19°

29°

Musica

Rocco Rosignoli, lo «Scansadiavoli» canta la speranza

Nuovo album per il cantautore: «Canzoni unite dall'idea di lasciarsi alle spalle i propri demoni»

Rocco Rosignoli, lo «Scansadiavoli» canta la speranza

Il cantautore parmigiano Rocco Rosignoli ha ultimato l'album «Scansadiavoli» FOTO MARTINA AKI

Ricevi gratis le news
0
 

L'amore ha dei contorni un po’ imprecisi, che i diavoli sfilacciano ad unghiate, li scanso e avanzo verso i tuoi silenzi, calici densi, pieni fin dal pranzo». Con pochi versi, Rocco Rosignoli si sbarazza dei suoi demoni e regala una speranza. Lo fa con «Scansadiavoli», canzone a cui appartengono queste parole ma anche titolo dell’ultimo album del cantautore e polistrumentista parmigiano. Dieci capitoli (anche se la traccia otto, «Barricate», è suddivisa in tre episodi) che sono già protagonisti dei live di queste settimane (prossima data utile: il 26 luglio a Salsomaggiore per la Pastasciutta Antifascista) ma che vedranno ufficialmente la luce a settembre con una presentazione in due tempi, uno showcase alla libreria «Diari di bordo» e un vero e proprio concerto ancora top secret.

Si tratta per Rosignoli del terzo disco in studio, dopo «Uomini e bestie» (2011) e Testuggini (2013), quarto contando anche il live «La bella che guarda il mare», ma si tratta anche di un deciso segno di cambiamento: se i pezzi precedenti infatti si caratterizzano per ricchi arrangiamenti suonati dallo stesso Rosignoli e da alcuni fidati musicisti (principalmente della stessa squadra della Rigoletto Records), stavolta fanno tutto la voce e la chitarra dell’artista: «Mi sono reso conto che sui testi che avevo scritto gli arrangiamenti che immaginavano parevano posticci - spiega Rosignoli -. Nei concerti mi esibisco già abitualmente da solo con la mia chitarra, la sento più mia come modalità espressiva. Poi sono stato anche consigliato da Ribamar Poletti, che ha sempre curato la post produzione dei miei dischi, e da Alice, la mia metà».

Le canzoni di «Scansadiavoli» sono nate dunque già con una forte identità, tale da non aver bisogno di arrangiamenti ridondanti. Tutto l’album inoltre è stato registrato in presa diretta all’interno dell’Oratorio dell’Assunta di Sala Baganza, messo gentilmente a disposizione del Comune, dotato di un riverbero che mette in risalto l’intensità minimalista:

«Anche dal vivo mi piacerebbe portare in giro queste canzoni , dove si può, senza amplificazione».

Eppure questa semplicità estrema è tutta funzionale alla valorizzazione di testi che risultano profondi già dal primo ascolto. Ma perché «Scansadiavoli»?

«È il nome di un ponte sulla Autocisa che mi ha ricordato una leggenda in cui si racconta l’incontro di un uomo con degli strani personaggi, dei diavoli, che dalle rive del fiume lo chiamano, lo invitano ad unirsi a loro. Il senso è quello di lasciarsi alle spalle i propri demoni, scansarli ed è un’idea che lega tutte le canzoni del disco».

Classe 1982, Rocco Rosignoli suona chitarra, mandolino e bouzouki e oltre alla canzone d’autore di propria composizione si dedica anche a progetti che coinvolgono canzone popolare e folk. A lui molto caro è soprattutto il tema della Resistenza. Nel 2008 è stato finalista al concorso MusicaControCorrente, semifinalista al concorso Botteghe d’Autore e terzo classificato al concorso «I have a dream – una canzone per la pace»; nel 2014 si è aggiudicato il concorso «Musici e poeti» e il premio per il miglior testo al Memorial Carlo Grazioli di Alseno. Ha collaborato con Lee Colbert, cantante della Moni Ovadia Stage Orkestra, curando la parte musicale dello spettacolo «Rosa rossa senza spine», dedicato a Rosa Luxembourg, e poi sviluppando un repertorio live vasto che va dalla folksong americana, alla canzone sudamericana, alle songs di Brecht e Weill. Laureato in Lettere con una tesi sulla canzone d’autore, si dedica da sempre all’attività poetica, ma anche all’insegnamento di italiano, inglese e naturalmente chitarra, principalmente fingerstyle: «Credo si possa vivere di musica anche senza riempire gli stadi, è quello che personalmente sto facendo. Non è facile, e non sono ammesse pause ma questo oggi vale in quasi tutte le professioni, anche le più redditizie. Del resto è ciò che ho sempre voluto fare e vengo ripagato anche in divertimento e soddisfazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti