, da vivere nella massima serenità.
C'è di peggio, l'annullamento del concerto apre un nuovo e doloroso capitolo. La commissione vigilanza nega il permesso, significa forse che i parametri di sicurezza non sono stati rispettati? Improponibile poi che un Comune vada contro al proprio regolamento solo per dimostrare di saper fare qualcosa. I risultati si vedono.
Pizzarotti si spertica via twitter a dire che non è colpa sua, l'organizzatore doveva possedere i requisiti. Cosa faceva allora l'Assessore alla presentazione? Non rappresentava la partecipazione del Comune? Sul sito Parma and Stars il Comune risulta co-organizzatore.
Solitamente eventi come questi sono co-organizzati dal Comune mentre il sindaco rimanda la colpa sempre ad altri, come abbiamo visto tende a farlo in tutte le occasioni e in tutti i campi.
A questo punto non resta che chiedere che vengano resi pubblici tutti i documenti, comprese le motivazioni della mancata concessione delle autorizzazioni. Ho già fatto richiesta di accesso agli atti ma non ho ancora avuto risposta, serve solitamente un po’ di tempo.
Che il settore Cultura, da sempre fiore all'occhiello di questa città, abbia evidenti problemi lo si è visto anche con le mostre di un certo rilievo. Il Comune deve pagare il rientro delle opere esposte per Mater, 60mila euro perché l'organizzatore non può far fronte.
Giusto qualche giorno fa ho ricevuto i dati ufficiali. Studio P.V. - organizzatore della mostra Mater - doveva provvedere alla "gestione dei trasporti di tutte le opere all'andata e al ritorno tramite l'impiego di una ditta in possesso di comprovata esperienza", si legge nei documenti.
Perché allora non ha provveduto? E' molto semplice perché la mostra è stata un flop. E' rimasta aperta per 138 giorni ed è stata visitata da 4197 persone per un incasso di 33.636 euro. La mostra è costata 548mila euro e ha ricevuto 148mila euro da 14 sponsor mentre il Comune ha messo 53.649 euro e concesso vantaggi economici (non un esborso diretto) per 23.658 euro oltre a pulizie (10.200 euro), vigilanza (19.025 euro), presidio tecnico (23.424 euro). Insomma, il Comune fra esborso diretto e altre voci si è messo in gioco per 130mila euro a cui si aggiungono ora i 60mila euro.
Diverse cose non sono andate per il verso giusto: la pubblicità, visto il tipo di evento, è partita in ritardo e non è stata adeguata. Anche l'impatto con il pubblico non è stato ben calcolato tanto è vero che gli accordi prevedevano una royalty a favore del comune a partire da 40mila visitatori. Insomma ci si aspettavano dai 60mila ai 100mila visitatori per un incasso fra i 480mila euro e gli 800mila euro, in quel caso la mostra avrebbe chiuso con il bilancio in pari.
La mostra di Botero ha avuto 30mila visitatori per un incasso di 226.465 euro, il Comune ha versato 47.795 euro e concesso vantaggi economici per 17.586 euro. Alla fine l'associazione Nausica - organizzatrice del evento - ci ha rimesso di propria tasca ben oltre 40mila euro. Anche in quel caso, come per Mater, gli accordi prevedevano che gli incassi andassero in primis a ripianare le spese sostenute.
Ecco perché il Comune deve pagare altri 60mila euro per Mater. Perché nel numero dei visitatori ci si aspettava uno zero in più, 40mila anziché 4mila. Ecco come il Comune sperpera i soldi dei cittadini, da un lato si tagliano i servizi scolastici e per disabili, dall’altra parte si organizzano eventi in questo modo, sulle spalle dei cittadini.

Giuseppe Pellacini
Capogruppo Consiglio Comunale - Unione di Centro (UDC)

Il commento di Federica Barbacini (Sel). Scopriamo dalle dichiarazioni degli organizzatori che la colpa sarebbe anche del conflitto fra istituzioni e forze politiche, che ha incendiato tutta la discussione sulla nascita della rassegna. Tale affermazione non può che lusingarci, dato che solitamente siamo considerati del tutto ininfluenti...
Ma a parte le battute (fino ad un certo punto...), veramente si pensa di liquidare la faccenda come un semplice brutto episodio, scaricandone ,la responsabilità come sempre su tutti, tranne sui principali responsabili?
Veramente si percepiscono i cittadini come creduloni e privi di capacità critica?
La realtà è che una situazione del genere non è mai accaduta da che si ha memoria, eppure la nostra città ha visto rassegne ed ospiti anche importanti e tutto si è sempre svolto nel migliore dei modi nonostante le polemiche che da sempre accompagnano tale tipo di manifestazioni; questo perchè è evidente, se non ovvio, che a decidere sulle opportunità è in ultima voce il sindaco e chi per lui, senza se e senza ma.
La presunzione e l'incompetenza degli attuali amministratori sono sotto gli occhi di tutti, così come i danni che stanno arrecando alla situazione di Parma, già compromessa da una precedente e negativa gestione.
Ormai la frittata è fatta e temiamo che per l'estate in corso, i cittadini saranno costretti a rinunciare all'intera rassegna, e saranno così privati di un'occasione di intrattenimento e di svago che da sempre accompagna le estati parmigiane.
Ma ciò che ci preoccupa maggiormente, è che Pizzarotti e la sua giunta hanno davanti ancora 2 anni di governo un tempo sufficientemente lungo per demolire ciò che resta del sistema cittadino, lasciando a chi verrà un'eredità negativa e difficile da gestire.
Auspichiamo che gli elettori della scorsa tornata si siano ricreduti sulla necessità di eleggere un personaggio qualunque e privo della minima competenza, qualità considerate positive ma che alla prova dei fatti si sono rivelate un boomerang.

Federica Barbacini coordinatrice provinciale Sel Parma 


Il commento di Italia Unica. Se è vero che: dal mese di dicembre 2014 la IKO (Italian Konzert Opera) si è confrontata con il Comune di Parma per organizzare la rassegna Parma and Stars.
Se è vero che: forse era meglio organizzare l'evento al Parco Ducale ed evitare le polemiche emerse sulla location di Piazza Duomo.
Se è vero che: il Comune di Parma è co-organizzatore dell'evento Parma and Stars.
Se è vero che: sia Ascom, main sponsor e il Comune di Parma chiederanno i danni alla IKO per l'incredibile accaduto.
Se è vero che: gli organizzatori si sono sentiti minacciati e boicottati e si sono trovato in mezzo ad un conflitto tra istituzioni e schieramenti politici.
Se è vero che: vi è stata una interpretazione spregiudicata dei regolamenti comunali.
Se è vero che: l'Amministrazione Comunale fa lo "scarica barile"
Se è vero che: salterà tutta la manifestazione.
Se è vero che: tutto il resto lo si può leggere nei vari commenti che vanno dai Consiglieri Comunali, ai Turisti e ai Cittadini di Parma.

Sicuramente il Vero, questa volta, non sta nel mezzo e chi ne pagherà le conseguenze ne è, ancora una volta, l'immagine della nostra città, ormai da tempo abituata a simili situazioni (leggasi scandalo Parmalat, scandalo dei vari Green Money, scandalo Giunta Vignali, etc. e non ultimo scandalo Parma Calcio FC).

Forse è ora che ci si interroghi se si voglia risalire la china, per il bene di Parma, ascoltando e dialogando in modo costruttivo fra le parti in Consiglio Comunale (ricordando che siamo noi cittadini a pagare sia gli stipendi alla Giunta che il gettone di presenza ai Consiglieri) o aspettare di arrivare al 2017, sempre che si arrivi a quella scadenza, continuando a colpevolizzarsi l'un con l'altro con battibecchi a volte anche sgradevoli da sopportare senza pensare che forse un confronto serio e propositivo faccia bene alla città.
Poi, le prossime amministrative, sono un'altra storia.

Gianluca Zoni
Coordinatore Provinciale Italia Unica 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marco

    04 Luglio @ 12.57

    Il comunicato del comune è superlativo ancorché surreale: "L’Amministrazione ha espresso indirizzo favorevole alla Manifestazione Parma and Stars ...(omissis)... tant’è che ha concesso ai promotori della stessa il patrocinio e la coorganizzazione. Coorganizzazione; quindi il comune è organizzatore. Il comunicato chiude con questa frase: "Tutto ciò premesso, l’Amministrazione è profondamente rammaricata per quanto accaduto ieri sera, in specie nei confronti degli spettatori presenti in Piazza Duomo, che non hanno potuto assistere all'esibizione di un grande artista solo a causa delle gravi problematiche di sicurezza evidenziate riferibili all'organizzatore della manifestazione." Se fossimo in Giappone, con un comunicato siffatto, son certo che l'ufficio protocollo fornirebbe al Sindaco e all'assessore Casa un pugnale da Harakiri con tanto di manualetto di istruzioni, ma qui da noi non si usa, si sta nascosti e si riappare quando le acque son più calme.

    Rispondi

  • marco850

    03 Luglio @ 22.29

    "non è colpa nostra".... non sanno dire altro! Sarà quindi colpa mia? Di Vignali? Di Dall'Olio? O di Ghiretti? Ma un minimo di decenza credo che ci spetti di diritto. Non si possono fare queste figure e poi dare sempre la colpa agli altri... saranno anche onesti (forse perchè contano come il due di spade quando briscola è coppe) ma sono veramente degli incompetenti.

    Rispondi

  • Marco

    03 Luglio @ 21.02

    Ma che bella scarrozzata di politicanti , che tutti insieme , hanno messo in ginocchio il paese . Andiamo con ordine , io non so' se qualcuno di voi abbia mai organizzato grandi eventi , ma leggo che nessuno di voi , al di la' di rottamare la giunta , si e' un attimo soffermato sulle motivazioni di sicurezza mancanti per poter svolgere questo concerto . Avete messo sul piatto tutto , ma tralasciando quello che la commisione di vigilanza ha non ritenuto conforme , commisione che e' formata da vigili urbani , credo , vigili del fuoco , USL credo anche . Penserete forse che tutte queste persone siano pentastellate . Voglio dirvi che se questo e' il vostro metodo di giudicare , questa storia , credo che dovrete comprarli i voti per poter governare . Una proposta agli esponenti politici tutti dal PD al centro a destra . RIDATEMI I SOLDI DELLA MIA PENSIONE CHE NON MI VOLETE RIDARE . Sarebbe meglio che rifletteste su questo .

    Rispondi

  • Maria

    03 Luglio @ 20.59

    Tanto tuonò che piovve!!!! Complimenti....se non ci si riesce con le buone si usano le cattive maniere e non importa che ci vada di mezzo gente onesta che voleva godersi uno spettacolo o la rispettabilità della città quello che importa, per certa "gente", è che l'avversario politico di cui non hanno ancora digerito la vittoria ne esca malconcio.....che tristezza!

    Rispondi

  • Pasquale

    03 Luglio @ 20.19

    Purtroppo quanto accaduto smentisce il Direttore quando diceva che la citta' non e' fallita. Eccome se lo e' (anche tecnicamente essendo in mano alle banche). Ennesima figura che si aggiunge a calcio, pallavolo, rugby, Regio. aeroporto, note ditte alimentari, scuola europea, Ghiaia, ecc ecc. Cos'e' successo a Parma???

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Kim Kardashian divorzia?

Gossip

Kim Kardashian divorzia?

ManìnBlù: "Questa canzone"

singolo prenatalizio

ManìnBlù, il nuovo singolo: "Questa canzone" Video

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger

Mick Jagger

New York

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

GUSTO

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

Lealtrenotizie

D'Aversa, buona la prima:  1-0 e 3 punti d'oro a Bolzano

17a giornata

D'Aversa, buona la prima: 1-0 e 3 punti d'oro a Bolzano Guarda il gol - Fotogallery

Nocciolini: "Stesso Parma, ma con più grinta", Scavone: "Bene, ma la strada è lunga" (Video)Pacciani: "Vittoria sofferta ma meritata" (Videocommento) - D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi la squadra ha tenuto" (Video)Lega Pro, risultati e classifica (guarda)

3commenti

sudtirol-parma 0-1

D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi abbiamo tenuto bene" Video

Anteprima Gazzetta

Le anticipazioni del bilancio 2017 del Comune di Parma

L'austerity è finita: assessorato per assessorato tutti gli interventi previsti

incidente

Auto contro un palo a Soragna: 21enne ferito

WEEKEND

Natale nell'aria: dagli acrobati ai mercatini i 5 eventi imperdibili

feste

Si accende l'albero in piazza: suggestioni natalizie nella nebbia Video

Polizia municipale

Dalla Puglia a Collecchio in tre ore? No, tachigrafo truccato: maxi-multa

2commenti

Inchiesta

Emergenza truffe: come difendersi

2commenti

tg parma

Incidente a Brescello: quattro feriti, due bambini al Maggiore

musica parma

"Malaccetto", Cattabiani presenta il nuovo album

Venerdì sera all'App@Colombofili - "Così si sente il cantautore" (leggi l'intervista)

MONTICELLI

Addio a Tina Varani, una vita per la famiglia

Originaria di Fidenza, per più di 30 anni aveva gestito "Il Cantuccio" con il marito

Ospedale

Borghi: «Giusto razionalizzare i reparti»

6commenti

politica

Alfieri: "Richiedenti asilo, nel 2017 potrebbero essere 1700"

Parma

Atti vandalici al gattile

1commento

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

13commenti

Gazzareporter

Discarica abusiva a Parma Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

CONTI PUBBLICI

La manovra è legge: ecco cosa cambia

2commenti

Reggio Emilia

Si travestiva e pagava ragazzini per fare sesso: arrestato 40enne, più di 30 vittime

1commento

SOCIETA'

Londra

E' morto Greg Lake, la voce di Emerson, Lake and Palmer

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

SPORT

Storie di ex

Fiorentina avanti in Europa grazie a Chiesa jr.

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

MOTORI

Suzuki, il grande ritorno di Ignis