-5°

Spettacoli

La diva dal cuore grande

La diva dal cuore grande
1

 Laura Ugolotti

 

E'riconosciuta come una delle più grandi dive degli anni '60 e '70, eppure lei, Lydia Alfonsi, è prima di tutto una donna; forte, tenace e orgogliosa. La è stata fin da ragazzina: «Sono uscita di casa molto giovane - racconta -, ho sempre dovuto lavorare per mantenermi. E’ una scelta che consiglio ai giovani: l’indipendenza aiuta a crescere e forma il carattere». Un’indipendenza che spesso l’ha portata a scelte sofferte: «Si è parlato spesso della mia amicizia con Re Hussein, si è detto di tutto. Conservo ancora le sue lettere. Tra di noi c'era una profonda stima e un grande affetto, ma quando si è trattato di scegliere la mia vita ha preso una strada diversa». Dopo gli esordi a teatro, infatti, Lydia Alfonsi conosce il regista Giacomo Vaccari e decide di andare a lavorare con lui a Roma. «La tv mi ha portato via - ricorda -; il lavoro era troppo importante e non potevo concedermi distrazioni. Ma non ho rimpianti: ho fatto quello che era giusto». La sua carriera in quegli anni è un susseguirsi di successi: dalla Maschera D’Argento per la sua interpretazione nello sceneggiato televisivo «Mastro Don Gesualdo», al riconoscimento della critica francese come migliore attrice televisiva italiana. Ma il momento più bello, per lei, è stato l’incontro con Sandro Pertini, allora presidente della Repubblica. «Mi vide a teatro - ricorda - e volle conoscermi. Fui invitata al Quirinale e quando entrai nella stanza mi sedetti di fronte alla sua scrivania. ''Assolutamente no'', disse ''non voglio nessuna scrivania in mezzo''. Mi fece accomodare sul divano e parlammo alla pari, come due amici. Fu l’emozione più grande della mia vita». A ricordarle per sempre quei momenti è rimasta la pergamena della Presidenza della Repubblica, gelosamente custodita nell’accogliente salotto della sua casa parmigiana, insieme a ritratti, fotografie, locandine. «Dopo aver trascorso diversi anni tra Roma e Milano - racconta - sono tornata a Parma per motivi familiari. La permanenza poi si è prolungata fino a diventare definitiva. Viaggio molto, ho amici a Mantova, a Napoli, come Ettore Capuano, direttore della rivista ''Breve'' che spesso mi dedica pagine lusinghiere; appena posso vado a trovarli. Ma la mia vita è qui ora, dove sono le mie radici, i miei legami più profondi». Come quello con la sorella, «l'intelligentissima Violetta», come ama definirla, che le ha dato tre nipotini e con cui ha trascorso le ultime feste. «Il Natale è divertente, è un’occasione per stare in famiglia, ma anche per riflettere e pensare a chi soffre». Con questo spirito Lydia Alfonsi ha messo la sua firma su un maglietta che servirà a raccogliere fondi per i bambini del Congo. «Si chiama ''Donna fiaccola'' - spiega - e prende il nome da uno dei miei aforismi, contenuti nella raccolta ''Aforismi e Flashback d’amore''. Pino Strabioli su Rai Tre disse che era il suo preferito, così ho voluto tradurre questa sorpresa in qualcosa di concreto». «La televisione oggi è molto diversa da quella degli anni '60; c'è meno tempo per prepararsi al personaggio, poco approfondimento. Ma ci sono anche giovani talenti, come Isabella Ferrari, che trovo sia una bravissima attrice». «Mi piace molto anche Platinette - aggiunge -, perché incarna il coraggio dell’intelligenza, e per questo ha tutta la mia stima». Il coraggio, l’orgoglio, sono valori importanti per lei, anche nella sofferenza: «Mai lasciar scorrere le lacrime - dice -. Io non l’ho mai fatto. Per fierezza, orgoglio, ma anche per salvarmi dal dolore. Ho sempre pensato che piangendo avrei finito col soffrire di più». Ma Lydia Alfonsi nella vita non ha solo sofferto: «Ho avuto e dato tanto, come tutti. La gioia mi viene dagli altri, perché la vita è come uno specchio: se loro sono felici la sono anch’io. Mi viene dalla compagnia dei cari amici - anche parmigiani, come i proprietari del Gran Caffé dei Marchesi -. Con loro torno bambina, riemerge la parte più infantile e spensierata di me». Per il resto Lydia Alfonsi è una donna forte, tenace. Come Elettra, il personaggio che ama di più: «rappresenta la forza dell’azione contro le ingiustizie», spiega. «Il teatro fa parte di me - aggiunge -; ancora oggi improvviso recital poetici per gli amici, è capitato a Mantova ma anche in palestra. Loro si siedono a terra e mi ascoltano recitare poeti e cantautori. Franco Battiato è il mio preferito». «Il teatro - continua, mentre la voce si fa più profonda e lo sguardo si perde tra i ricordi - mi ha dato il diritto della scelta delle donne. La mia vita sono stati i miei personaggi, ho vissuto attraverso le loro storie. Per questo agli altri risulta difficile vedermi come donna: quello dell’attrice è un ruolo in cui sono rimasta incastrata». «Le racconto un aneddoto, per dimostrarle cosa intendo e per chiudere l’intervista con un sorriso. Qualche tempo fa, sotto i portici di via Mazzini, una signora mi ha fermata. ''Lei è Lydia Alfonsi?'', mi ha chiesto. Le ho risposto ''Sì'' e ha commentato: ''Come le assomiglia!''. Non sapevo che dire. ''Grazie'', le ho risposto e sono corsa via».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • viviana

    18 Aprile @ 21.59

    ho conosciuto oggi la signora Alfonsi dopo averla vista in tv negli anni 6o/7o é una splendida signora fiera ,simpatica affascinante spero che continui a venire a Montecatini e di poterla incontrare ancora.

    Rispondi

Video

Marche

SOCCORSO ALPINO         

Neve altissima sull'Appennino marchigiano

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

9commenti

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

2commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

2commenti

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

1commento

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

3commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

4commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Stati Uniti

Oggi Donald Trump diventa presidente Video

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

sport

Tragedia al rally di Montecarlo, morto spettatore

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta