22°

Spettacoli

La feroce satira antimilitarista ha inaugurato tra le risate «Tutti pazzi per Boris Vian»

Ricevi gratis le news
0
Forse il testo non risulta con l’energia, la presa politica che s'immaginava, ma teatralmente questa nuova creazione di Teatro Due, «Generali a merenda» di Boris Vian, rivela un notevole meccanismo comico, bravi gli attori, Alessandro Averone, Federica Bognetti, Paola De Crescenzo, Luca Nucera, Gian Luca Parma, Massimiliano Sbarsi, Massimiliano Sozzi, Antonio Tintis, Nanni Tormen, anche in più ruoli, tempi eccellenti, in un gioco ilare ed efficace che fa nascere spesso la risata. Caroline Chaniolleau - che firma insieme a Walter Le Moli la regia - parla di «attualità pazzesca, si pensi a Bush, a Blair e tutti quei leader politici che hanno utilizzato la guerra per motivi economici». E in effetti l’autore - cui sono dedicate, a cinquant'anni dalla morte, diverse iniziative nel periodo di repliche dello spettacolo, a Teatro Due fino al 24 gennaio, «Tutti pazzi per Boris Vian», mostre film, appuntamenti jazz - da vero intellettuale, con la consapevolezza della storia e la necessità di intervenire nel proprio presente, evidenzia qui in forma caricaturale, grottesca, come sia la politica a decidere la guerra in indissolubili legami con l’economia. 1951: la Francia era impegnata con uomini e mezzi in Indocina. Vian mostra però dei generali che non desiderano affatto organizzare truppe in nome di patria-onore-gloria, ma, all’opposto, figure borghesi, variamente complessate, interessate piuttosto ad una vita quieta con scatti di carriera. 

Nella seconda parte dello spettacolo - con cartello «due anni dopo», decisamente più fragile - questi militari arriveranno a mettere un soldo nel porcellino salvadanaio ogni volta che viene nominata la guerra o si dicano parole che possano evocarla. Di particolare divertimento le prime scene con il generale Audubon che vive con la madre - qui un attore, modi bruschi, ricattatori, presenza dominante - e i successivi incontri, con Léon Plantin, gli altri generali e Monsignore Tapecul: in un salotto senza confini, una porta sospesa, i cartelli Metro sul fondo, gli attori si muovono in modi ritmici, in perfetta sincronia, con alcuni ritorni e tormentoni davvero esilaranti. Come per il pastis, bicchieri che mutano di mano e creano sorprese. O le diverse controscene. Le varie forme d’uscita/scomparsa, botole e armadi. Battute attese, con baffi tolti e messi all’istante. Ma il tema, il problema, non era la guerra? Già: contro chi? Possibile che nessuno ci avesse pensato? A chi il compito di scegliere il nemico? Allegria, applausi e jazz-cafè al termine, «Dans la cave de Boris Vian».            

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Marino Perani

Marino Perani

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

13commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

ALIMENTARE

Torna il "World Pasta Day", San Paolo è la "capitale". E il 25 ottobre, pastici aperti anche a Parma

Aidepi presenta la Giornata mondiale del 25 ottobre

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»